Iscriviti al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
CASTELLO DI PARPAGLIA

CASTELLO DI PARPAGLIA

CANDIOLO, TORINO

525°

POSTO

348

VOTI 2020
Condividi
CASTELLO DI PARPAGLIA
Il Castello di Parpaglia è una delle rare preesistenze medievali del territorio composito e ricco del parco di Stupinigi. Strettamente connesso con la cascina Parpaglia, attualmente abitata e sede di aziende agricole e lavoratori contadini dei campi circostanti, ha necessità urgente di essere messo in sicurezza e di essere recuperato e riportato a splendere. L'epoca precisa di edificazione della fortificazione si perde nel tempo benché sia probabile che la sua nascita corrisponda alla metà del XII (XIII) secolo. Il nobile Willelmus già presente nel 1199 e proprietario di beni in Candiolo, fu il primo Signore del luogo. Derivante dai Parpaglia del casato dei Signori di Revigliasco, località della Collina di Torino, apparteneva al valoroso Ordine dei Cavalieri di San Giovanni in Gerusalemme, ovvero, gli ospitalieri. Candiolo comparì come Priorato della Commenda dell’Ordine dei Gerosolimitani nell’anno 1358 che successivamente, 1530, divenne l’attuale Ordine di Malta, sebbene fossero presenti molti beni allodiali. La proprietà passò più volte di mano, finché il marchese Perrachini Bonaventura di Cigliano la vendette al Regio Patrimonio, nel 1760. Dopo un breve intervallo, causato da Napoleone Buonaparte, passò in mani private e vide tra i proprietari anche il sig. Giuseppe Francesco Agnelli, il castello e la tenuta tornarono a far parte della Commenda Magistrale di Stupinigi dell’Ordine del Mauriziano. Ora è proprietà regionale. Fino a qualche decennio fa il castello era abitato e le pareti della torre conservavano affreschi di dame e soldati.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

Materiali di raccolta voti

Aiuta il tuo luogo del cuore a scalare la classifica: invita i tuoi amici e conoscenti a votarlo e raccogli tu stesso i voti. Il tuo gesto può fare la differenza. Scarica i materiali personalizzati, attiva i tuoi contatti e coinvolgi il tuo territorio: più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. Comincia ora!
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2018

3,544° Posto

23 Voti
Censimento 2016

2,346° Posto

26 Voti
Censimento 2014

6,140° Posto

3 Voti
Censimento 2012

3,488° Posto

4 Voti
Censimento 2010

400° Posto

25 Voti
Censimento 2006

2,725° Posto

1 Voti

Vota altri luoghi vicini

11,707°
11 voti

Castello, rocca

CASTELLO DEI DELLA ROVERE

VINOVO, TORINO

22,602°
5 voti

Edificio civile

CASCINA LA GENERALA

VINOVO, TORINO

Vota altri luoghi simili

34,820 voti

Palazzo storico, dimora storica

CASTELLO E PARCO DI SAMMEZZANO

REGGELLO, FIRENZE

34,744 voti

Ferrovia storica, ferrovia

CUNEO-VENTIMIGLIA-NIZZA: LA FERROVIA DELLE MERAVIGLIE

VENTIMIGLIA, CUNEO

20,343 voti

Ponte

PONTE DELL'ACQUEDOTTO

GRAVINA IN PUGLIA, BARI

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

CASTELLO DI PARPAGLIA

CANDIOLO, TORINO

Condividi
CASTELLO DI PARPAGLIA
Il Castello di Parpaglia è una delle rare preesistenze medievali del territorio composito e ricco del parco di Stupinigi. Strettamente connesso con la cascina Parpaglia, attualmente abitata e sede di aziende agricole e lavoratori contadini dei campi circostanti, ha necessità urgente di essere messo in sicurezza e di essere recuperato e riportato a splendere. L'epoca precisa di edificazione della fortificazione si perde nel tempo benché sia probabile che la sua nascita corrisponda alla metà del XII (XIII) secolo. Il nobile Willelmus già presente nel 1199 e proprietario di beni in Candiolo, fu il primo Signore del luogo. Derivante dai Parpaglia del casato dei Signori di Revigliasco, località della Collina di Torino, apparteneva al valoroso Ordine dei Cavalieri di San Giovanni in Gerusalemme, ovvero, gli ospitalieri. Candiolo comparì come Priorato della Commenda dell’Ordine dei Gerosolimitani nell’anno 1358 che successivamente, 1530, divenne l’attuale Ordine di Malta, sebbene fossero presenti molti beni allodiali. La proprietà passò più volte di mano, finché il marchese Perrachini Bonaventura di Cigliano la vendette al Regio Patrimonio, nel 1760. Dopo un breve intervallo, causato da Napoleone Buonaparte, passò in mani private e vide tra i proprietari anche il sig. Giuseppe Francesco Agnelli, il castello e la tenuta tornarono a far parte della Commenda Magistrale di Stupinigi dell’Ordine del Mauriziano. Ora è proprietà regionale. Fino a qualche decennio fa il castello era abitato e le pareti della torre conservavano affreschi di dame e soldati.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
I Luoghi del Cuore
2006, 2010, 2012, 2014, 2016, 2018
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te