ISCRIVITI AL FAI
Accedi
Ad Arquata del Tronto il tempo si è fermato.

Ad Arquata del Tronto il tempo si è fermato.

Grazie a te può ripartire

Condividi
L'impegno del FAI per il terremoto
Il 24 agosto 2016 una violenta scossa di terremoto colpisce il Centro Italia. Il FAI si attiva subito per rispondere all'appello dal territorio.
Il FAI si mobilita per Arquata del Tronto e partecipa al dramma della popolazione colpita dal terremoto con un restauro che vuole essere un piccolo passo per il recupero dell’identità perduta del borgo certo di interpretare il sentire commossi di tutti gli Italiani.

Andrea Carandini, Presidente del FAI, 25 agosto 2016

Obiettivo: ridare luce alla Madonna del Sole

Arquata del Tronto, con la frazione di Capodacqua, è stato uno dei centri urbani più colpiti dal terremoto del 24 agosto 2016. Uno dei pezzi architettonici che maggiormente connotano la storia e la cultura di questo paese di montagna è l’Oratorio della Madonna del Sole, piccolo e meraviglioso tempio a pianta ottagonale del XVI secolo che la tradizione attribuisce al genio di Cola d’Amatrice. Il sereno paesaggio di questo tratto dell'Appennino, fino al sisma del 2016 era reso ancor più suggestivo da una decina di edifici di culto e ben sette chiese rupestri, ridotti ora a cumuli di pietre. L'Oratorio della Madonna del Sole, nel borgo di Capodacqua, è oggi l'unico superstite di quella ricchezza e quindi più che mai si staglia come simbolo identitario per la gente della vallata.

Cronaca del terremoto

24 agosto 2016

Il sisma

Una violenta scossa di terremoto colpisce il Centro Italia. A Capodacqua, frazione di Arquata del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, l'Oratorio della Madonna del Sole, risalente al XVI secolo e luogo simbolo dell'identità locale risulta gravemente danneggiato nella sua struttura architettonica.

29 settembre 2016

Il FAI per il terremoto

Il FAI stanzia un fondo speciale per la messa in sicurezza immediata dell'Oratorio della Madonna del Sole, per il quale lancia una raccolta fondi straordinaria: servono almeno 300.000 euro per il restauro dell'Oratorio e per permettere che prosegua il progetto di recupero degli affreschi conservati all'interno.

25 ottobre 2016

Il progetto del FAI

Il FAI definisce quattro operazioni di emergenza da avviare subito nel mese di novembre:

  1. Una campagna rilievi degli interni e della vasta area esterna con utilizzo del laser scanner
  2. La localizzazione, catalogazione e ricovero dei pezzi a terra
  3. La messa in sicurezza delle parti esterne e limitrofe
  4. Il controllo del progetto di restauro degli affreschi in corso prima del sisma

30 ottobre 2016

Una nuova scossa colpisce Arquata del Tronto

Una nuova violenta scossa colpisce il Centro Italia. Nella frazione di Capodacqua crolla anche il campanile annesso all’Oratorio della Madonna del Sole, rimasto intatto fino a quel momento. Le operazioni di messa in sicurezza dell’Oratorio attuate dal FAI in ottobre garantiscono la stabilità della struttura, ma i lavori di restauro subiscono una nuova battuta d’arresto. L’intera area è di nuovo chiusa per il rischio di ulteriori cedimenti degli edifici e per favorire le operazioni di sgombero delle macerie ad opera della Protezione Civile.

16 novembre 2016

Di nuovo al lavoro

Dopo il crollo del campanile a seguito della scossa del 30 ottobre inizia tempestivamente la messa in sicurezza dell'Oratorio della Madonna del Sole. I teli coprono la parte della struttura dove si innestava il campanile a vela.

18 aprile 2018

Primi risultati della raccolta fondi

Il FAI registra oltre 364.000 euro raccolti per il recupero dell'Oratorio della Madonna del Sole.

Aiutaci a fare i prossimi passi

Abbiamo bisogno del tuo aiuto per restituire un pezzo di storia e architettura che appartiene a tutti gli italiani. Servono ancora 200.000 euro circa per completare il progetto per il recupero dell'Oratorio.

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te