Iscriviti al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
CHIESA DI SAN BERNARDINO

CHIESA DI SAN BERNARDINO

CARAVAGGIO, BERGAMO

732°

POSTO

135

VOTI 2020
Condividi
CHIESA DI SAN BERNARDINO

La Chiesa di San Bernardino fu eretta a partire dal 1472. Fu la famiglia Secco a donare il terreno per l'edificazione che terminò nel 1488. Il convento fu dato agli Osservanti della Provincia di Milano, un movimento riformatore dell'Ordine dei Minori. Gli Osservanti restarono a Caravaggio fino al 1543, anno della cessione ai Riformati. Sopravvissuto alle soppressioni del governo austriaco, 'San Bernardino' non resistette a quello francese che lo dichiarò soppresso il 16 giugno 1798 invitando i religiosi a trasferirsi a Crema. Il governo francese vendette ortaglia e convento ad un privato. Seguirono due passaggi di mano, poi, a seguito delle ripetute petizioni della comunità che invocava il ritorno dei religiosi, i frati ritornarono, ma per pochi anni. L'11 maggio del 1810 avvenne la definitiva soppressione. La proprietà passò all'Ospedale Civile che decise di affittarlo: la parte del convento diventò casa colonica e la foresteria, ampliata, fu destinata a caserma. Mentre il Monastero subì diverse trasformazioni, la chiesa, essendo sempre stata aperta al culto, conservò il proprio aspetto originale. Dopo la Seconda guerra mondiale i contadini se ne andarono poco alla volta. Il chiostro e il terreno di 'San Bernardino' furono comprati dal Comune nel 1970 mentre nel 1978 l'Ospedale donò al Comune stesso la chiesa. Nel 1973 il sapiente restauro dell'architetto Sandro Angelini di Bergamo lo consegnò alla comunità per l'esercizio della cultura e dell'arte. La Chiesa di San Bernardino è splendidamente decorata e si divide in due parti separate da un tramezzo: quella originariamente destinata al popolo e contenente affreschi risalenti al XV e XVI secolo e il presbiterio riservato ai religiosi e dipinto nel Settecento. La superficie del tramezzo ospita il Ciclo della Passione realizzato nel 1531 da Fermo Stella, imponente affresco ripartito in cinque scene e che copre una superficie totale di quasi ottanta metri quadri. I recentissimi restauri hanno ripristinato le pitture rendendole magnificamente fruibili. La Chiesa presenta inoltre cinque cappelle, tre laterali e due al di sotto del tramezzo, a loro volta sapientemente decorate e oggetto di preciso restauro.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

Materiali di raccolta voti

Aiuta il tuo luogo del cuore a scalare la classifica: invita i tuoi amici e conoscenti a votarlo e raccogli tu stesso i voti. Il tuo gesto può fare la differenza. Scarica i materiali personalizzati, attiva i tuoi contatti e coinvolgi il tuo territorio: più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. Comincia ora!

chiesa di san bernardino è un luogo salvato

7° censimento nazionale del FAI
Anno
2014
Voti
17,018
Intervento
Restauro
Stato
Approvato

IL BENE
La Chiesa di San Bernardino a Caravaggio (BG), situata sul lato di un complesso monastico, è dedicata a Bernardino, religioso dell’ordine dei Frati Minori che lasciò un forte segno nella zona di Caravaggio nel primo quarto del XV secolo. L’edificio fu costruito fra il 1472 e il 1488, a pochi anni dalla morte del santo e dalla sua canonizzazione. La facciata mostra la tipica struttura gotico-lombarda: sopra il rosone è inserita una terracotta con il simbolo bernardiniano e sopra l’architrave della porta si trova una lunetta con la scena della Natività. Sul muro che divide la navata dedicata ai fedeli dalla parte della chiesa riservata ai monaci spicca il grande ciclo di affreschi raffigurante la Passione di Cristo. Il convento di San Bernardino, soppresso in epoca napoleonica è passato negli anni ‘70 al Comune di Caravaggio insieme alla chiesa.

INTERVENTO:
A seguito del risultato conseguito al Censimento nel 2014, il Comune ha intrapreso una serie di importanti interventi di restauro del Bene, finanziati anche attraverso i proventi derivanti dall'iniziativa "Art Bonus", che hanno riguardato le coperture e i pregiati cicli di affreschi cinquecenteschi interni del Fermo Stella, e ha inoltre presentato sul Bando I Luoghi del Cuore una richiesta di intervento al FAI, per sostenere il programma di restauri avviato sulla chiesa. La richiesta, ammessa ma non finanziata nel 2015 per esaurimento di fondi a disposizione sul Bando, è stata riammessa per ordine di graduatoria a seguito della revoca nel 2019 di un intervento su un altro Luogo del Cuore, così San Bernardino ha potuto beneficiare di un contributo di 30.000 euro del FAI con Intesa Sanpaolo, destinato al restauro degli affreschi del coro nella parte presbiterale.

CONTRIBUTO: 30.000 euro

Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2020

732° Posto

135 Voti
Censimento 2018

746° Posto

145 Voti
Censimento 2016

2,638° Posto

23 Voti
Censimento 2014

16° Posto

17,018 Voti
Censimento 2012

2,706° Posto

5 Voti
Censimento 2003

1,863° Posto

1 Voti

Scopri altri luoghi vicini

846°
21 voti

Edificio civile

SCUOLA ELEMENTARE MICHELANGELO MERISI

CARAVAGGIO, BERGAMO

832°
35 voti

Area naturale

FONTANILI, VIE D'ACQUA DI CARAVAGGIO E LAVATOIO DI MASANO

CARAVAGGIO, BERGAMO

836°
31 voti

Edificio civile

EX CASA DEL FASCIO

CARAVAGGIO, BERGAMO

843°
24 voti

Area naturale

FONTANILE BRANCALEONE

CARAVAGGIO, BERGAMO

Scopri altri luoghi simili

75,586 voti

Ferrovia storica, ferrovia

CUNEO-VENTIMIGLIA-NIZZA: LA FERROVIA DELLE MERAVIGLIE

VENTIMIGLIA, CUNEO

62,690 voti

Palazzo storico, dimora storica

CASTELLO E PARCO DI SAMMEZZANO

REGGELLO, FIRENZE

43,469 voti

Castello, rocca

CASTELLO DI BRESCIA

BRESCIA

40,521 voti

Chiesa

LA VIA DELLE COLLEGIATE

MODICA, RAGUSA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

CHIESA DI SAN BERNARDINO

CARAVAGGIO, BERGAMO

Condividi
CHIESA DI SAN BERNARDINO
La Chiesa di San Bernardino fu eretta a partire dal 1472. Fu la famiglia Secco a donare il terreno per l'edificazione che terminò nel 1488. Il convento fu dato agli Osservanti della Provincia di Milano, un movimento riformatore dell'Ordine dei Minori. Gli Osservanti restarono a Caravaggio fino al 1543, anno della cessione ai Riformati. Sopravvissuto alle soppressioni del governo austriaco, 'San Bernardino' non resistette a quello francese che lo dichiarò soppresso il 16 giugno 1798 invitando i religiosi a trasferirsi a Crema. Il governo francese vendette ortaglia e convento ad un privato. Seguirono due passaggi di mano, poi, a seguito delle ripetute petizioni della comunità che invocava il ritorno dei religiosi, i frati ritornarono, ma per pochi anni. L'11 maggio del 1810 avvenne la definitiva soppressione. La proprietà passò all'Ospedale Civile che decise di affittarlo: la parte del convento diventò casa colonica e la foresteria, ampliata, fu destinata a caserma. Mentre il Monastero subì diverse trasformazioni, la chiesa, essendo sempre stata aperta al culto, conservò il proprio aspetto originale. Dopo la Seconda guerra mondiale i contadini se ne andarono poco alla volta. Il chiostro e il terreno di 'San Bernardino' furono comprati dal Comune nel 1970 mentre nel 1978 l'Ospedale donò al Comune stesso la chiesa. Nel 1973 il sapiente restauro dell'architetto Sandro Angelini di Bergamo lo consegnò alla comunità per l'esercizio della cultura e dell'arte. Situata sul lato di tramontana del complesso monastico, la chiesa è orientata da ponente a levante. La facciata ha la struttura tipica gotico-lombarda; sopra il rosone è inserita una terracotta con il simbolo bernardiniano; sopra l'architrave della porta si trova una lunetta affrescata con una scena della Natività, di fattura cinquecentesca, con l'aspetto originale alterato da ritocchi pittorici recenti, attribuita dal Tirloni (critico d'arte caravaggino, vivente) a Fermo Stella, un pittore caravaggino del '500. Un portichetto, sorretto da colonne in pietra, copre l'ingresso; inserito più tardi (forse nel Seicento, opera dei Riformati) non ne disturba l'insieme.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
I Luoghi del Cuore
2003, 2012, 2014, 2016, 2018, 2020
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te