Iscriviti al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
BASILICA DI SANTA MARIA MAGGIORE ALLA PIETRASANTA

BASILICA DI SANTA MARIA MAGGIORE ALLA PIETRASANTA

NAPOLI

BASILICA DI SANTA MARIA MAGGIORE ALLA PIETRASANTA
Posta nel cuore del centro storico di Napoli, la Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta è tra i più interessanti complessi architettonici della città. Si tratta infatti della prima chiesa a Napoli dedicata al culto della Vergine. L'attuale edificio barocco, opera dell'architetto Cosimo Fanzago, autore tra l'altro del noto Palazzo Donn'Anna, affonda le sue radici in epoca greco-romana. La chiesa infatti sorge sulle rovine dell'antico Tempio dedicato alla Dea Diana, di cui restano tracce visibili nel Campanile romanico della chiesa, datato XI secolo. Il campanile è una delle più antiche torri campanarie d'Italia. Oggi contiene alcune iscrizioni di epoca romana in marmo, rinvenuti e riutilizzati, com'era consuetudine del tempo, come blocchi di costruzione. All'interno dell'edificio avrebbe trovato sepoltura anche Papa Evaristo, quinto vescovo di Roma, secondo il Catalogo Liberiano. Di notevole interesse le "riggiole" del bellissimo pavimento, opera della stessa bottega che ha realizzato il noto maiolicato del Chiostro di Santa Chiara, Donato e Giuseppe Massa. Con i suoi quasi sessanta metri di altezza, la cupola della chiesa è una delle più alte di Napoli, svettando tra i tetti del panorama partenopeo. Santa Maria Maggiore a Napoli è detta "della Pietrasanta", in quanto, secondo la tradizione, custodirebbe una pietra che procurerebbe indulgenza a chi la baciava.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

Materiali di raccolta voti

Aiuta il tuo luogo del cuore a scalare la classifica: invita i tuoi amici e conoscenti a votarlo e raccogli tu stesso i voti. Il tuo gesto può fare la differenza. Scarica i materiali personalizzati, attiva i tuoi contatti e coinvolgi il tuo territorio: più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. Comincia ora!
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2018

2,485° Posto

33 Voti

Vota altri luoghi vicini

11,342°
3 voti

CONSERVATORIO DI MUSICA S.PIETRO A MAJELLA - CHIESA DI S.PIETRO A MAJELLA - REALE ARCICONFRATERNITA

NAPOLI

14,522°
2 voti

Museo

DEPOSITI SING SING DEL MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE

NAPOLI

4,998°
9 voti

Museo

MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE E GALLERIA PRINCIPE DI NAPOLI

NAPOLI

Vota altri luoghi simili

6,986 voti

Ponte

IL PONTE DELL'ACQUEDOTTO

GRAVINA IN PUGLIA, BARI

4,024 voti

Eremo

EREMO DI SANT'ONOFRIO AL MORRONE

SULMONA, L'AQUILA

3,601 voti

Ferrovia storica, ferrovia

CUNEO-VENTIMIGLIA-NIZZA: LA FERROVIA DELLE MERAVIGLIE

CUNEO

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

BASILICA DI SANTA MARIA MAGGIORE ALLA PIETRASANTA

NAPOLI

BASILICA DI SANTA MARIA MAGGIORE ALLA PIETRASANTA
Posta nel cuore del centro storico di Napoli, la Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta è tra i più interessanti complessi architettonici della città. Si tratta infatti della prima chiesa a Napoli dedicata al culto della Vergine. L'attuale edificio barocco, opera dell'architetto Cosimo Fanzago, autore tra l'altro del noto Palazzo Donn'Anna, affonda le sue radici in epoca greco-romana. La chiesa infatti sorge sulle rovine dell'antico Tempio dedicato alla Dea Diana, di cui restano tracce visibili nel Campanile romanico della chiesa, datato XI secolo. Il campanile è una delle più antiche torri campanarie d'Italia. Oggi contiene alcune iscrizioni di epoca romana in marmo, rinvenuti e riutilizzati, com'era consuetudine del tempo, come blocchi di costruzione. All'interno dell'edificio avrebbe trovato sepoltura anche Papa Evaristo, quinto vescovo di Roma, secondo il Catalogo Liberiano. Di notevole interesse le "riggiole" del bellissimo pavimento, opera della stessa bottega che ha realizzato il noto maiolicato del Chiostro di Santa Chiara, Donato e Giuseppe Massa. Con i suoi quasi sessanta metri di altezza, la cupola della chiesa è una delle più alte di Napoli, svettando tra i tetti del panorama partenopeo. Santa Maria Maggiore a Napoli è detta "della Pietrasanta", in quanto, secondo la tradizione, custodirebbe una pietra che procurerebbe indulgenza a chi la baciava.
Campagne in corso in questo luogo
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te