Per il paesaggio, l'arte e la natura.
Per sempre, per tutti.

DUE GIORNI PER L'AUTUNNO - 2010


Castello di Masino, Caravino (Torino)

Con l'organizzazione della Accademia Piemontese del Giardino, più di 120 fra i migliori vivaisti italiani e stranieri, oltre a presidi e consorzi di tutela dei prodotti tipici, presentano tutto il meglio per “il giardino che verrà”, per l'orto e per il terrazzo. Per i bambini laboratori di giardinaggio e ortofrutta. Ampi parcheggi nelle vicinanze della mostra.


+ MAGGIORI INFORMAZIONI

Anche quest'anno la manifestazione offrirà a tutti gli esperti o semplici appassionati di giardinaggio l'opportunità unica di ritrovarsi con oltre 125 tra i migliori vivaisti italiani ed europei, presenti a Masino con le loro collezioni di punta e interessanti novità. In questa stagione di rinnovi e preparazione per l'anno successivo, i visitatori potranno, quindi, documentarsi sulle piante e i fiori per il “giardino che verrà”, e acquistare rari e antichi prodotti dell'orto e del frutteto, abitualmente difficili da reperire.

Espositori altamente qualificati e specializzati proporranno piante a fioritura autunnale, con bacche ornamentali, decorative per la foglia, alberi e arbusti a colorazione autunnale, piante aromatiche e officinali, da frutta e da orto, bulbi, tuberi e rizomi a fioritura primaverile, sementi rare, rose a fioritura invernale, oltre narcisi, tulipani botanici, iris rifiorenti, bulbi, tuberi e rizomi, collezioni di lavanda e piante aromatiche rare, piante di bambù e strutture in bambù per giardini, zucche ornamentali e commestibili, attrezzature per la cura del giardino, dell'orto e del frutteto, cesterie e vasi decorati, editoria specializzata, quadri con fiori pressati.

Saranno inoltre presentati e messi in vendita prodotti tipici dell'orto e del frutteto d'autunno, la maggior parte dei quali sono “presidi Slow Food” per via della loro eccezionale qualità e perché rispondono a criteri di stagionalità, tipicità territoriale e filiera corta. Tra questi peperoni Cuore di bue di Carmagnola e peperone quadro di Cuneo; porri e rape bianche di Cervere; cardo gobbo di Nizza Monferrato; cardo bianco e cipolle gialle piatte di Andezeno; cavoli verza di Montalto Dora e cavolfiori di Moncalieri; ravanelli di Torino; patate blu e marroni della Val Susa e patate di montagna; mele Annurca di Benevento; noci di Sorrento e nocciole del Piemonte.

Tra le novità di questa edizione: arredi e oggetti per il giardino in metallo riciclato, attrezzatura apistica per produzione di miele e derivati, abbigliamento da giardino e tessuti manufatti a telaio, confezioni e accessori in tessuto “Casentino”, colombaie inglesi in legno, prodotti ornitologici.

Inoltre, sabato 16 ottobre, alle ore 15.00, l'architetto Paolo Pejrone presenterà il libro dal titolo “Il tempo è un albero che cresce” di Luisa Pulcher (Edizioni Instar Libri).

In più, sarà possibile effettuare visite guidate agli  interni del Castello di Masino a cura degli studenti e dei docenti dell'Istituto di Istruzione Superiore “Piero Martinetti” di Caluso.
E per i più piccoli: sabato e domenica verranno organizzati laboratori ludico-didattici per bambini a cura di Spassatempo.




“ROBERT WILSON. TALES”

In mostra dal 4 novembre
a Villa Panza, Varese.

FAI NATALE CON NOI

A Natale regala la tessera FAI.
Regala l'Italia più bella.

DONA PER IL TERREMOTO

Sostieni il restauro della Madonna
del Sole ad Arquata del Tronto.

SALVA IL SUOLO

Firma la petizione che chiede norme
per la tutela del suolo europeo.



A Natale FAI un regalo di valore: regala la tessera FAI