Per il paesaggio, l'arte e la natura.
Per sempre, per tutti.

Reati contro il patrimonio culturale: avanti tutta

Procedono i lavori per la creazione di un sistema di norme a tutela dei beni d'arte e natura italiani


Attività FAI Il FAI segue con grande interesse i lavori per il nuovo Disegno di Legge relativo ai “Reati contro il patrimonio culturale”: un passo decisivo che renderà finalmente merito al valore dei beni d'arte e natura del nostro Paese.

Il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali Dario Franceschini e il Ministro della Giustizia, Andrea Orlando hanno presentato il 12 gennaio 2017 un nuovo Disegno di Legge relativo ai “Reati contro il patrimonio culturale”. Il FAI segue questo atteso provvedimento dalla sua prima formulazione: lo stesso Andrea Carandini, Presidente del FAI, ha recentemente sottolineato ai microfoni del Tg1 l'urgenza di arginare queste problematiche con un approccio sia pratico che educativo nei confronti dei cittadini.

Nuove forme di reato nel Codice Penale

Il ddl mira a uniformare e integrare le previsioni normative italiane in materia di repressione dei reati contro il patrimonio culturale, tema sempre più attuale e dibattuto, attraverso l'introduzione all'interno del Codice Penale di nuove forme di reato e la previsione di sanzioni penali più severe per le aggressioni nei confronti di beni di interesse culturale e paesaggistico. Sul testo sta ora lavorando la Commissione di Giustizia della Camera, presieduta dall'On. Donatella Ferranti, che ha recentemente licenziato un nuovo testo base.

Tra le varie norme che andranno a costituire il nuovo Titolo VIII-bis del Codice penale, che consterà di ben 17 articoli (dal 518-bis al 518-octiesdecies), verrà introdotto anche il delitto di distruzione, danneggiamento, deturpamento o imbrattamento di beni culturali e paesaggistici, particolarmente importante in un Paese culturalmente ricco come l'Italia. Inoltre, in linea con gli sviluppi legislativi a livello europeo, verranno previste altre fattispecie autonome come i delitti di furto, esportazione illecita o detenzione illegale di beni culturali.

Un passo decisivo per la tutela del nostro patrimonio

Un importante passo avanti dunque: la creazione un sistema di norme sistematico e coerente in grado di rendere merito al valore del nostro patrimonio culturale e del nostro paesaggio quale bene unico e non riproducibile, appartenente alla collettività.


“Proteggi l'Italia, proteggi una parte di te”
Il Paese in cui viviamo è parte integrante della nostra stessa vita. Proteggiamolo insieme. Con una donazione al FAI puoi fare la tua parte. Sostieni la nostra attività con una donazione libera: ogni donazione, anche piccola, vale un patrimonio.
L'Italia te ne sarà grata.
Dona

martedì 13 giugno 2017



Inserisci il tuo commento
INVIA
Per inserire un commento devi prima procedere alla LOGIN. Se non hai ancora un account REGISTRATI QUI.
NON CI SONO COMMENTI

RENDI UNICA LA TUA ESTATE

Castelli, ville, boschi: scopri le
meraviglie del FAI in tutta Italia!

ISCRIVITI SUBITO AL FAI

Entra con noi nell'Italia che ami.
Dona valore al tuo tempo libero.

“ROBERT WILSON. TALES”

Emozionati con le opere in mostra
a Villa Panza, Varese.

1 TESSERA, 1.000 VANTAGGI

Scopri tutti gli sconti riservati
ai nostri iscritti.



Dona valore al tuo tempo libero: iscriviti al FAI!