Iscriviti al FAI
FAQ

FAQ

Giornate FAI di Primavera in Valle d'Aosta, Sardegna e Sicilia - Sabato 5 e domenica 6 giugno

    Cosa devo fare per partecipare alle visite?

    Per avere la certezza di un posto riservato durante le Giornate FAI di Primavera del 5 e 6 giugno (edizione di recupero in Sardegna, Sicilia e Valle d’Aosta) è consigliato (salvo comunicazione diversa indicata nelle modalità di visita del luogo) prenotare la visita sul sito www.giornatefai.it, scegliere il giorno e l’orario preferiti tra quelli disponibili e versare il contributo in favore del FAI.

    Le prenotazioni saranno aperte a partire dal 28 maggio, fino ad esaurimento posti per ogni slot di visita. Ricordiamo che iscrivendovi al FAI online potrete usufruire dell’ingresso in alcuni luoghi esclusivi.

    Nel caso i turni disponibili nelle prenotazioni online non fossero pieni, sarà possibile far partecipare i visitatori che non hanno prenotato fino ad esaurimento della capienza del turno di visita.

    Durante le visite sarà necessario rispettare tutte le norme di sicurezza indicate nei cartelli informativi posti all’inizio dei percorsi: è infatti obbligatorio mantenere il distanziamento sociale, evitare di creare assembramenti, indossare la mascherina durante l’intera durata della visita, disinfettare le mani con gli appositi gel situati lungo il percorso e attenersi alle indicazioni date dal personale volontario.

    Perché devo versare un contributo per partecipare alle Giornate FAI?

    L’iniziativa delle Giornate FAI di Primavera si inquadra nell’ambito delle iniziative di raccolta pubblica di fondi occasionale (Art 143, c 3, lett a), DPR 917/86 e art 2, c 2, D Lgs 460/97) nel corso della quale si chiede a coloro che lo desiderano di sostenere il FAI con un contributo minimo. Coloro che scelgono di donare online, se lo gradiscono, possono prenotare il proprio spazio di visita, assicurandosi così l’ingresso dal momento che, per rispettare la sicurezza di tutti, i posti sono limitati. Il contributo suggerito a partire da 3 euro viene, come sempre, chiesto liberamente anche in piazza.

    Il contributo non è obbligatorio. È una donazione per sostenere la missione della Fondazione. Mai come in questo preciso momento storico il FAI chiede il sostegno di tutti per poter far fronte alle difficoltà causate dai mesi di blocco forzato delle sue attività, dovuto all’emergenza sanitaria.

    Non ho trovato più posti disponibili per le aperture che mi interessavano. Posso presentarmi in loco il giorno dell’evento e aspettare che si liberi qualche posto?

    La prenotazione è consigliata per avere la certezza di poter accedere al luogo. Nel caso fossero esauriti i posti su prenotazione non possiamo garantire la visita, ma presentandoti all’ingresso del luogo potrai chiedere ai volontari di occupare posti che si siano eventualmente liberati.

    Sarà necessario rispettare tutte le norme di sicurezza contenute nei cartelli informativi posti all’inizio del percorso, a partire dal distanziamento sociale per evitare di creare assembramenti.

    Perché le prenotazioni avvengono solo tramite il vostro sito internet? Perché non posso prenotarmi telefonando?

    Perché tramite la piattaforma web è possibile monitorare la disponibilità dei posti, prendere visione dell’informativa relativa alla sicurezza nel rispetto della normativa vigente e versare contestualmente la donazione a sostegno del FAI.

    Perché il pagamento è possibile esclusivamente tramite carta di credito o Paypal?

    Il versamento tramite carta di credito o Paypal è il solo strumento che consente di effettuare la prenotazione e l’erogazione della donazione in maniera simultanea.

    Perché anche i bambini (sopra i sei anni) devono versare il contributo?

    Abbiamo considerato il limite dei sei anni perché è necessario includere anche i bambini nel computo totale dei partecipanti previsti in ogni gruppo, al fine di garantire a tutti una visita in sicurezza.

    Quali misure di sicurezza devo adottare durante le visite?

    Durante le visite sarà necessario rispettare tutte le norme di sicurezza indicate nei cartelli informativi posti all’inizio dei percorsi: è infatti obbligatorio mantenere il distanziamento sociale, evitare di creare assembramenti, indossare la mascherina durante l’intera durata della visita, disinfettare le mani con gli appositi gel situati lungo il percorso e attenersi alle indicazioni date dal personale volontario.

    Come sono state decise le norme di sicurezza adottate?

    Le norme di sicurezza sono state prese sulla base delle ordinanze ministeriali e regionali in vigore, anche grazie all’aiuto di una società specializzata nell’ambito della sicurezza, che eroga i suoi servizi su tutto il territorio nazionale.

    Sempre a tua disposizione

    Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
    Tutto questo non sarebbe possibile senza di te