Iscriviti al FAI
Giornate FAI d'Autunno
17 - 18 ottobre e 24 - 25 ottobre
Biblioteca Lucchesiana

Biblioteca Lucchesiana

AGRIGENTO

Condividi
Biblioteca Lucchesiana

Apertura a cura di

Gruppo FAI Giovani di Agrigento

Orario

Sabato: 09:00 - 13:30 / 15:30 - 18:00

Domenica: 09:00 - 13:30 / 15:30 - 18:00

Note per la visita

Su prenotazione. Turni di visita ogni 30 minuti. Gruppi max 15 visitatori.

Contributo suggerito a partire da: € 3,00

Il Vescovo Andrea Lucchesi Palli dei Principi di Campofranco resse la diocesi agrigentina dal 1755 al 1768. Colto letterato e collezionista di antichità, ampliò il Palazzo Vescovile costruendo una magnifica biblioteca, dotata di pregevoli stalli lignei, per conservare i suoi preziosi volumi, più di 45.000 tra manoscritti, incunaboli, cinquecentine e prime edizioni a stampa. Nel 1765 il Vescovo donò la sua Biblioteca alla città di Agrigento, stabilendo che fosse un ente morale autonomo, chiamandovi come bibliotecari i Padri Redentoristi o Liguorini. Rappresenta una delle più antiche istituzioni bibliotecarie in Sicilia. L'edificio, dopo anni di abbandono e degrado, è stato restaurato e riaperto alla pubblica fruizione nel 1990.

Visite a cura di

Gruppo FAI Giovani di Agrigento

Gallery

, BIBLIOTECA LUCCHESIANA, AGRIGENTO

Aperture vicine

CASA_MUSEO DEI PADRI LIGUORINI

AGRIGENTO

Giardino della Kolymbethra

AGRIGENTO

MUSEO DIOCESANO DI ARAGONA

ARAGONA, AGRIGENTO

Palazzo Pignatelli - Aula consigliare

CASTELVETRANO, TRAPANI

Chiesa Collegiata di San Pietro e Teatro Selinus

CASTELVETRANO, TRAPANI

Chiesa e Convento di San Bonaventura

CALTAGIRONE, CATANIA

BOSCO DI SANTO PIETRO: STORIA,RISORSE E SCRIGNI SEGRETI

CALTAGIRONE, CATANIA

MEC Museum - Palazzo Castrone Santa Ninfa

PALERMO

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

BIBLIOTECA LUCCHESIANA

AGRIGENTO

Condividi
BIBLIOTECA LUCCHESIANA
Il Vescovo Andrea Lucchesi Palli dei Principi di Campofranco resse la diocesi agrigentina dal 1755 al 1768. Colto letterato e collezionista di antichità, ampliò il Palazzo Vescovile costruendo una magnifica biblioteca, dotata di pregevoli stalli lignei, per conservare i suoi preziosi volumi, più di 45.000 tra manoscritti, incunaboli, cinquecentine e prime edizioni a stampa. Nel 1765 il Vescovo donò la sua Biblioteca alla città di Agrigento, stabilendo che fosse un ente morale autonomo, chiamandovi come bibliotecari i Padri Redentoristi o Liguorini. Rappresenta una delle più antiche istituzioni bibliotecarie in Sicilia. L'edificio, dopo anni di abbandono e degrado, è stato restaurato e riaperto alla pubblica fruizione nel 1990.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
Giornata FAI d'Autunno
2020
I Luoghi del Cuore
2016
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te