Iscriviti al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
CHIESA DEI SANTI PIETRO E PAOLO

CHIESA DEI SANTI PIETRO E PAOLO

BARNI, COMO

842°

POSTO

25

VOTI 2020
Condividi
CHIESA DEI SANTI PIETRO E PAOLO
La Chiesa dei Santi Pietro e Paolo a Barni è una delle più antiche della Vallassina e fu voluta dai monaci benedettini di San Pietro al Monte in Civate. Il campanile e parte della zona absidale rappresentano le parti più antiche della chiesa, che sono databili all’XI secolo e ne denunciano l’origine romanica. La chiesa si trova fuori dell’abitato di Barni, motivo per cui cessò di essere parrocchiale nel XVIII secolo, quando fu costruita la chiesa di Santa Maria Annunziata in una posizione più centrale. L’esterno ha una veste semplice, con la facciata intonacata di bianco e i muri in pietra, l’interno è a navata unica, con una cappellina sulla destra e un’abside molto profonda nella quale è incassato l’altare. L’abside è arricchita da pregevoli affreschi con Dio Padre benedicente nel catino absidale e una Crocifissione nella fascia sottostante, mentre la cappellina, con una volta a botte fortemente ribassata, è decorata con le immagini di diversi santi. Gli affreschi furono ammirati anche da san Carlo Borromeo, che li citò negli atti della sua visita pastorale, avvenuta il 20 ottobre 1570. Gli affreschi sono seriamente minacciati dall’umidità di risalita che affligge la chiesa e dalle infiltrazioni d’acqua che penetrano dalle coperture malandate del tetto. La raccolta voti è stata promossa da un comitato locale insieme alla Parrocchia, proprietaria del bene, che ne auspicano il recupero e una permanente apertura al pubblico (oggi è fruibile solo saltuariamente).

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

Materiali di raccolta voti

Aiuta il tuo luogo del cuore a scalare la classifica: invita i tuoi amici e conoscenti a votarlo e raccogli tu stesso i voti. Il tuo gesto può fare la differenza. Scarica i materiali personalizzati, attiva i tuoi contatti e coinvolgi il tuo territorio: più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. Comincia ora!
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2020

842° Posto

25 Voti
Censimento 2018

11,804° Posto

7 Voti
Censimento 2016

139° Posto

2,122 Voti
Censimento 2014

5,102° Posto

4 Voti
Censimento 2012

3,488° Posto

4 Voti

Scopri altri luoghi vicini

864°
3 voti

Chiesa

CHIESA DEL CIMITERO SAN PIETRO E PAOLO

BARNI, COMO

854°
13 voti

Fontana

IL LAVATOIO DI BARNI

BARNI, COMO

865°
2 voti

Borgo

BORGO DEL PAESE DI MAGREGLIO

MAGREGLIO, COMO

861°
6 voti

Edificio civile

COLONIA MONTANA EX OPERA PIA BONOMELLI

MAGREGLIO, COMO

Scopri altri luoghi simili

75,586 voti

Ferrovia storica, ferrovia

CUNEO-VENTIMIGLIA-NIZZA: LA FERROVIA DELLE MERAVIGLIE

VENTIMIGLIA, CUNEO

62,690 voti

Palazzo storico, dimora storica

CASTELLO E PARCO DI SAMMEZZANO

REGGELLO, FIRENZE

43,469 voti

Castello, rocca

CASTELLO DI BRESCIA

BRESCIA

40,521 voti

Chiesa

LA VIA DELLE COLLEGIATE

MODICA, RAGUSA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

CHIESA DEI SANTI PIETRO E PAOLO

BARNI, COMO

Condividi
CHIESA DEI SANTI PIETRO E PAOLO
La Chiesa dei Santi Pietro e Paolo a Barni è una delle più antiche della Vallassina e fu voluta dai monaci benedettini di San Pietro al Monte in Civate. Il campanile e parte della zona absidale rappresentano le parti più antiche della chiesa, che sono databili all’XI secolo e ne denunciano l’origine romanica. La chiesa si trova fuori dell’abitato di Barni, motivo per cui cessò di essere parrocchiale nel XVIII secolo, quando fu costruita la chiesa di Santa Maria Annunziata in una posizione più centrale. L’esterno ha una veste semplice, con la facciata intonacata di bianco e i muri in pietra, l’interno è a navata unica, con una cappellina sulla destra e un’abside molto profonda nella quale è incassato l’altare. L’abside è arricchita da pregevoli affreschi con Dio Padre benedicente nel catino absidale e una Crocifissione nella fascia sottostante, mentre la cappellina, con una volta a botte fortemente ribassata, è decorata con le immagini di diversi santi. Gli affreschi furono ammirati anche da san Carlo Borromeo, che li citò negli atti della sua visita pastorale, avvenuta il 20 ottobre 1570. Gli affreschi sono seriamente minacciati dall’umidità di risalita che affligge la chiesa e dalle infiltrazioni d’acqua che penetrano dalle coperture malandate del tetto. La raccolta voti è stata promossa da un comitato locale insieme alla Parrocchia, proprietaria del bene, che ne auspicano il recupero e una permanente apertura al pubblico (oggi è fruibile solo saltuariamente).
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
I Luoghi del Cuore
2012, 2014, 2016, 2018
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te