Per il paesaggio, l'arte e la natura.
Per sempre, per tutti.

Dalle persone per le persone

I nostri volontari per le Giornate FAI di Primavera


Attività FAI Abbiamo intervistato Azzurra Sorbi della Delegazione di Milano che ci ha raccontato la sua esperienza come volontaria iniziata durante le Giornate FAI di Primavera del 2012.

Se non ci fossero loro, le Giornate FAI di Primavera resterebbero solo un bel progetto su carta. Sono infatti i loro volti ad accogliere le migliaia di visitatori che ogni anno si mettono in fila per visitare i luoghi aperti dalle Delegazioni FAI di tutta Italia. Sono le loro voci a raccontare le storie che questi luoghi custodiscono spesso da secoli in silenzio. Sono loro le mani che indicano i percorsi di visita, illustrano la missione del FAI e invitano a farne parte. Sono soprattutto loro che mostrano come il FAI non sia un'istituzione silenziosa ma una fondazione fatta da persone di tutte le età che hanno scelto di partecipare attivamente alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio d'arte e natura italiano. Le loro biografie raccontano di una passione, nata spesso proprio durante un'edizione delle Giornate FAI di Primavera, come accaduto ad Azzurra Sorbi, da quattro anni volontaria della Delegazione FAI di Milano che vi accoglierà all'Albergo Diurno Venezia il prossimo 19 e 20 marzo.

Azzurra, quando inizia la tua storia con il FAI?
Inizia quattro anni fa, in occasione della ventesima edizione di Giornate FAI di Primavera. Ero da pochissimo arrivata a Milano dalle Marche e cercavo un'occasione per conoscere meglio la città, oltre le immagini patinate, gli stereotipi e…le stazioni della metropolitana! E così mi ritrovo a Villa Necchi Campiglio, nel cuore del suo centro storico in un luogo che non mi sarei mai immaginata di trovare a pochi passi dai negozi e dai soliti cliché e subito mi sono detta: io qui ci devo tornare, ma non da turista, da volontaria, perché questo posto è come casa, è anche un po' mio.

Come avviene secondo te questa alchimia, che è il tratto distintivo di Giornate FAI di Primavera?
Accade che visiti un posto meraviglioso che ti lascia senza parole e incontri persone con le quali ti riconosci e ti trovi allineata nei valori. Valori che nemmeno tu sapevi quanto per te fossero importanti finché non li hai condivisi con gli altri. È difficile “pensare in grande” da soli, ma insieme viene naturale. La partecipazione è la forza delle Giornate FAI di Primavera, il suo essere una grande festa di piazza aperta a tutti.

Il tuo ricordo più bello da volontaria per le Giornate FAI?
L'apertura nell'edizione del 2014 dell'Albergo Diurno Venezia. È stata un'esperienza forte: abbiamo sentito che la gente attendeva davvero questa apertura eccezionale perché questo luogo, sospeso nel tempo, nascosto nel sottosuolo della città, le era finalmente restituito. Abbiamo toccato con mano la forza di questa memoria collettiva, fatta di tante microstorie individuali, dei ricordi dei nonni che qui venivano dal barbiere prima di un appuntamento importante, dell'antico rituale del bagno quando la vita quotidiana nelle case di tantissimi milanesi era assai diversa da oggi. E questo aldilà del valore architettonico del luogo, dell'eleganza degli arredi, della Storia con la "S" maiuscola che vi era scritta. Era la memoria a renderlo un luogo vivo e a creare quell'atmosfera speciale tipica delle Giornate FAI di Primavera: quella gratificazione che nasce quando ricevi un regalo prezioso e hai la possibilità condividerlo con qualcuno che ne coglie in pieno il valore. Il bello delle Giornate FAI di Primavera è che si rinasce: si riaccende la memoria, si ritrova la propria identità e si riscoprono quei valori grandi che sono in noi… Insomma ci si sente davvero bene!

lunedì 7 marzo 2016



Inserisci il tuo commento
INVIA
Per inserire un commento devi prima procedere alla LOGIN. Se non hai ancora un account REGISTRATI QUI.
NON CI SONO COMMENTI

SCOPRI FIORI E PIANTE RARE

Dal 28 aprile al 1 maggio
al Castello di Masino, Caravino (TO)

ISCRIVITI SUBITO AL FAI

Entra con noi nell'Italia che ami.
Dona valore al tuo tempo libero

C.F. 80 10 20 30 154

Con il 5x1000 al FAI
la tua firma può salvare l'Italia

FAI PONTE CON IL FAI!

Scopri tutti gli eventi
organizzati nei nostri beni



DONA il tuo 5x1000 al FAI. Codice fiscale 80 10 20 30 154.