Per il paesaggio, l'arte e la natura.
Per sempre, per tutti.

DUE GIORNI PER L'AUTUNNO - 2010


Castello di Masino, Caravino (Torino)

Con l'organizzazione della Accademia Piemontese del Giardino, più di 120 fra i migliori vivaisti italiani e stranieri, oltre a presidi e consorzi di tutela dei prodotti tipici, presentano tutto il meglio per “il giardino che verrà”, per l'orto e per il terrazzo. Per i bambini laboratori di giardinaggio e ortofrutta. Ampi parcheggi nelle vicinanze della mostra.


+ MAGGIORI INFORMAZIONI

Anche quest'anno la manifestazione offrirà a tutti gli esperti o semplici appassionati di giardinaggio l'opportunità unica di ritrovarsi con oltre 125 tra i migliori vivaisti italiani ed europei, presenti a Masino con le loro collezioni di punta e interessanti novità. In questa stagione di rinnovi e preparazione per l'anno successivo, i visitatori potranno, quindi, documentarsi sulle piante e i fiori per il “giardino che verrà”, e acquistare rari e antichi prodotti dell'orto e del frutteto, abitualmente difficili da reperire.

Espositori altamente qualificati e specializzati proporranno piante a fioritura autunnale, con bacche ornamentali, decorative per la foglia, alberi e arbusti a colorazione autunnale, piante aromatiche e officinali, da frutta e da orto, bulbi, tuberi e rizomi a fioritura primaverile, sementi rare, rose a fioritura invernale, oltre narcisi, tulipani botanici, iris rifiorenti, bulbi, tuberi e rizomi, collezioni di lavanda e piante aromatiche rare, piante di bambù e strutture in bambù per giardini, zucche ornamentali e commestibili, attrezzature per la cura del giardino, dell'orto e del frutteto, cesterie e vasi decorati, editoria specializzata, quadri con fiori pressati.

Saranno inoltre presentati e messi in vendita prodotti tipici dell'orto e del frutteto d'autunno, la maggior parte dei quali sono “presidi Slow Food” per via della loro eccezionale qualità e perché rispondono a criteri di stagionalità, tipicità territoriale e filiera corta. Tra questi peperoni Cuore di bue di Carmagnola e peperone quadro di Cuneo; porri e rape bianche di Cervere; cardo gobbo di Nizza Monferrato; cardo bianco e cipolle gialle piatte di Andezeno; cavoli verza di Montalto Dora e cavolfiori di Moncalieri; ravanelli di Torino; patate blu e marroni della Val Susa e patate di montagna; mele Annurca di Benevento; noci di Sorrento e nocciole del Piemonte.

Tra le novità di questa edizione: arredi e oggetti per il giardino in metallo riciclato, attrezzatura apistica per produzione di miele e derivati, abbigliamento da giardino e tessuti manufatti a telaio, confezioni e accessori in tessuto “Casentino”, colombaie inglesi in legno, prodotti ornitologici.

Inoltre, sabato 16 ottobre, alle ore 15.00, l'architetto Paolo Pejrone presenterà il libro dal titolo “Il tempo è un albero che cresce” di Luisa Pulcher (Edizioni Instar Libri).

In più, sarà possibile effettuare visite guidate agli  interni del Castello di Masino a cura degli studenti e dei docenti dell'Istituto di Istruzione Superiore “Piero Martinetti” di Caluso.
E per i più piccoli: sabato e domenica verranno organizzati laboratori ludico-didattici per bambini a cura di Spassatempo.




Vieni a trovarci

Castelli, ville, parchi, abbazie e
monasteri: visita luoghi unici

Iscriviti al FAI

E vivi un anno di cultura
divertendoti

Scopri le mostre del FAI

Grandi artisti e designer animano
Villa dei Vescovi e il Negozio Olivetti

Racconta i beni del FAI

Partecipa al concorso letterario
"L'Italia del FAI", fino al 31 luglio



Iscriviti subito al FAI!