Iscriviti al FAI
Progettare la sostenibilità nei Beni del FAI

Progettare la sostenibilità nei Beni del FAI

Condividi
Progettare la sostenibilità nei beni del FAI
Tuteliamo il nostro bene più prezioso

Curare luoghi speciali per le generazioni presenti e future è uno dei capisaldi della missione del FAI: un impegno di alto profilo, coerente con il concetto di sviluppo sostenibile definito nel 1987 dalle Nazioni Unite:

«Per sviluppo sostenibile si intende uno sviluppo in grado di assicurare il soddisfacimento dei bisogni della generazione presente senza compromettere la possibilità delle generazioni future di realizzare i propri».

Il riscaldamento globale, la trasformazione dei suoli, la perdita di biodiversità sono la rappresentazione tangibile dello squilibrio di un ecosistema ormai al collasso.

Serve allora un cambio di visione culturale, a partire da una ridefinizione dell’Ambiente come Ambiente umano, cioè il risultato di una co-evoluzione di Natura e di Uomo, che è stata straordinariamente costruttiva nei millenni, ma sempre più distruttiva negli ultimi secoli.

Molte delle attività che la Fondazione promuove e sviluppa, sia a livello nazionale sia a livello locale nei suoi Beni, sono allineate agli SDGs, gli obiettivi di sviluppo sostenibile al 2030 definiti dalle Nazioni Unite, che riconoscono lo stretto legame tra il benessere umano e la salute del sistema naturale.

Davanti all’emergenza ambientale, sociale ed economica generata dal riscaldamento globale, che ha visto una forte accelerazione negli ultimi decenni, il FAI è sempre più consapevole che ognuno, dai Governi fino ai cittadini, debba fare la sua parte per ridurre le emissioni di CO2 in atmosfera.

È anche per questo che nel 2015 il FAI ha dato avvio al “Progetto Beni Sostenibili”, con l’obiettivo, attraverso l’efficientamento energetico dei propri edifici, di ridurre al 2030 del 20% le emissioni di CO2. Grazie alle attività che i Beni svolgono, al loro interno ma anche sul territorio, questi possono essere definiti veri e propri promotori dello sviluppo sostenibile e di una nuova visione culturale sull’Ambiente:

Promuovere la cultura della Natura
a tutto tondo, dalla valorizzazione degli aspetti caratteristici dei Beni e del loro territorio (dalla botanica alla storia, dalla biodiversità alla difesa del suolo), alla gestione sostenibile delle risorse in un’ottica di economia circolare e di un approccio al patrimonio costruito con un’attenzione al riuso dei materiali e delle tecniche tradizionali.
I Beni FAI come laboratori
in cui sperimentare nuovi approcci alla progettazione, gestione e valorizzazione con l’impiego di tecnologie innovative e l’utilizzo di saperi antichi tra stringenti vincoli storico-architettonici
I Beni FAI promotori di nuove buone pratiche

Nella sempre più radicata consapevolezza che ogni azione, anche la più piccola, può avere un significato dimostrativo e educativo. Per questo i Beni del FAI dal 2021 saranno, in linea di massima e laddove le condizioni meteo lo consentano, visitati con la sola luce naturale e con temperature ragionate ma in ribasso (mai più di 17 gradi) rispetto a un tempo.

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te