ISCRIVITI AL FAI
Accedi
Giornate FAI d'Autunno
Sabato 13 e domenica 14 ottobre
Castello e Torre di Sangano

Castello e Torre di Sangano

SANGANO, TORINO

Condividi
Castello e Torre di Sangano

Ingresso dedicato agli iscritti FAI con possibilità di iscriversi in loco

Apertura a cura di

Gruppo FAI della Val Sangone

Orario

Domenica: 10:00 - 12:30 / 14:00 - 18:00 (ultimo ingresso 17:30)

Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell'orario di chiusura indicato

Note per la visita

Parcheggio per entrambe le visite (Acquedotto e Torre): Piazza Marco Matta, Sangano. Non è presente un'area parcheggio nelle vicinanze dei siti.

Contributo suggerito a partire da: € 3,00

Il castello nacque per volere dell’abbazia benedettina di San Solutore. Nel 1254 gli abati cedettero Sangano a Bonifacio, signore di Piossasco, per pagare alcuni debiti, ma ne rientrarono in possesso trent’anni dopo. In seguito alla distruzione dell’abbazia nel 1536, Sangano entrò a far parte dei beni degli Orsini, signori di Rivalta. Un poco distaccata dal castello si trova la torre, in origine campanile romanico poi trasformato in elemento di difesa.

Gallery

, CASTELLO DI SANGANO, SANGANO, TORINO
, CASTELLO DI SANGANO, SANGANO, TORINO
, CASTELLO DI SANGANO, SANGANO, TORINO

Aperture vicine

L'acqua del Re: Acquedotto di Sangano

VILLARBASSE, TORINO

Castello di Villar Dora

VILLAR DORA, TORINO

Reale Società Canottieri Cerea

TORINO

Società Canottieri Armida

TORINO

Murazzi - Magazzini Devalle

TORINO

Società Canottieri Caprera

TORINO

Società Canottieri Esperia - Torino

TORINO

Collegiata di S.Maria della Scala

CHIERI, TORINO

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Scarica l'app del FAI
Una guida alla bellezza da portare sempre con te per conoscere luoghi, sconti ed eventi unici

CASTELLO DI SANGANO

SANGANO, TORINO

CASTELLO DI SANGANO
Il castello nacque per volere dell’abbazia benedettina di San Solutore. Nel suo recinto vi era una chiesa dedicata a Santa Maria dell’Assunzione. Nel 1254 gli abati cedettero Sangano a Bonifacio, signore di Piossasco, per pagare alcuni debiti, ma ne rientrarono in possesso trent’anni dopo. In seguito alla distruzione dell’abbazia nel 1536, Sangano entrò a far parte dei beni degli Orsini, signori di Rivalta. La parte esterna del castello presenta ancora tratti spiccatamente medievali, uniti però da alcune caratteristiche tipicamente settecentesche. L’interno fu più volte ristrutturato e rimaneggiato, per cui ha perso tutti i suoi caratteri originari. Un poco distaccata dal castello si trova la Torre, in origine campanile romanico poi trasformato in un elemento di difesa come si intuisce dal fatto che le bifore non sono state chiuse e che la cuspide è stata sostituita dalla merlatura. Fonte: Suggestioni Medievali in Piemonte – Luci e colori di Enrico Gonin – Tavole acquerellate
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
Giornata FAI d'Autunno
2018
I Luoghi del Cuore
2018
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Scarica l'app del FAI
Una guida alla bellezza da portare sempre con te per conoscere luoghi, sconti ed eventi unici

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te