Iscriviti al FAI
Giornate FAI d'Autunno
Sabato 12 e domenica 13 ottobre
Caserma "Chiaffredo Bergia"

Caserma "Chiaffredo Bergia"

BARI

Condividi
Caserma "Chiaffredo Bergia"

Apertura a cura di

Delegazione FAI di Bari

Orario

Sabato: 10:00 - 13:00 / 16:00 - 18:00
Note: (ultimo ingresso 12.30) (ultimo ingresso 17.30)

Domenica: 10:00 - 18:00
Note: (ultimo ingresso 17.30)

Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell'orario di chiusura indicato

Contributo suggerito a partire da: € 3,00

La caserma, intitolata al leggendario capitano Chiaffredo Bergia, eroe pluridecorato della Legione che debellò agguerrite bande di briganti che terrorizzavano le popolazioni dell'Abruzzo e della Puglia, fu realizzata tra il 1932 e il 1935 su progetto dell'architetto romano Cesare Bazzani (1873-1939), accademico d'Italia. L’edificio è costituito da tre corpi di fabbrica rettangolari con torrette angolari cilindriche che gli conferiscono un aspetto fortilizio dall’impianto rigidamente simmetrico, evidenziato da due possenti torri. Agli angoli del prospetto principale si trovano due statue bronzee che raffigurano le virtù militari; varcando l’ingresso principale si possono osservare otto medaglioni che celebrano i militari dell'Arma decorati con la Medaglia d'Oro al Valore. Gli atti eroici compiuti dai militari di questa caserma sono numerosi: valga per tutti l'ardua resistenza opposta dalla caserma contro le aggressioni delle truppe naziste dopo l'armistizio.

Visite a cura di

Studenti del Corso di Laurea triennale in Scienze dei Beni Culturali e del corso di laurea magistrale in Storia dell'arte dell'Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Bari. Apprendisti Ciceroni del Liceo Artistico "De Nittis-Pascali", Liceo Linguistico "Marco Polo" e IISS Gorjux-Tridente-Vivante.

Iniziative speciali

Mostra di divise storiche del collezionista Paolo Caradonna “L’Arma in divisa tra le due guerre”.

Gallery

Aperture vicine

Passeggiata tra le vie di Turi sotto la dominazione spagnola

TURI, BARI

La "Giudecca" di Conversano

CONVERSANO, BARI

Chiesa di Santa Caterina

CONVERSANO, BARI

Chiesa del SS Crocifisso e Convento dei Cappuccini: l''architettura conventuale dei Cappuccini a Molfetta

MOLFETTA, BARI

Chiesa di San Martino e la Villa dei Vescovi: tra i casali del contado di Giovinazzo e Terlizzi

GIOVINAZZO, BARI

Antica Chiesa di S. Antonio Abate

PUTIGNANO, BARI

Casale Cagnazzi

ALTAMURA, BARI

L'ipogeo a Monopoli: luogo di preghiera e di lavoro

MONOPOLI, BARI

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

CASERMA CHIAFFREDO BERGIA

BARI

CASERMA CHIAFFREDO BERGIA
La caserma, intitolata al leggendario capitano Chiaffredo Bergia, eroe pluridecorato della Legione che debellò agguerrite bande di briganti che terrorizzavano le popolazioni dell'Abruzzo e della Puglia, fu realizzata tra il 1932 e il 1935 su progetto dell'architetto romano Cesare Bazzani (1873-1939), accademico d'Italia. L’edificio è costituito da tre corpi di fabbrica rettangolari con torrette angolari cilindriche che gli conferiscono un aspetto fortilizio dall’impianto rigidamente simmetrico, evidenziato da due possenti torri. Agli angoli del prospetto principale si trovano due statue bronzee che raffigurano le virtù militari; varcando l’ingresso principale si possono osservare otto medaglioni che celebrano i militari dell'Arma decorati con la Medaglia d'Oro al Valore. Gli atti eroici compiuti dai militari di questa caserma sono numerosi: valga per tutti l'ardua resistenza opposta dalla caserma contro le aggressioni delle truppe naziste dopo l'armistizio.
Campagne in corso in questo luogo
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te