Castello e Parco di Masino

Una reggia millenaria che domina il Canavese

Share
Castello e Parco di Masino

tipologia

Bene aperto al pubblico

contatti

0125 778100
faimasino@fondoambiente.it
  • Panoramica
  • Visita
  • Eventi
  • Eventi Privati
  • Grazie a

Immersa in un immenso parco monumentale, la dimora sontuosa di una delle più illustri casate piemontesi, discendente da Arduino, primo re d’Italia: mille anni di storia narrati in un percorso tra saloni tutti affrescati e arredati.

Da oltre mille anni, il Castello di Masino domina la vasta piana del Canavese da un’altura antistante la suggestiva barriera morenica della Serra di Ivrea, paesaggio intatto e infinito. Questa posizione strategica costò al maniero frequenti contese, ma il nobile casato dei Valperga, che tradizione vuole discendente da Arduino, primo re d’Italia, ne mantenne il possesso fin dalle origini, documentate già nel 1070. Nel corso dei secoli l’illustre famiglia convertì il Castello in residenza aristocratica, poi in elegante dimora di villeggiatura. A raccontare questo glorioso passato sono i saloni affrescati e arredati con sfarzo, le camere per gli ambasciatori, gli appartamenti privati, i salotti, le terrazze panoramiche: un raffinato sfoggio di cultura sei e settecentesca che trovò espressione anche negli ambienti dedicati alla celebrazione del sapere, come la preziosa biblioteca che conserva più di 25mila volumi antichi. Intorno, un monumentale parco romantico con uno dei più grandi labirinti d’Italia, un maestoso viale alberato, ampie radure e angoli scenografici che a primavera si inondano di eccezionali fioriture. Andare a visitare Masino regala ogni volta un’esperienza diversa: dalla visita al Castello, secondo formule diverse, a una giornata all’aperto per vivere il Parco oppure, ancora, uno fra i numerosi eventi organizzati lungo il corso dell’anno, magari godendo della caffetteria panoramica. Anche in compagnia dei bambini, che qui possono divertirsi con la caccia al tesoro o visitare il Museo delle Carrozze, la Torre dei Venti, il Giardino dei Folletti e ancora altri ambienti pensati per loro.

Loading

Da non perdere

Castello di Masino, CASTELLO E PARCO DI MASINO, CARAVINO (TO )
La posizione

Il grandioso panorama a tutto tondo sul Canavese e sull’intatto paesaggio collinare dell’Anfiteatro Morenico di Ivrea, con i suoi laghi di origine glaciale,...

Leggi tutto
Sala da ballo, CASTELLO E PARCO DI MASINO, CARAVINO (TO )
La visita degli interni

Il percorso a spasso nel tempo tra saloni, camere e passaggi segreti, teatro dell’epopea millenaria della famiglia Valperga, dove oggi si conserva un...

Leggi tutto
Il labirinto, CASTELLO E PARCO DI MASINO, CARAVINO (TO )
Il labirinto settecentesco

Un ‘rompicapo’ di siepi tra i più grandi in Italia dove avventurarsi attraverso 2mila piante di carpini sagomate con minuziosa regolarità, divertendosi...

Leggi tutto
Caffetteria, CASTELLO E PARCO DI MASINO, CARAVINO (TO )
Il Caffè panoramico

La deliziosa caffetteria sulla Terrazza degli Oleandri, dove rilassarsi guastando le specialità gastronomiche locali e ammirando l’eccezionale panorama...

Leggi tutto
Il Giardino dei Cipressi, CASTELLO E PARCO DI MASINO, CARAVINO (TO )
Una giornata nel verde

Il lussureggiante Parco all’inglese dove passeggiare, correre, giocare, leggere o fare un pic-nic tra il monumentale viale alberato, i giardini all’italiana...

Leggi tutto
Questo luogo è uno dei Beni che il FAI ha restaurato con cura e aperto al pubblico, perché tutti possano scoprirlo e amarlo.

Per mantenerlo intatto e curarlo in modo adeguato, questo luogo - come tutti gli altri salvati dal FAI - necessita di un’attenta manutenzione sia ordinaria sia straordinaria e periodici interventi di restauro. Inoltre, i costi di gestione che permettono l’apertura al pubblico sono significativi. Per questo abbiamo bisogno di un aiuto concreto da parte di chi come noi vuole mantenere vivi per sempre luoghi unici e speciali.

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te