Per il paesaggio, l'arte e la natura.
Per sempre, per tutti.

ACQUISIRE CON ATTENZIONE

 

Di quali Beni si prende cura il FAI?

Da quasi 40 anni uno degli obiettivi del FAI è restaurare e riaprire al pubblico i monumenti e i luoghi di natura che gli sono affidati e che, senza il suo intervento, sarebbero destinati all’abbandono.
Oggi ci occupiamo di 50 Beni in tutta Italia: parchi, castelli, ville, dimore storiche e abbazie ma anche piccoli gioielli come un’edicola storica nel cuore di Mantova, un'antica barberia genovese...
Di questi 50 Beni, 29 sono regolarmente aperti al pubblico,  16 sono tutelati dal FAI, 5 sono in restauro.



In che modo il FAI acquisisce i Beni di cui si occupa?

  La maggior parte dei Beni ci vengono donati dai privati, altri ci sono affidati in concessione dalle Istituzionii, come nel caso del Giardino della Kolymbethra nella Valle dei Templi di Agrigento, di Parco Villa Gregorianaa Tivoli (RM) e dell’Abbazia di Santa Maria di Cerrate a Lecce.

 

Che vantaggio ha un privato a donare un Bene al FAI?

Donare un Bene al FAI significa garantirgli un futuro, assicurarsi che venga difeso dai danni del tempo ce dal degrado. Prendendocene cura, quindi, rendiamo un duplice servizio: all'Italia intera, che può apprezzare importanti testimonianze della nostra cultura, e anche al donatore dato che assieme ai nostri luoghi difendiamo la loro storia.
In ogni caso, selezioniamo le donazioni prima di accettarle, perché non tutti i Beni rispecchiano i criteri che abbiamo deciso di seguire per la loro acquisizione.

 

Quali sono i criteri che il FAI segue per scegliere di quali Beni occuparsi?

  • Offrire ai visitatori il patrimonio più rappresentativo possibile delle mille sfaccettature della cultura, della storia, dell’arte e del paesaggio del nostro Paese: dall’eccezionalità di Villa del Balbianello a Lenno (CO) alla perfetta integrazione tra il Bene e il paesaggio che lo circonda delle Batterie militari Talmone a Palau (Olbia Tempio)
  • Essere presenti sulla maggior parte del territorio nazionale, allargando sempre più l’attenzione dal singolo Bene al territorio in cui è inserito per valorizzarlo nel suo contesto naturale;
  • Garantire la sostenibilità economica della gestione dei Beni attraverso una strategia di ampio respiro che ci permette di tutelare non solo luoghi di grande richiamo per il pubblico ma anche piccoli e grandi gioielli che non hanno la caratteristiche necessarie per recuperare nel tempo l’investimento iniziale

ISCRIVITI AL FAI ►



I BENI DEL FAI

Castelli, ville, boschi: scopri le
meraviglie del FAI in tutta Italia!

“ROBERT WILSON. TALES”

Emozionati con le opere in mostra
a Villa Panza, Varese.

ISCRIVITI SUBITO AL FAI

Entra con noi nell'Italia che ami.
Dona valore al tuo tempo libero.

1 TESSERA, 1.000 VANTAGGI

Scopri tutti gli sconti riservati
ai nostri iscritti.



Dona valore al tuo tempo libero: iscriviti al FAI!