Per il paesaggio, l'arte e la natura.
Per sempre, per tutti.

I 19 interventi scelti da I Luoghi del Cuore

Dalla Cittadella di Alessandria alla Cattolica di Stilo, dal Faro di Ponza al Parco di Villa Strozzi


Attività FAI A poco più di un anno dalla chiusura della VI edizione del Censimento ecco i 19 luoghi scelti dal FAI in collaborazione con le Direzioni regionali del MiBACT che beneficeranno di un intervento diretto da parte della Fondazione per sostenerne la salvaguardia ed essere restituiti alla collettività. Scopri quali beni sono stati selezionati!

Un anno fa sono stati segnalati, ora possiamo cominciare a salvarli. Sono 19 i luoghi scelti per gli interventi selezionati tra quelli votati alla VI edizione de I Luoghi del Cuore, il Censimento promosso dal FAI in collaborazione con Intesa Sanpaolo che dal 2003 ha salvato 25 beni e coinvolto oltre 1.800.000 persone, di cui un milione solo nel 2012, definendo così una vera e propria mappa dei luoghi che contribuiscono a costruire l'identità del nostro Paese.

A fronte del grande traguardo raggiunto il FAI ha scelto di adottare un meccanismo nuovo per la selezione dei luoghi su cui intervenire che permettesse un'azione ancora più capillare. In luglio sono, infatti, state lanciate, in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - MiBACT, le Linee Guida per la definizione degli interventi che hanno dato la possibilità a tutti i proprietari e portatori di interesse dei 128 beni che hanno ricevuto più di 1.000 segnalazioni nella VI edizione del Censimento di presentare una specifica domanda, a patto che vi fossero un preciso programma di azione e un cofinanziamento. L'appello ha riscontrato enorme successo: 70 le richieste ricevute e 17 le Regioni che hanno partecipato con il coinvolgimento di Soprintendenze, Comuni, Province, Parrocchie, comitati e associazioni.

E così, grazie al nuovo meccanismo adottato, oltre ai tre luoghi che hanno ricevuto il maggior numero di segnalazioni, sono 16 gli altri luoghi che beneficeranno di un intervento diretto del FAI, selezionati da una commissione composta da rappresentanti della Fondazione in collaborazione con le Direzioni Regionali del MiBACT.

I 19 interventi resi possibili grazie al contributo de I Luoghi del Cuore per un totale di 400.000 euro - di cui 130.000 euro per i primi 3 luoghi classificati e i restanti 270.000 euro per gli altri progetti - interessano Piemonte, Puglia, Campania, Lazio, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Calabria, Lombardia, Sicilia, Umbria, Valle d'Aosta ed Emilia Romagna e più precisamente:

Cittadella di Alessandria
1° classificato con 53.953 segnalazioni

Contributo fino a 50.000 euro per la realizzazione di un progetto di recupero o di un programma di valorizzazione a favore del sito, che verrà concordato nei prossimi mesi insieme al Demanio, proprietario del bene, che a breve lancerà un bando per l'affidamento della Cittadella a privati.

Chiesa di San Nicola a San Paolo di Civitate (FG)
2° classificato con 53.394 segnalazioni

Restauro della facciata della Chiesa seicentesca, situata nel nucleo più antico del centro storico della piccola cittadina dell'Alto Tavoliere, gravemente danneggiata da un sisma nel 2002 e oggi chiusa al pubblico.

Abbazia della SS. Trinità di Monte Sacro a Mattinata (FG)
3° classificato con 50.071 segnalazioni

Realizzazione di un programma di valorizzazione del sito con la creazione di una cartellonistica di spiegazione e la sistemazione del sentiero che conduce all'Abbazia, costruita tra il X e l'XI secolo sulla cima del Monte Sacro, la vetta più alta del Gargano orientale.

Museo di Totò nel Rione Sanità a Napoli
4° classificato con 43.126 segnalazioni

Elaborazione del progetto di allestimento, secondo modalità coinvolgenti e innovative, degli spazi da tempo destinati a ospitare il Museo di Totò nel Palazzo dello Spagnuolo.

Faro del Monte della Guardia sull'Isola di Ponza (LT)
6° classificato con 31.123 segnalazioni

Azione presso le Istituzioni competenti (Demanio e Soprintendenza) per ottenere l'apposizione del vincolo paesaggistico, che permetta di preservare i caratteri distintivi e di pregio del bene, oggi sempre più minacciati da degrado e abbandono.

Parco del Castello di Miramare a Trieste
7° classificato con 25.771 segnalazioni

Recupero e risistemazione del parterre basso del parco storico del Castello, che andrà a inserirsi nel più ampio intervento di restauro iniziato a seguito dell'Accordo di Programma tra MIBACT e Regione Friuli Venezia Giulia.

Tempio della Congregazione Olandese Alemanna a Livorno
9° classificato con 23.685 segnalazioni

Primi e più urgenti interventi di messa in sicurezza delle strutture dell'edificio, anche detto “Chiesa degli Olandesi”, a cui verrà associata un'azione di risanamento igienico, al fine di arrestare il degrado e avere poi modo di organizzare il complessivo lavoro di recupero.

Cattolica di Stilo (RC)
10° classificato con 20.009 segnalazioni

Realizzazione dell'illuminazione architetturale del monumento, a completamento di un più ampio programma di valorizzazione dell'edificio già avviato dalla Soprintendenza di Reggio Calabria in collaborazione con il Comune di Stilo.

Chiesa di San Salvatore de' Birecto ad Atrani (SA)
24° classificato con 8.970 segnalazioni

Restauro della statua lignea della Madonna con Bambino, attribuita all'artista austriaco Pietro Alemanno attivo in Italia nel primo Rinascimento, oggi profondamente alterata da una serie di interventi invasivi e in stato di degrado.

Colombarone-Cascina Leonardesca a Vigevano (PV)
27° classificato con 8.030 segnalazioni

Finanziamento di un piccolo lotto che si spera possa costituire l'avvio di un ampio progetto di restauro e restituzione alla fruizione dell'importante complesso architettonico della Cascina Leonardesca; l'intervento dei Luoghi del Cuore permetterà di recuperare i fregi e due lapidi commemorative risalenti al 1486, situati sulla facciata esterna dell'edificio del Colombarone.

Oratorio del Sasso a Cursolo Orasso (VCO)
46° classificato con 5.751 segnalazioni

Azione propedeutica alla conservazione e al restauro degli affreschi, una sorta di “cantiere pilota” per arrestare il degrado e per reperire ulteriori fondi per il restauro complessivo del bene.

Monte Somma a Pollena Trocchia (NA)
57° classificato con 4.264 segnalazioni

Progetto di recupero di alcune specie vegetali scomparse o in via di estinzione, attraverso la realizzazione di piccoli nuclei sperimentali di coltivazioni biologiche con il supporto del Dipartimento di coltivazioni arboree dell'Università Federico II di Napoli e il Parco Nazionale del Vesuvio.

Edicola dei giornali di Piazza Vigo ad Acireale (CT)
58° classificato con 4.241 segnalazioni

Recupero stilistico e architettonico della struttura, pregevole esempio di stile liberty nel centro storico della città, che porterà alla sua riapertura come punto di informazione turistica.

Basilica della SS. Annunziata a Firenze
72° classificato con 2.889 segnalazioni

Restauro del prezioso altare marmoreo con inserti lapidei e tarsie della cappella della Madonna del Soccorso o del Giambologna, a integrazione di alcuni lavori di recupero già eseguiti a seguito di un lascito testamentario datato 2010.

Giardino del Monastero delle Orsoline a Calvi dell'Umbria (TR)
87° classificato con 2.150 segnalazioni

Restauro di alcuni elementi architettonici (muri di contenimento, scale, colonnato a lato dell'ingresso, tettoia lignea) e della porzione di giardino più vicina agli edifici, che permetterà la riapertura di questa parte del complesso monastico, oggi chiusa al pubblico.

Alpe Cortlys – Sikken - Salzen a Gressoney La Trinité (AO)
89° classificato con 2.092 segnalazioni

Istruttoria per l'apposizione del vincolo paesaggistico, il cui esito positivo determinerebbe una tutela duratura del bene, oggi minacciato da un progetto di un impianto per la captazione dell'acqua a fini idroelettrici, il cui cantiere distruggerebbe il delicato equilibrio naturale dell'alpe.

Giardino “Nicola Calipari” di Piazza Vittorio Emanuele II a Roma
104° classificato con 1.674 segnalazioni

Riqualificazione di quest'area verde di particolare interesse culturale, nel cuore del rione Esquilino, attraverso la redazione di un piano di gestione partecipata che permetta di trasformarla in un piacevole luogo di aggregazione sociale.

Pieve Romanica di Santa Maria ad Nives a Mirandola (MO)
108° classificato con 1.504 segnalazioni

Recupero, a seguito dei gravi danni causati dal terremoto del 2012, di un elemento peculiare del bene, una colonna in marmo facente parte di un loggiato di epoca romanica provvisto di capitelli di pregevole fattura di scuola Wiligelmica, che si inserirà in un più complesso intervento di messa in sicurezza e recupero della Pieve realizzato mediante fondi per il terremoto messi a disposizione dalla Regione Emilia Romagna.

Parco di Villa Strozzi a Gonzaga (MN)
124° classificato con 1.102 segnalazioni

Progetto di recupero e riqualificazione del parco romantico che circonda la Villa, gravemente danneggiata dal terremoto del 2012, per la creazione di un parco didattico per le scuole dell'obbligo focalizzato sull'agricoltura.

Fra i capisaldi della strategia di Intesa Sanpaolo, che intende partecipare sempre più attivamente alla vita e allo sviluppo culturale e sociale del Paese, il Censimento ritornerà nella primavera del 2014, pronto per raccogliere nuove segnalazioni e nuovi luoghi da amare e riscoprire insieme. Segui tutti gli aggiornamenti sul sito de I Luoghi del Cuore e sulla pagina Facebook dell'iniziativa.

Clicca qui per scaricare l'elenco completo di tutti i luoghi che hanno partecipato alle Linee Guida con le relative valutazioni.

Scopri di più sugli interventi in corso e sui luoghi salvati nel corso delle passate edizioni del Censimento!

mercoledì 11 dicembre 2013



Inserisci il tuo commento
INVIA
Per inserire un commento devi prima procedere alla LOGIN. Se non hai ancora un account REGISTRATI QUI.
NON CI SONO COMMENTI

Vieni a trovarci

Castelli, ville, parchi, abbazie e
monasteri: visita luoghi unici

Iscriviti al FAI

E vivi un anno di cultura
divertendoti

Dona il tuo 5x1000 al FAI

Con la tua firma puoi cambiare l'Italia
Codice fiscale 80102030154

Racconta i beni del FAI

Partecipa al concorso letterario
"L'Italia del FAI", fino al 31 luglio



Vota il tuo luogo del cuore!