Per il paesaggio, l'arte e la natura.
Per sempre, per tutti.

Lo strappo

Arte

Una mostra dedicata ai capolavori dell'affresco, strappati nel corso di tre secoli e giunti fino ad oggi

Dalle pitture di Pompei ed Ercolano, preziose testimonianze delle due estinte città partenopee a Giotto e Pisanello, da Melozzo da Forlì a Correggio e Guido Reni. Dal prossimo febbraio il MAR di Ravenna aprirà le porte all'"Incanto dell'affresco”, una mostra unica, testimonianza di una tecnica che se da un lato è servita a salvare capolavori inestimabili, dall'altro fu usata anche per scopi meno nobili. Risalgono ai tempi di Vitruvio e di Plinio le prime operazioni di distacco, secondo una tecnica che prevedeva la rimozione delle opere insieme a tutto l'intonaco e il muro che le ospitava. In questo modo, in un arco temporale compreso fra il XVI e il XVIII secolo, vennero traslate la Maddalena piangente di Ercole de Roberti della Pinacoteca Nazionale di Bologna, Il gruppo di angioletti di Melozzo da Forli dei Musei Vaticani, La Madonna della Mani del Pinturicchio: opere tutte presenti in mostra. Una tecnica, quella del distacco, difficile e dispendiosa che a partire dalla fine del Settecento venne lentamente sostituita, dallo strappo, una tecnica che tramite uno speciale collante permetteva, appunto, di strappare gli affreschi per trasporli su tela. Da quel momento in poi e fino a tutto il XIX secolo un gran numero di capolavori furono staccati dalle volte delle chiese, dalle pareti dei palazzi pubblici e privati per essere portati in luoghi più sicuri, nelle quadrerie e nelle gallerie nobiliari d'Italia e di mezza Europa. Spesso infatti, dietro alle supposte esigenze conservative, si nascondevano in realtà motivazioni collezionistiche.

Vai al sito del MAR di Ravenna

Fonte: Artislife.com

Vai all'archivio delle news



RENDI UNICA LA TUA ESTATE

Castelli, ville, boschi: scopri le
meraviglie del FAI in tutta Italia!

ISCRIVITI SUBITO AL FAI

Entra con noi nell'Italia che ami.
Dona valore al tuo tempo libero

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Dall'arte alla musica: non perdere
le iniziative nei luoghi del FAI.

1 TESSERA, 1.000 VANTAGGI

Scopri tutti gli sconti riservati
ai nostri iscritti



Dona valore al tuo tempo libero: iscriviti al FAI!