ISCRIVITI AL FAI
Accedi
AREA ARCHEOLOGICA DELLE TERME ROMANE | ph. Maria Grazia Mancini | © FAI - Fondo Ambiente Italiano

Area Archeologica delle Terme Romane

Un tuffo nell'antica Histonium

Condividi
Area Archeologica delle Terme Romane

tipologia

Bene promosso dai volontari

A cura della Delegazione di Vasto - Chieti

Il complesso termale di Vasto, l'antica Histonium, è il più grande dell'intera fascia Adriatica dell'Italia centro-meridionale.  Risale al II secolo d.C. e fu scoperto grazie ad alcuni saggi di scavo eseguiti nel 1973-1974.
Da quella prima scoperta sono passati altri vent’anni prima che, tra il 1994 e il 1997, fossero riportati alla luce il mosaico del Nettuno e i vari ambienti del complesso. Il mosaico è il più esteso delle terme con i suoi 170 metri quadrati di superficie. Presenta una decorazione con raffinati intrecci di elementi vegetali stilizzati, che definiscono tredici zone a forma di quadrifoglio. Nella zona centrale, spicca la figura del Nettuno, il quale regge un tridente nella mano sinistra e un delfino nella destra. La vasca del mosaico del Nettuno era molto probabilmente un frigidarium.
Negli altri campi è possibile ammirare: tre Nereidi, di cui due sul dorso di cavalli e una di un drago; la coda di un delfino; tre tritoni; un amorino.
I mosaici sono bicromatici: l’uso di tessere di fondo di colore bianco e avorio, unite a tessere nere, mette in rilievo i particolari anatomici delle figure. Questa tecnica non è molto attestata nella nostra penisola, ma è presente in numerose pavimentazioni africane. Da qui l’attribuzione a maestranze Nord-Africane, chiamate a Histonium da una ricca committenza: la famiglia locale degli Hosidii Getae, assurti alle più alte cariche dello Stato romano tra il I e il II secolo d.C., a cui peraltro si attribuisce la costruzione dell’anfiteatro - situato sotto piazza Rossetti e visibile da una lastra di vetro posta sul pavimento - e la sistemazione all'apparato idrico della città.

In seguito a una convenzione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Abruzzo, firmata nel 2011, la Delegazione FAI di Vasto promuove il luogo con visite e attività culturali.

 

Loading

Ti potrebbero interessare

Bene promosso dai volontari

Battistero di San Giovanni e Pieve di San Lorenzo

SETTIMO VITTONE, TORINO

Una Pieve di montagna nel Canavese

Bene promosso dai volontari

Chiesa di Santa Margherita

BISCEGLIE, BARLETTA ANDRIA TRANI

Un tesoro nascosto nel centro di Bisceglie

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te