Iscriviti al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
CHIESA DEL GESU'

CHIESA DEL GESU'

NOLA, NAPOLI

689°

POSTO

178

VOTI 2020
CHIESA DEL GESU'
La Chiesa del Gesù di Nola è sita in piazza Giordano Bruno. Risale all’ultimo ventennio del 1500. Il merito della costruzione va alla contessa Maria Sanseverino, che fece di tutto per avere il prestigioso ordine dei Gesuiti a Nola, trasformando la reggia degli Orsini in collegio ed erigendo poi una grande Cappella accanto, che corrisponde alla attuale Chiesa del Gesù. Lo stile, gli autori e i temi figurativi si collegano al Gesù di Napoli e Roma, con ricchezza di pitture, di sculture e soprattutto di un magnifico crocifisso, opera del Maestro Ladislao di Durazzo. I Gesuiti fecero di Nola uno straordinario polo di fede, cultura e spiritualità; molti missionari partirono per le terre lontane, tra cui i due martiri Marcello Mastrilli, a Nagasaki nel 1637 e Francesco Palliola nelle Filippine nel 1648. I religiosi nel 1767 furono espulsi dal Regno delle Due Sicilie; dopo varie occupazioni la Chiesa fu riaperta nel 1818 con la presenza dei sacerdoti della Chiesa locale. Attualmente la Chiesa cura il servizio religioso come rettoria in sintonia con le comunità parrocchiali; promuove manifestazioni di tipo socio-culturale; è punto di convergenza pastorale di tutta la città, in particolare a Natale, il venerdì santo e a giugno con la solennità del Sacro Cuore.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

Materiali di raccolta voti

Aiuta il tuo luogo del cuore a scalare la classifica: invita i tuoi amici e conoscenti a votarlo e raccogli tu stesso i voti. Il tuo gesto può fare la differenza. Scarica i materiali personalizzati, attiva i tuoi contatti e coinvolgi il tuo territorio: più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. Comincia ora!
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2020

689° Posto

178 Voti
Censimento 2018

10,422° Posto

8 Voti

Scopri altri luoghi vicini

202°
2,251 voti

Oratorio

COMPLESSO DELLA "PACE"

NOLA, NAPOLI

712°
155 voti

Palazzo storico, dimora storica

CASA PALLIOLA

NOLA, NAPOLI

678°
189 voti

Teatro

ANFITEATRO MARMOREO DI NOLA

NOLA, NAPOLI

536°
351 voti

Edificio civile

CASERMA PRINCIPE AMEDEO (P.ZZA D'ARMI)

NOLA, NAPOLI

Scopri altri luoghi simili

75,586 voti

Ferrovia storica, ferrovia

CUNEO-VENTIMIGLIA-NIZZA: LA FERROVIA DELLE MERAVIGLIE

VENTIMIGLIA, CUNEO

62,690 voti

Palazzo storico, dimora storica

CASTELLO E PARCO DI SAMMEZZANO

REGGELLO, FIRENZE

43,469 voti

Castello, rocca

CASTELLO DI BRESCIA

BRESCIA

40,521 voti

Chiesa

LA VIA DELLE COLLEGIATE

MODICA, RAGUSA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

CHIESA DEL GESU'

NOLA, NAPOLI

CHIESA DEL GESU'
La Chiesa del Gesù di Nola è sita in piazza Giordano Bruno. Risale all’ultimo ventennio del 1500. Il merito della costruzione va alla contessa Maria Sanseverino, che fece di tutto per avere il prestigioso ordine dei Gesuiti a Nola, trasformando la reggia degli Orsini in collegio ed erigendo poi una grande Cappella accanto, che corrisponde alla attuale Chiesa del Gesù. Lo stile, gli autori e i temi figurativi si collegano al Gesù di Napoli e Roma, con ricchezza di pitture, di sculture e soprattutto di un magnifico crocifisso, opera del Maestro Ladislao di Durazzo. I Gesuiti fecero di Nola uno straordinario polo di fede, cultura e spiritualità; molti missionari partirono per le terre lontane, tra cui i due martiri Marcello Mastrilli, a Nagasaki nel 1637 e Francesco Palliola nelle Filippine nel 1648. I religiosi nel 1767 furono espulsi dal Regno delle Due Sicilie; dopo varie occupazioni la Chiesa fu riaperta nel 1818 con la presenza dei sacerdoti della Chiesa locale. Attualmente la Chiesa cura il servizio religioso come rettoria in sintonia con le comunità parrocchiali; promuove manifestazioni di tipo socio-culturale; è punto di convergenza pastorale di tutta la città, in particolare a Natale, il venerdì santo e a giugno con la solennità del Sacro Cuore.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
I Luoghi del Cuore
2018
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te