Iscriviti al FAI
Cosa FAI Oggi - Monte Testaccio e il suo cuore di cocci

Cosa FAI Oggi - Monte Testaccio e il suo cuore di cocci

Condividi
Cosa FAI Oggi - Monte Testaccio e il suo cuore di cocci
Visite guidate speciali Appuntamento a cura di DELEGAZIONE FAI DI ROMA

Apertura straordinaria per il FAI del Monte dei Cocci al Testaccio, a cura dei Volontari della Delegazione FAI di Roma.

Ai piedi dell’Aventino fu trovato il posto ideale per un nuovo porto e nel 193 a.C. fu realizzata una grande banchina lunga 600 m e larga 90m: era l’attracco detto Emporium, straordinario e necessario per sostenere l’arrivo delle merci, che per di più offriva anche il vantaggio di un collegamento diretto, attraverso la via Ostiense, con il polo marittimo della città.
La formazione del Monte Testaccio  è la diretta conseguenza dell’intensa attività mercantile che si svolgeva nel quartiere. A partire dall’età augustea si cominciarono ad accumulare i frammenti ceramici (in latino testae) dei “vuoti a perdere”, ovvero delle anfore che, svuotate del loro contenuto, venivano ridotte in frantumi e smaltite in una vera e propria discarica organizzata, divenuta nel tempo questa collina artificiale fino all’attuale altezza di 45 metri.

Lo spettacolo esaltante di un panorama a 360° visto da una angolazione particolare accompagnerà per tutto il tempo della visita.

Orario

Visite con prenotazione obbligatoria. Primo ingresso alle ore 9.20, ultimo alle ore 18.
Accesso da via Zabaglia 24.
Si consigliano scarpe comode e chiuse.

Modalità di partecipazione

Evento a contributo a partire da 3 euro per iscritti FAI, 5 euro per non iscritti.
Prenotazione obbligatoria su faiprenotazioni.it entro il 25 settembre.

Contatti

Per informazioni: roma@delegazionefai.fondoambiente.it

Guarda la locandina dell'evento

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te