Per il paesaggio, l'arte e la natura.
Per sempre, per tutti.

Il Monastero di Torba tra le meraviglie nascoste

Il bene del FAI è stato inserito nell'”Atlas Obscura”


Attività FAI E' una vera e propria guida alternativa alla scoperta del mondo il manuale per viaggiatori curiosi che raccoglie 650 luoghi sorprendenti, esclusi dai grandi circuiti turistici. Fra questi è stato selezionato il millenario monastero in provincia di Varese, custode di numerosi affreschi fra i quali “il più evocativo è quello delle “tre sorelle senza volto” al centro di una leggenda”. Il bene è tutelato, valorizzato e aperto al pubblico dal FAI che da oltre 40 anni si prende cura di luoghi unici del nostro Paese, mete d'eccezione da non perdere per chi desidera scoprire lo straordinario patrimonio d'arte e natura italiano.


la Repubblica ROBINSON
5/02/2017

ATLANTI IMPROBABILI

Una guida alternativa al Paese delle meraviglie

Dall'isola di Robinson Crusoe al tempio sotterraneo nel Canavese, dal castello di ghiaccio in Finlandia ai baobab giganteschi del Madagascar: seicentocinquanta luoghi sorprendenti, esclusi dai grandi circuiti turistici, in un manuale per viaggiatori molto curiosi

Stai per partire per un viaggio. Sei uno che non va all'avventura e pianifica sempre i propri spostamenti. Hai tenuto da parte vari ritagli riguardanti le località che visiterai. Hai anche in mente di acquistare un volume tra i molti che si offrono di guidarti in quel paese. L'hai preso e ora lo sfogli. Ci sono tutte le cose che ti aspetti di vedere. Le annoti su un taccuino: non vuoi perderti nulla. Poi hai un'illuminazione: non è che queste cose le ho già viste, anche se non sono mai andato là? Rifletti: vero, ma io le voglio vederle ugualmente per sapere se sono davvero così, per vedere che effetto mi fanno. Subito un altro pensiero fa capolino: voglio vedere anche qualcosa di non visto. Ti chiedi: dove posso vedere il non visto? Il non-visto è qualcosa di oscuro, d'incerto, di misterioso. Lo ignori. Non potrebbe che essere così.

Tuttavia la guida c'è. Devi solo digitare un indirizzo web: Atlas Obscura. Si tratta di un sito fondato nel 2009 da due giovani americani: Joshua Foer e Dylan Thuras, cui si è aggiunta una donna, Ella Morton. Lì troverai quello che desideri. Se vuoi, puoi anche comprare in internet un libro che ha il medesimo titolo del sito, e come sottotitolo reca: An Explorer's Guide to the Worlds's Hidden Wonders. Sono passate ventiquattro ore da quando lo hai fatto. Suonano alla porta. C'è l'uomo dei pacchi. Il libro è arrivato. Siediti, mettiti comodo e comincia a leggere. All'inizio c'è la carta con i cinque continenti con i punti gialli che indicano i luoghi censiti. Restano pochi spazi vuoti: Mongolia, Botswana, Paraguay, Groenlandia, Bielorussia. Tutto il resto del mondo è stato visitato. Sono seicentocinquanta luoghi strani e meravigliosi, che ora puoi esplorare. Dato che sei uno scrupoloso, dopo aver letto l'introduzione, passi all'indice tematico. Vuoi sapere come tre autori hanno catalogato questi luoghi. Sono sei pagine fitte, disposte su tre colonne. Ti colpisce l'elenco delle architetture insolite. Non ti trattieni e cominci subito a cercarle. Ti cade l'occhio sul monumento di Buzludzha. Si trova su una montagna della Bulgaria, e sembra un'astronave atterrata lì per caso, accanto una stele con la stella rossa. Giri pagina e ci sono altri monumenti dell'arte brutalista nella ex-Jugoslavia: sogni o incubi di cemento alti decine di metri eretti tra il 1960 e il 1970 nei luoghi della seconda guerra mondiale. Ti affascinano le architetture sotterranee, i bunker, le caverne. Scopri che in Italia, a Baldissero Canavese, c'è un tempio di uno sconosciuto culto sincretico, scavato a mano sottoterra da un pittore e dagli altri membri della sua setta: è decorato a colori psichedelici con forme e disegni New Age. Vorresti subito andarci.

Decidi di guardare il resto del libro. È impaginato come una guida, un album, un'enciclopedia. Ti ricorda un libro della tua infanzia. Ogni edificio, oggetto, realtà, località, strada, castello, grotta, lago, montagna, monumento, memoriale, pianta,

Marco Belpoliti

>> Leggi l'articolo completo con la mappa dell'Italia che presenta alcune mete di Atlas Obscura selezionate da Robinson, tra le quali il Monastero di Torba.


mercoledì 8 febbraio 2017



Inserisci il tuo commento
INVIA
Per inserire un commento devi prima procedere alla LOGIN. Se non hai ancora un account REGISTRATI QUI.
NON CI SONO COMMENTI

“ROBERT WILSON. TALES”

Emozionati con le opere in mostra
a Villa Panza, Varese.

ISCRIVITI SUBITO AL FAI

Regalati un 2017 all'insegna del
tempo libero di qualità.

DONA PER IL TERREMOTO

Sostieni il restauro della Madonna
del Sole ad Arquata del Tronto.

I LUOGHI DEL CUORE

Clicca e scopri chi ha vinto
l'ottava edizione del censimento



Regalati un anno nella Italia più bella: iscriviti subito al FAI!