Iscriviti al FAI
In collaborazione con

descrizione

Siamo un gruppo di amici innamorati del nostro territorio e crediamo che Rocca Varano da secoli posta a protezione della nostra vallata rappresenti una vetrina per tutta l'antica Marca di Camerino. Perché Rocca Varano Rocca Varano non è solo un fortilizio risalente al XIII secolo come ve ne sono altri in Italia. Rocca Varano è qualcosa di più. E’ l’inizio di una storia durata oltre tre secoli ed ancora viva nel tessuto culturale di quella che un tempo era la Marca di Camerino. E’ il nido d’aquila imprendibile da cui è partita la scalata al potere di una famiglia di feudatari che con l’arte delle armi e del diritto hanno fondato una delle signorie più potenti, sebbene meno conosciute, dell’Italia centrale. I da Varano, una casata dalle origini non ancora ben decifrate ma di cui si favoleggiano ascendenze anglo-normanne che innalzava il vessillo del vaio timbrandolo con quello ben più feroce del cane marino, il drago, il varano, posto a guardia e protezione di città, castelli e fortilizi. Tra i capostipiti due guerrieri: Gentile, che tale non fu se non per nome, e Rodolfo, più che lupo volpe astuta che tessé le prime trame che condussero la famiglia a governare su di un possedimento che si estendeva dagli Appennini al Mare Adriatico. Ed alta sul colle, anch’essa imprendibile se non per tradimento la loro città, Camerino, dalle mura e dalle case di dorata arenaria e l’aereo palazzo a dominare tutta la valle. Rocca Varano, alta sul suo sperone di roccia, controllava la via che portava a Roma e nulla sfuggiva ai suoi occupanti. Testa di ponte di un ampio sistema difensivo tra i meglio organizzati dell’Italia medievale parlava con le parole del fuoco e del fumo per trasmettere messaggi agli altri fortilizi ad essa collegati, messaggi che venivano replicati e subito trasmessi. Sentinella e porta di un territorio che vide le gesta di grandi capitani di ventura, dallo Sforza al Piccinino al Montefeltro ed agli stessi da Varano capitani al soldo di altre potenze amati dalle loro truppe. Simbolo dunque di un intero territorio che in essa si identifica ed in cui fonda e trova le proprie origini culturali e sociali perché è con lei che tanto è cominciato e niente può e deve essere ancora disperso. Salvare Rocca Varano dal disfacimento significa non solo evitare che tanta storia possa andar persa nel vento ma soprattutto aiutare un territorio impoverito e devastato dagli ultimi eventi sismici a ritrovarsi per poter ancora raccontare tante storie.

bisogni del luogo

Il luogo è inagibile dopo il sisma del 2016, a breve inizieranno i lavori di puntellamento poi sarà importante realizzare un progetto di restauro e valorizzazione.

collaborazioni

Comune di Camerino, Corsa alla Spada e Palio, Arcieri de Varano, Archeoclub di Camerino, Militia Bartholomei, Aspidum Sagittas, Soavi Allegrezze dei Da Varano, Teatro all'improvviso

Scopri i luoghi salvati
Dopo ogni censimento FAI e Intesa Sanpaolo mettono a disposizione un budget di 400.000 euro: una parte viene destinata ai primi tre classificati, l’altra viene assegnata attraverso un bando a cui possono partecipare tutti i luoghi con una soglia minima di voti. Fino a oggi abbiamo sostenuto interventi a favore di 92 luoghi d’arte e di natura in 17 regioni.
Scopri i comitati attivi
Nati spontaneamente oppure già attivi, i Comitati sono il cuore pulsante del censimento: gruppi di cittadini pronti a mobilitarsi per i luoghi speciali del loro territorio. Scopri quali sono i comitati già attivi o registra il tuo.
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te