Per il paesaggio, l'arte e la natura.
Per sempre, per tutti.

A Villa Necchi la cultura appartiene a tutti

Sono iniziate le visite guidate del progetto “Bene FAI per tutti”


Attività FAI La dimora nel cuore di Milano offre visite guidate rivolte a persone con disabilità intellettiva.

Un silenzioso giardino nel pieno centro di Milano custodisce un vero gioiello: Villa Necchi Campiglio, opera d'avanguardia del Portaluppi pre-razionalista, arricchita da preziose collezioni d'arte, ancora oggi conserva tutto il sapore della vivace mondanità della borghesia industriale della Milano anni Trenta.

Tra i tanti visitatori che ogni giorno scelgono di scoprire questo tesoro ci sono anche alcuni gruppi di disabili intellettivi: da qualche mese, infatti, nella villa di Milano e a Villa e Collezione Panza di Varese ha preso il via il progetto “Bene FAI per tutti”, ideato e realizzato dall'Associazione l'Abilità Onlus con la Fondazione De Agostini, grazie al sostegno di JTI. Il progetto è nato per promuovere l'inclusione sociale e il pieno accesso alla cultura per le persone con disabilità intellettiva attraverso percorsi e materiali specifici, permettendo a tutti di vivere i luoghi del FAI in modo piacevole e soddisfacente.

La Sala da Pranzo

Uno degli ambienti di Villa Necchi Campiglio: la Sala da pranzo

«La visita è stata davvero interessante», racconta Chiara, educatrice della Cooperativa di solidarietà sociale Cascina Biblioteca. «Siamo stati accompagnati da una guida preparata e attenta, che ha saputo modulare le sue spiegazioni sulle esigenze del nostro gruppo. Il gruppo era composto da una decina di adulti, molti di loro con un passato lavorativo alle spalle; per questo ho apprezzato la ricchezza dei contenuti proposti e il fatto che sono stati studiati appositamente per persone con disabilità intellettiva e non sono dei semplici riadattamenti di percorsi per bambini».

Visita Villa Necchi Campiglio

Una delle opere d'arte di Villa Necchi Campiglio: l'Amante Morta di Arturo Martini

«Queste persone  – continua Chiara – si sono divertite molto e hanno trovato particolarmente interessanti le storie della Villa, i racconti legati alla famiglia che qui ha vissuto. Il progetto del FAI è prezioso e utile perché le proposte culturali specifiche e ben strutturate per i visitatori che presentano questo tipo di disabilità non sono molte».

ORGANIZZA UNA VISITA ►

venerdì 30 giugno 2017



Inserisci il tuo commento
INVIA
Per inserire un commento devi prima procedere alla LOGIN. Se non hai ancora un account REGISTRATI QUI.
NON CI SONO COMMENTI

RENDI UNICA LA TUA ESTATE

Castelli, ville, boschi: scopri le
meraviglie del FAI in tutta Italia!

ISCRIVITI SUBITO AL FAI

Entra con noi nell'Italia che ami.
Dona valore al tuo tempo libero

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Dall'arte alla musica: non perdere
le iniziative nei luoghi del FAI.

1 TESSERA, 1.000 VANTAGGI

Scopri tutti gli sconti riservati
ai nostri iscritti



Dona valore al tuo tempo libero: iscriviti al FAI!