Per il paesaggio, l'arte e la natura.
Per sempre, per tutti.

DELEGAZIONE DI MANTOVA

Capo Delegazione: Anna Maria Petrobelli

Delegazione: Araldi Omero, Mori Anna, Scaietta Italo, Sacchi Lorenzo, Mossini Chiara, Portioli Claudia, Morselli Fabrizia, Botturi Giuseppe, Bianchi Isabella

Per informazioni: delegazionefai.mantova@fondoambiente.it
oppure contattare la Segreteria Regionale Lombardia ai numeri:
tel 02 76002503 - fax 02 76311284


» Visita il BLOG della Delegazione FAI di Mantova «


Punti FAI

Libreria Galleria Einaudi
Corso Vittorio Emanuele 19 - Mantova
tel. 0376 365854

Famacia dott. Giovannoli
Via Mazzini 65 - Castiglione delle Stiviere (MN)
referente: dott. Stefano Giovannoli

Cronos snc – Scuola di Lingue
Via Pastorio 9 - Castiglione delle Stiviere (MN)
tel. 0376 670767
email: loretta@cronoschool.com
referente: dott.ssa Loretta Sajetti

Museo Archeologico Cavriana
Piazza Castello 8 - Cavriana (MN)
tel. 0376 806330
email: museo.cavriana@libero.it
referente: prof. Adalberto Piccoli


Eventi 2014


APPUNTAMENTO CON LA STORIA DELLA MODA E DEL COSTUME, VIII Edizione

FEBBRAIO

INCONTRI CULTURALI - DUE GRANDI PROTAGONISTI SI RACCONTANO
Domenica 2 febbraio
Antonio Marras con Michele Venturini
Domenica 9 febbraio
Elio Fiorucci con Edgarda Ferri   

Domenica 2 febbraio
Antonio Marras con Michele Venturini, ore 16.15
Mantova, Aula Magna dell’Università, via Scarsellini 2
Antonio Marras, affermato stilista di Alghero,  è  conosciuto nel mondo della moda internazionale per le sue creazioni originali legate alla cultura sarda, fatte di materiali semplici e tradizionali ed arricchiti da sue elaborazioni. Per  meriti  professionali è stato direttore creativo della maison francese Kenzo. Appassionato al mondo dell’arte, ha organizzato numerose mostre ed eventi di carattere culturale.
Michele Venturini, grande appassionato d’arte e di moda, svolge l’attività di consulente di immagine e di comunicazione per diverse aziende nel settore moda e accessori.
Al termine della conversazione, alle ore 19.00, inaugurazione dell’evento "Archivio provvisorio" di Antonio Marras presso Spazio Bernardelli, c.so Umberto I, 27.
A conclusione della serata i partecipanti saranno ospiti graditi e attesi alla cena benefica a favore del FAI, ospite d’onore Antonio Marras, alle ore 20.15 presso una dimora privata ricavata nella ex Chiesa di S. Zenone in via Ardigò, 20 A.
Prenotazione obbligatoria entro il 31 gennaio presso Galleria Libreria Einaudi, c.so Vittorio Emanuele 19 tel. 0376 365854.
Contributo per la cena: € 29.

Domenica 9 febbraio
Elio Fiorucci con Edgarda Ferri, ore 16.15
Mantova, Aula Magna dell’Università, via Scarsellini 2
Elio Fiorucci, stilista e designer milanese, alla fine degli anni sessanta ha creato un'attività dedicata alle mode provenienti dal mondo anglosassone. Dal 1970 ha iniziato la produzione di abiti per il tempo libero distribuiti in tutto il mondo. Il marchio Fiorucci, divenuto un fatto di costume, ha influenzato i gusti dei giovani di tutti i Paesi e di ogni estrazione sociale. Ha rivoluzionato ogni canone della moda e dell’arredamento utilizzando materiali innovativi e colorazioni particolari.
Edgarda Ferri, scrittrice e giornalista, appassionata di storia, ha scritto numerose biografie di donne e personaggi famosi del passato e  romanzi tratti da vicende di storia contemporanea. Collabora con il Corriere della Sera, vive a Milano, ma è spesso vivace protagonista della vita culturale mantovana.

CONFERENZA
Domenica 16 febbraio
Salvatore Ferragamo, “Il ciabattino delle dive”, ore 16.15
Mantova, Madonna della Vittoria ,via Monteverdi 2
Salvatore Ferragamo, giovanissimo artigiano campano che produceva scarpe su misura,  raggiunse i fratelli negli Stati Uniti. Aprì il suo primo negozio ad Hollywood dove si guadagnò il nome di “calzolaio delle stelle”, poiché aveva ottenuto grande fama presso le dive del cinema. Ritornato in Italia nel 1927 fondò a Firenze un’azienda di scarpe destinata al mercato americano. Dopo un periodo di crisi, negli anni ’50 il palazzo Spini Feroni, sede della sua attività, divenne meta di quanti erano alla ricerca di calzature considerate straordinarie per qualità ed inventiva. Talvolta è stato indicato come un visionario, con i suoi disegni che spaziano da creazioni originali, spesso veri e propri oggetti d'arte di altissimo design, a linee di eleganza più tradizionale, che servirono da ispirazione anche ad altri progettisti della calzatura del suo tempo.                                              
Riccardo Vannetti, critico d’arte toscano, esperto di marketing, vanta prestigiose collaborazioni con magazine di moda e scrive principalmente di arte, architettura e viaggi. Esperto di stile e di buon gusto, ha anche partecipato a  programmi televisivi
A cura di Riccardo Vannetti.

MARZO

GITA CULTURALE
Sabato 8 marzo
La Galleria del Costume di Palazzo Pitti e il Museo Ferragamo a Palazzo Spini Feroni
Firenze
La Galleria del Costume, fondata nel 1983, costituisce il primo e ancora l’unico museo statale in Italia dedicato alla storia della moda e si prefigura come uno dei più importanti in ambito internazionale. Attualmente vi si conservano oltre settemila pezzi fra abiti antichi e moderni, accessori di moda dal XVIII secolo ad oggi, e costumi di scena.                                                          I
Il Museo  Ferragamo documenta l'intero arco di attività di Salvatore Ferragamo, dal suo ritorno in Italia nel 1927 fino al 1960, anno della morte, mettendo in luce la capacità tecnica ed artistica di Salvatore, che attraverso la scelta dei colori, la fantasia dei modelli e la sperimentazione dei materiali seppe offrire un contributo fondamentale allo sviluppo e all'affermazione del "Made in Italy".
Prenotazioni obbligatorie presso Galleria Libreria Einaudi ,c.so Vittorio Emanuele 19 (tel.0376 365854) entro il 28 febbraio.
Quota di partecipazione € 60 Iscritti FAI/ € 70 non Iscritti FAI.
Ulteriori informazioni saranno disponibili prossimamente presso la Galleria Libreria Einaudi, c.so Vittorio Emanuele 19 tel. 0376 365854.

***

Maggio

INCONTRO CULTURALE
Sabato 10 maggi, ore 17. 30
Il ruolo dell'antiquario nella scoperta dei tesori del patrimonio artistico
Galleria Mossini, via Cavour 104 , Mantova, tel.0376 368910
Conversazione a cura di Massimo e Marcello Mossini.
La conversazione si terrà presso la GALLERIA MOSSINI, .
Ingresso libero.

 

INCONTRO CULTURALE
Sabato  17 maggio, ore 17.30.
Il paesaggio nella pittura italiana fra le due guerre
Libreria Galleria Einaudi, Mantova
Accompagnerà durante l’incontro Elena Pontiggia. Storica dell’arte, insegna Storia dell’Arte Contemporanea all’Accademia di Brera, collabora come critico d’arte a vari giornali e riviste ed ha curato numerose esposizioni d’arte. Si occupa in particolare dell’arte fra le due guerre e del rapporto tra modernità e classicità. Si interessa agli scritti di poetica, pubblicando i testi teorici degli artisti da Cézanne a Pollok. Nel 1996 ha vinto il premio “San Valentino d’oro”per la Storia dell’arte e nel 2009 il premio “Carducci” con il libro “Modernità e classicità. Il ritorno all’ordine in Europa dal dopoguerra agli Anni Trenta”. Il suo ultimo lavoro è una biografia di Sironi in corso di stampa.
Durante la conversazione saranno proiettate numerose immagini di dipinti.
L’appuntamento è presso la Libreria Galleria Einaudi, corso Vittorio Emanuele II, 19 tel 0376 365854  
Ingresso libero.

INCONTRO CULTURALE
Venerdi 23 maggio, ore 17.30
I Romanov e l’arte di Fabergé
Mantova
Una conversazione a cura di Gaia Tosoni e Italo Scaietta
Italo Scaietta intratterà sul fasto della corte degli  Zar di Russia, Alessandro e Nicola Romanov.
Gaia Tosoni si soffermerà in particolare sulle creazioni di Fabergé, gioielli ma soprattutto oggetti tra cui le celeberrime Uova Imperiali. Gli interventi saranno accompagnati da immagini e video .
Al termine verrà offerto un drink ai partecipanti.
La conversazione si terrà presso la Gioielleria Tosoni, via Oberdan, tel 0376 364895  
Ingresso libero.

VISITA CULTURALE
Domenica 25 maggio, ore 17.30
Incontro pomeridiano presso Villa "L’Eremo" di Curtatone.
Si tratta di una antica villa padronale  immersa in un parco assai curato,  dove si potrà trascorrere un tranquillo pomeriggio animato da brevi informazioni culturali, qualche chiacchiera e una leggera merenda.
Edificata nel 1752, su commissione dei marchesi Remesini Luzzara, divenne proprietà dei marchesi Guidi Di Bagno nell’ottocento. Ha un impianto particolare nel quale confluiscono elementi architettonici delle cinquecentesche ville palladiane ed altri di contemporaneità settecentesca. Il fulcro dell’edificio è l’atrio ottagonale a doppia altezza che si apre sul giardino attraverso due logge sovrapposte. L’interno è impreziosito da pregevoli affreschi d’epoca ed è dotato di una cappella privata.
L'appuntamento è fissato alle ore 17.30 presso l’ingresso di Villa Eremo.
Prenotazione obbligatoria presso la Libreria Einaudi fino al raggiungimento massimo di 50 persone.
Contributo libero a partire da 10 €.

                                           

 

 

 

 

 

,

 

 

 

 

 



Vivi un'esperienza speciale

Castelli, ville, monasteri, boschi:
scopri la bellezza dei Beni FAI

Tifa per l'Italia che ami

Dal 13 maggio al 30 novembre
partecipa al Censimento 2014

Vivi di cultura risparmiando

Con la tessera FAI per te sconti
in oltre 700 realtà in tutta Italia!

Minacciato Ponte San Pietro

A rischio l'isolotto dal raro habitat
per un nuovo piano di insediamento


Iscriviti subito al FAI!