Per il paesaggio, l'arte e la natura.
Per sempre, per tutti.

Ferrarelle e il FAI: insieme per un'unica passione

Rinnovata la collaborazione per il sesto anno consecutivo


Attività FAI Il nostro comune patrimonio di arte e natura può contare ancora sul prezioso aiuto di Ferrarelle: Michele Pontecorvo Ricciardi, Responsabile Comunicazione e CSR dell'azienda, racconta le ricadute positive di questo cammino comune e invita le aziende ad adottare strategie di Responsabilità Sociale d'Impresa attente al benessere del territorio.

Perché Ferrarelle ha scelto di sostenere il FAI in occasione di Giornate FAI di Primavera 2017?
Per il sesto anno consecutivo Ferrarelle è al fianco del FAI per rendere omaggio al patrimonio artistico, culturale ed ambientale ineguagliabile del nostro Paese, e ne sostiene le attività anche nel corso di tutto l'anno in qualità di acqua ufficiale e main partner del calendario “Eventi nei beni del FAI”. Inoltre, in occasione di Giornate FAI di Primavera, ancora una volta Ferrarelle rinnova l'invito a visitare, insieme ai 1000 beni aperti al pubblico in tutto il territorio nazionale, anche il Parco Sorgenti di Riardo, la splendida area campana e casertana di 135 ettari a custodia delle fonti delle acque minerali Ferrarelle, Santagata e Natía, che è frutto del progetto di valorizzazione insieme al FAI e gode del patrocinio della Fondazione.

Il Parco Sorgenti di Riardo (CE), visitabile durante Giornate FAI di Primavera 2017

La collaborazione tra FAI e Ferrarelle dura ormai da diversi anni, al punto che Ferrarelle è diventata “Acqua ufficiale del FAI”: quali sono a vostro giudizio le ricadute positive di questo rapporto?
A livello reputazionale locale, grazie alla collaborazione con il FAI e in particolare al progetto del Parco Sorgenti, l'azienda si conferma una risorsa benefica per tutta la comunità in virtù dei suoi investimenti sul territorio, e attraverso il Parco si rende portavoce anche a livello nazionale delle bellezze di questi luoghi, essendo artefice della valorizzazione di un pezzo di paesaggio casertano e campano all'interno di un'area ingiustamente sempre poco valorizzata a livello mediatico. Inoltre, potendo vantare il patrocinio della più autorevole fondazione italiana in ambito di salvaguardia ambientale, aumentiamo conseguentemente sia l'offerta che la garanzia di qualità nei confronti dei nostri consumatori. Oggi è anche grazie al rapporto con il FAI se alla nostra azienda viene chiaramente riconosciuto un importante impegno a favore di tematiche ambientali o di responsabilità sociale in genere, e questo lo evinciamo anche dal nostro primo Bilancio di Sostenibilità che abbiamo appena realizzato, e dalle restituzioni dei nostri stakeholder.

Come si inserisce la collaborazione con il FAI all'interno della Responsabilità Sociale di Azienda di Ferrarelle?
Attraverso la proficua collaborazione con il FAI abbiamo alimentato e arricchito il nostro bagaglio valoriale e imparato ad applicare a tutti gli aspetti della vita d'impresa i principi della responsabilità sociale e della sostenibilità. Dal progetto di valorizzazione del Parco Sorgenti di Riardo siamo stati spinti a porre al centro del nostro operato la tutela dell'ambiente e la protezione delle risorse naturali, senza i quali l'acqua non esisterebbe. Oggi la cura e la riconoscenza per il territorio da cui hanno origine le acque minerali che imbottigliamo e l'adozione di processi industriali per la riduzione di ogni forma di impatto sull'ambiente sono per noi priorità assolute, perché i valori che guidano il nostro agire quotidiano rispondono alla consapevolezza dell'importanza di salvaguardare un dono unico come l'acqua e il patrimonio naturale nella sua interezza.

Giornate FAI di Primavera è la principale manifestazione italiana dedicata ai beni culturali, per rendere accessibili e fruibili al pubblico luoghi eccezionali, normalmente chiusi: crede che questo tipo di iniziative siano efficaci per stimolare riflessioni concrete su possibili piani di tutela e valorizzazione del patrimonio storico culturale italiano?
Assolutamente si, è importante incentivare l'interesse collettivo e stimolare tanto gli italiani quanto gli amministratori locali e le autorità a spalancare gli occhi nei confronti delle bellezze del nostro paese. 

Quale è il ruolo che può essere svolto da aziende grandi come Ferrarelle SpA nel processo di sensibilizzazione della collettività sui temi, più che mai attuali, di tutela e salvaguardia del nostro patrimonio?
Ogni azienda dovrebbe sentire la necessità di restituire e creare valore per il territorio in cui affonda le sue radici, ma anche per il suo Paese e per le generazioni future. Questo valore riguarda sia l'ambito ambientale, come nel nostro caso la cura per il territorio da cui hanno origine le acque minerali che l'azienda imbottiglia, e più in generale l'adozione di processi industriali per la riduzione di ogni forma di impatto sull'ambiente. Ma non solo, l'impegno e la creazione di valore devono andare oltre, promuovendo e sostenendo progetti a favore della collettività anche in ambito culturale e scientifico, contribuendo all'arricchimento del patrimonio economico, intellettuale e sociale di ciascun luogo e comunità in cui ogni azienda svolge la propria attività.

Giornate FAI di Primavera 2017

Il 25 e 26 marzo il FAI invita tutti gli Italiani in 400 località del nostro Paese dove, grazie all'impegno di 7.500 volontari e 35.000 Apprendisti Ciceroni, saranno aperti oltre 1.000 siti: chiese, ville, giardini, aree archeologiche, avamposti militari, interi borghi. Si tratta di tesori di arte e natura spesso sconosciuti, inaccessibili ed eccezionalmente visitabili durante questo weekend con un contributo facoltativo.

PARTECIPA A GIORNATE FAI DI PRIMAVERA 2017 ►

lunedì 20 marzo 2017



Inserisci il tuo commento
INVIA
Per inserire un commento devi prima procedere alla LOGIN. Se non hai ancora un account REGISTRATI QUI.
NON CI SONO COMMENTI

SCOPRI FIORI E PIANTE RARE

Dal 28 aprile al 1 maggio
al Castello di Masino, Caravino (TO)

ISCRIVITI SUBITO AL FAI

Entra con noi nell'Italia che ami.
Dona valore al tuo tempo libero

C.F. 80 10 20 30 154

Con il 5x1000 al FAI
la tua firma può salvare l'Italia

FAI PONTE CON IL FAI!

Scopri tutti gli eventi
organizzati nei nostri beni



DONA il tuo 5x1000 al FAI. Codice fiscale 80 10 20 30 154.