Iscriviti al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare

CA' REZZONICO

VENEZIA

6,970°

POSTO

6

VOTI 2020
Condividi
CA' REZZONICO
I Rezzonico, commercianti e banchieri originari di Como, trasferitisi a Venezia nel 1682,vennero insigniti nel 1687 del patriziato veneziano in virtù delle loro cospicue elargizioni e i prestiti alla Repubblica durante la guerra di Candia. Intorno al 1750 acquistarono il Palazzo (ancora incompiuto)che i Bon avevano commissionato a Baldassarre Longhena,e ne affidarono la prosecuzione (terminata nel 1756) a Giorgio Massari; la dimora viene ampliata e impreziosita dagli affreschi dei migliori pittori dell’epoca.Due anni dopo, in occasione delle nozze Rezzonico- Savorgnan, G.B. Tiepolo affrescava il soffitto di una delle sale tra la parte “vecchia” e il magnifico salone da ballo,a cui si accede attraverso lo scalone d’onore.Esso è costituito da due rampe addossate al muro parietale ed è ricavato su due piani con un pianerottolo all’altezza dei mezzanini e delimitato da balaustre di pilastri sagomati reggenti un corrimano liscio, intercalato da due statue raffiguranti l’Inverno e l’Autunno di Giusto Le Court. Il Longhena aveva progettato anche una piccola scala, quasi segreta, “a bovolo”, tuttora esistente nel lato nord del palazzo (scale “a bovolo” secondarie si trovano anche a Palazzo Pesaro a S.Stae e a Palazzo Corfù degli Scrigni a S. Trovaso).

Scheda completa al 88%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

Materiali di raccolta voti

Aiuta il tuo luogo del cuore a scalare la classifica: invita i tuoi amici e conoscenti a votarlo e raccogli tu stesso i voti. Il tuo gesto può fare la differenza. Scarica i materiali personalizzati, attiva i tuoi contatti e coinvolgi il tuo territorio: più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. Comincia ora!
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2018

8,375° Posto

10 Voti
Censimento 2016

13,852° Posto

4 Voti
Censimento 2014

7,826° Posto

2 Voti

Vota altri luoghi vicini

7,362°
6 voti

Palazzo storico, dimora storica

PALAZZO DARIO

VENEZIA

9,322°
4 voti

Palazzo storico, dimora storica

PALAZZO MOROSINI GATTERBURG

VENEZIA

336°
176 voti

Area urbana, piazza

CANALE DELLA GIUDECCA

VENEZIA

Vota altri luoghi simili

6,989 voti

Ponte

IL PONTE DELL'ACQUEDOTTO

GRAVINA IN PUGLIA, BARI

4,027 voti

Eremo

EREMO DI SANT'ONOFRIO AL MORRONE

SULMONA, L'AQUILA

3,606 voti

Ferrovia storica, ferrovia

CUNEO-VENTIMIGLIA-NIZZA: LA FERROVIA DELLE MERAVIGLIE

CUNEO

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

CA' REZZONICO

VENEZIA

Condividi
CA' REZZONICO
I Rezzonico, commercianti e banchieri originari di Como, trasferitisi a Venezia nel 1682,vennero insigniti nel 1687 del patriziato veneziano in virtù delle loro cospicue elargizioni e i prestiti alla Repubblica durante la guerra di Candia. Intorno al 1750 acquistarono il Palazzo (ancora incompiuto)che i Bon avevano commissionato a Baldassarre Longhena,e ne affidarono la prosecuzione (terminata nel 1756) a Giorgio Massari; la dimora viene ampliata e impreziosita dagli affreschi dei migliori pittori dell’epoca.Due anni dopo, in occasione delle nozze Rezzonico- Savorgnan, G.B. Tiepolo affrescava il soffitto di una delle sale tra la parte “vecchia” e il magnifico salone da ballo,a cui si accede attraverso lo scalone d’onore.Esso è costituito da due rampe addossate al muro parietale ed è ricavato su due piani con un pianerottolo all’altezza dei mezzanini e delimitato da balaustre di pilastri sagomati reggenti un corrimano liscio, intercalato da due statue raffiguranti l’Inverno e l’Autunno di Giusto Le Court. Il Longhena aveva progettato anche una piccola scala, quasi segreta, “a bovolo”, tuttora esistente nel lato nord del palazzo (scale “a bovolo” secondarie si trovano anche a Palazzo Pesaro a S.Stae e a Palazzo Corfù degli Scrigni a S. Trovaso).
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
Giornata FAI d'Autunno
2013
I Luoghi del Cuore
2014, 2016, 2018
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te