Per il paesaggio, l'arte e la natura.
Per sempre, per tutti.

Pacco sospetto

Beni Culturali

Stava per finire nelle mani di un miliardario americano un prezioso affresco rubato a Paestum

La vicenda inizia il 19 aprile 2011 quando ai federali statunitensi giunge notizia di un pacco in arrivo a New York, ad opera di un servizio postale svizzero. Il mittente è un avvocato del Lussemburgo, mentre il destinatario è un noto e ricchissimo finanziere. Ufficialmente il pacco contiene un affresco originario della Macedonia. Ma gli agenti hanno dei dubbi e così il reperto viene sottoposto a un pool di esperti. Il verdetto è unanime, si tratta di una porzione di affresco proveniente dal sito archeologico di Paestum, di cui si erano perse le tracce dagli anni '70. Il disegno, su base triangolare, è perfettamente speculare, infatti, a un affresco ritrovato nella Tomba 53 della necropoli di Andriuolo, scavata dall'archeologo Mario Napoli nel 1969. Stesse dimensioni, stessa scena: secondo gli esperti i due dipinti si trovavano uno di fronte all'altro all'interno della tomba. Solo uno, però, è rimasto sul posto, conservato nel Museo archeologico. L'altro, trafugato, ha trovato rifugio in Svizzera per trent'anni, prima di riapparire. In Campania, ora, tutto è pronto per il suo rientro.

Fonte: L'Espresso

 

 

Vai all'archivio delle news



RENDI UNICA LA TUA ESTATE

Castelli, ville, boschi: scopri le
meraviglie del FAI in tutta Italia!

ISCRIVITI SUBITO AL FAI

Entra con noi nell'Italia che ami.
Dona valore al tuo tempo libero

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Dall'arte alla musica: non perdere
le iniziative nei luoghi del FAI.

1 TESSERA, 1.000 VANTAGGI

Scopri tutti gli sconti riservati
ai nostri iscritti



Dona valore al tuo tempo libero: iscriviti al FAI!