ISCRIVITI AL FAI
Accedi
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
CHIESA SANTA MARIA DELLE GRAZIE

CHIESA SANTA MARIA DELLE GRAZIE

CALVIZZANO, NAPOLI

12°

POSTO

21,605

VOTI 2018
Condividi
CHIESA SANTA MARIA DELLE GRAZIE
La chiesa di Santa Maria delle Grazie, sita a Calvizzano vicino Napoli, fu eretta a metà del ‘500 sulla preesistente chiesetta di Santa Maria Annunziata, di cinque secoli precedente. Essendo questo edificio più antico abbastanza piccolo e non rispondendo più alle esigenze dei fedeli, l'arcivescovo di Napoli Mario Carafa autorizzò l'Universitas Calvizzani ad abbatterla e a costruire nello stesso luogo una nuova chiesa, intitolata a Santa Maria delle Grazie. I lavori furono realizzati grazie ad una raccolta di offerte operata da un’associazione di cittadini. Iniziata nel 1580, la chiesa fu benedetta nel 1596 e terminata nel 1608. Una volta consacrata, Santa Maria delle Grazie divenne una chiesa laicale, in quanto gestita e curata da 25 governatori laici eletti secondo un rigido regolamento. La chiesa ha una navata unica, sui cui lati si aprono diverse piccole cappelle. La zona presbiteriale è sormontata da una grande cupola, attribuita allo scultore napoletano Domenico Antonio Vaccaro - allievo del famoso pittore campano Francesco Solimena, operante a cavallo tra Sei e Settecento - cui sono da attribuirsi anche gli stucchi decorativi. Sempre nella zona presbiteriale sono presenti tre tele del pittore partenopeo Nicola Vaccaro (non imparentato con lo scultore Domenico Antonio): la Madonna delle Grazie, Gesù che porta la croce e Gesù deposto dalla croce, databili agli anni ’80 del Seicento. A seguito dell’abbandono e della conseguente rovina della chiesa di San Giacomo Apostolo Maggiore nel 1809, la chiesa di Santa Maria divenne sede della Parrocchia di San Giacomo, a cui appartiene. IL CAMPANILE DELLA CHIESA: Il primitivo Campanile della Chiesa dedicata a Maria Annunziata (poi ampliata e trasformata in “Santa Maria delle Grazie”) andò in parte danneggiato nella notte della Vigilia di Natale del 1696, a causa di un incendio. Pur in modo ridotto, esso fu mantenuto in uso, ma si decise di abbatterlo nel 1712. Nel 1713 si avviarono i lavori per l’edificazione di un nuovo Campanile. I lavori si protrassero a lungo. Il Campanile ha una base quadrata di 7 metri, con una bordura di piperno. Quattro colonnini di tale pietra vulcanica, prelevati dalla facciata della Chiesa, furono riutilizzati a decorazione dello stesso. Esso svetta in altezza per 45 metri, con una cuspide poggiante su un globo di rame, della circonferenza di 3,35 metri. Una banderuola, sovrastata da una croce in ferro battuto, completa la struttura. La croce è alta 4,65 metri nel braccio verticale e 1,55 in quello orizzontale. L’intero edificio fu ipotizzato di tre piani, con tre campane e con l’orologio destinato a battere esclusivamente le ore piene. Lentamente si provvide poi alle altre. Nel 1833, fu aggiunta la campana per i quarti d’ora. Il quarto piano, realizzato in un secondo momento, fu completato e chiuso da un cupolino, la cui funzione architettonica di abbellimento è ancora oggi evidente: il rivestimento in “riggiole napoletane” policrome e patinate. Questa copertura, oggi scomparsa e sostituita da asfalto verde. Nell’estate del 1943, un contingente dell’esercito nazista, nella confusione degli eventi successivi all’8 Settembre, dall’altezza dell’antica pineta locale, fece esplodere alcuni colpi di mortaio, in direzione della torre campanaria. Ulteriori danni il Campanile li subì nel 1962 e nel 1967, quando dei fulmini scaricarono la loro violenza sul cupolino. Alla successiva riparazione, si decise di installare un parafulmine efficiente. In tale occasione, furono rimosse le mattonelle policrome originali residue, che andarono interamente distrutte o disperse. La cittadinanza sta partecipando al 9° censimento de 'i luoghi del cuore' auspicando di poter realizzare un progetto di recupero e ristrutturazione del campanile.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

chiesa santa maria delle grazie è un luogo salvato

8° censimento nazionale del FAI
Anno
2016
Voti
11,303
Intervento
Restauro
Stato
Concluso

IL BENE
La Chiesa di Santa Marie delle Grazie fu costruita a metà del Cinquecento su una chiesa preesistente grazie a una raccolta di offerte da parte di un’associazione di cittadini. L’altare maggiore è sormontato da una grande cupola, attribuita al pittore, scultore e architetto napoletano Nicola Vaccaro – allievo di Solimena, importante esponente del tardo barocco napoletano – al quale vennero commissionate nel 1689 tre tele. La chiesa, situata nel centro storico del paese, rappresenta un punto di riferimento per la comunità locale, come attestato anche dall’elevato numero di voti raccolto al censimento, che ha permesso al bene di posizionarsi al secondo posto nella regione.

INTERVENTO
Con un contributo di 11.000 euro verrà sostenuto il restauro della tela del 1689 "La Madonna delle Grazie" di Nicola Vaccaro, che si trova in pessimo stato di conservazione, ossidata in molti punti, con sollevamenti della pellicola pittorica e diversi strappi. L’intervento, richiesto dalla Parrocchia, fa parte di un progetto più ampio che prevede il restauro di una serie di apparati decorativi della chiesa.

LE PERSONE CHE HANNO RACCOLTO I VOTI
Motore della raccolta voti è stato il Parroco del paese, spinto dal desiderio di salvare le opere conservate nella Chiesa. L’appello è stato accolto dai cittadini che hanno costituito un Comitato ad hoc, di settimana in settimana la partecipazione si è estesa a tutta la cittadinanza. Quello registrato a Calvizzano è un vero e proprio plebiscito: oltre 11.000 voti raccolti in un comune di 12.000 abitanti.

CONTRIBUTO: 11.000 €

Ultime News

Concluso il restauro della tela "La Madonna delle Grazie" a Calvizzano (NA)

2019-03-29

L'intervento al dipinto custodito nella chiesa di Santa Maria delle Grazie a Calvizzano (NA) è stato restaurato grazie al contributo "I Luog...

I Luoghi del Cuore: al via i lavori nella chiesa di S. Maria delle Grazie a Calvizzano (NA)

2018-06-29

Sarà restaurata il dipinto "La Madonna delle Grazie" di Nicola Vaccaro. La tela potrà essere recuperata grazie al contributo di 11.000 euro ...

8 Luoghi del Cuore ti dicono Grazie

2017-12-12

Scopri gli 8 Luoghi del Cuore nel Sud Italia che sono stati selezionati per un intervento...

24 Luoghi del Cuore vi dicono "Grazie"

2017-11-21

Il FAI annuncia 24 progetti di recupero per altrettanti Luoghi del Cuore votati durante il censimento 2016...
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2018

12° Posto

21,605 Voti
Censimento 2016

26° Posto

11,303 Voti

Scopri altri luoghi vicini

2,564°
32 voti

Area urbana, piazza

CENTRO STORICO

ATESSA, CHIETI

932°
102 voti

Convento

CONVENTO DI S. PASQUALE

ATESSA, CHIETI

3,158°
26 voti

Torre

PORTA SAN GIUSEPPE

ATESSA, CHIETI

2,344°
35 voti

Area naturale

VAL DI SANGRO

ATESSA, CHIETI

5,957°
14 voti

Chiesa

CHIESA SAN MAURO

BOMBA, CHIETI

893°
108 voti

Fiume, torrente, lago

LAGO DI BOMBA

BOMBA, CHIETI

1,276°
70 voti

Area naturale

CASCATA DEL RIO VERDE

BORRELLO, CHIETI

3,044°
27 voti

Area naturale

CALANCHI RIPE DELLO SPAGNOLO

BUCCHIANICO, CHIETI

4,333°
19 voti

Area urbana, piazza

CENTRO STORICO BUCCHIANICO

BUCCHIANICO, CHIETI

2,653°
31 voti

Museo

PALAZZO MARTUCCI – MUSEO DELLA GUERRA PER LA PACE

CANOSA SANNITA, CHIETI

5,162°
16 voti

Palazzo storico, dimora storica

PALAZZO DUCALE BASSI D'ALANNO

CARPINETO SINELLO, CHIETI

3,700°
22 voti

Chiesa

CHIESA DI SAN GIOVANNI BATTISTA

CARUNCHIO, CHIETI

3,158°
26 voti

Chiesa

CHIESA DI SANTA MARIA O DEL PURGATORIO

CARUNCHIO, CHIETI

3,700°
22 voti

Castello, rocca

CASTELLO E CANTINE MASCIARELLI

CASACANDITELLA, CHIETI

4,333°
19 voti

Area naturale

COLLINE TEATINE

CASACANDITELLA, CHIETI

Scopri altri luoghi simili

2,564°
32 voti

Area urbana, piazza

CENTRO STORICO

ATESSA, CHIETI

932°
102 voti

Convento

CONVENTO DI S. PASQUALE

ATESSA, CHIETI

3,158°
26 voti

Torre

PORTA SAN GIUSEPPE

ATESSA, CHIETI

2,344°
35 voti

Area naturale

VAL DI SANGRO

ATESSA, CHIETI

5,957°
14 voti

Chiesa

CHIESA SAN MAURO

BOMBA, CHIETI

893°
108 voti

Fiume, torrente, lago

LAGO DI BOMBA

BOMBA, CHIETI

1,276°
70 voti

Area naturale

CASCATA DEL RIO VERDE

BORRELLO, CHIETI

3,044°
27 voti

Area naturale

CALANCHI RIPE DELLO SPAGNOLO

BUCCHIANICO, CHIETI

4,333°
19 voti

Area urbana, piazza

CENTRO STORICO BUCCHIANICO

BUCCHIANICO, CHIETI

2,653°
31 voti

Museo

PALAZZO MARTUCCI – MUSEO DELLA GUERRA PER LA PACE

CANOSA SANNITA, CHIETI

5,162°
16 voti

Palazzo storico, dimora storica

PALAZZO DUCALE BASSI D'ALANNO

CARPINETO SINELLO, CHIETI

3,700°
22 voti

Chiesa

CHIESA DI SAN GIOVANNI BATTISTA

CARUNCHIO, CHIETI

3,158°
26 voti

Chiesa

CHIESA DI SANTA MARIA O DEL PURGATORIO

CARUNCHIO, CHIETI

3,700°
22 voti

Castello, rocca

CASTELLO E CANTINE MASCIARELLI

CASACANDITELLA, CHIETI

4,333°
19 voti

Area naturale

COLLINE TEATINE

CASACANDITELLA, CHIETI

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Scarica l'app del FAI
Una guida alla bellezza da portare sempre con te per conoscere luoghi, sconti ed eventi unici
CHIESA SANTA MARIA DELLE GRAZIE

CHIESA SANTA MARIA DELLE GRAZIE

CALVIZZANO, NAPOLI

Condividi
CHIESA SANTA MARIA DELLE GRAZIE
La chiesa di Santa Maria delle Grazie, sita a Calvizzano vicino Napoli, fu eretta a metà del ‘500 sulla preesistente chiesetta di Santa Maria Annunziata, di cinque secoli precedente. Essendo questo edificio più antico abbastanza piccolo e non rispondendo più alle esigenze dei fedeli, l'arcivescovo di Napoli Mario Carafa autorizzò l'Universitas Calvizzani ad abbatterla e a costruire nello stesso luogo una nuova chiesa, intitolata a Santa Maria delle Grazie. I lavori furono realizzati grazie ad una raccolta di offerte operata da un’associazione di cittadini. Iniziata nel 1580, la chiesa fu benedetta nel 1596 e terminata nel 1608. Una volta consacrata, Santa Maria delle Grazie divenne una chiesa laicale, in quanto gestita e curata da 25 governatori laici eletti secondo un rigido regolamento. La chiesa ha una navata unica, sui cui lati si aprono diverse piccole cappelle. La zona presbiteriale è sormontata da una grande cupola, attribuita allo scultore napoletano Domenico Antonio Vaccaro - allievo del famoso pittore campano Francesco Solimena, operante a cavallo tra Sei e Settecento - cui sono da attribuirsi anche gli stucchi decorativi. Sempre nella zona presbiteriale sono presenti tre tele del pittore partenopeo Nicola Vaccaro (non imparentato con lo scultore Domenico Antonio): la Madonna delle Grazie, Gesù che porta la croce e Gesù deposto dalla croce, databili agli anni ’80 del Seicento. A seguito dell’abbandono e della conseguente rovina della chiesa di San Giacomo Apostolo Maggiore nel 1809, la chiesa di Santa Maria divenne sede della Parrocchia di San Giacomo, a cui appartiene. IL CAMPANILE DELLA CHIESA: Il primitivo Campanile della Chiesa dedicata a Maria Annunziata (poi ampliata e trasformata in “Santa Maria delle Grazie”) andò in parte danneggiato nella notte della Vigilia di Natale del 1696, a causa di un incendio. Pur in modo ridotto, esso fu mantenuto in uso, ma si decise di abbatterlo nel 1712. Nel 1713 si avviarono i lavori per l’edificazione di un nuovo Campanile. I lavori si protrassero a lungo. Il Campanile ha una base quadrata di 7 metri, con una bordura di piperno. Quattro colonnini di tale pietra vulcanica, prelevati dalla facciata della Chiesa, furono riutilizzati a decorazione dello stesso. Esso svetta in altezza per 45 metri, con una cuspide poggiante su un globo di rame, della circonferenza di 3,35 metri. Una banderuola, sovrastata da una croce in ferro battuto, completa la struttura. La croce è alta 4,65 metri nel braccio verticale e 1,55 in quello orizzontale. L’intero edificio fu ipotizzato di tre piani, con tre campane e con l’orologio destinato a battere esclusivamente le ore piene. Lentamente si provvide poi alle altre. Nel 1833, fu aggiunta la campana per i quarti d’ora. Il quarto piano, realizzato in un secondo momento, fu completato e chiuso da un cupolino, la cui funzione architettonica di abbellimento è ancora oggi evidente: il rivestimento in “riggiole napoletane” policrome e patinate. Questa copertura, oggi scomparsa e sostituita da asfalto verde. Nell’estate del 1943, un contingente dell’esercito nazista, nella confusione degli eventi successivi all’8 Settembre, dall’altezza dell’antica pineta locale, fece esplodere alcuni colpi di mortaio, in direzione della torre campanaria. Ulteriori danni il Campanile li subì nel 1962 e nel 1967, quando dei fulmini scaricarono la loro violenza sul cupolino. Alla successiva riparazione, si decise di installare un parafulmine efficiente. In tale occasione, furono rimosse le mattonelle policrome originali residue, che andarono interamente distrutte o disperse. La cittadinanza sta partecipando al 9° censimento de 'i luoghi del cuore' auspicando di poter realizzare un progetto di recupero e ristrutturazione del campanile.

Gallery

Chiesa di Santa Maria delle Grazie a Calvizzano, CHIESA SANTA MARIA DELLE GRAZIE - PARROCCHIA DI SAN GIACOMO APOSTOLO, CALVIZZANO, NAPOLI
Chiesa di Santa Maria delle Grazie a Calvizzano, CHIESA SANTA MARIA DELLE GRAZIE - PARROCCHIA DI SAN GIACOMO APOSTOLO, CALVIZZANO, NAPOLI
Chiesa di Santa Maria delle Grazie a Calvizzano, CHIESA SANTA MARIA DELLE GRAZIE - PARROCCHIA DI SAN GIACOMO APOSTOLO, CALVIZZANO, NAPOLI
Chiesa di Santa Maria delle Grazie a Calvizzano, CHIESA SANTA MARIA DELLE GRAZIE - PARROCCHIA DI SAN GIACOMO APOSTOLO, CALVIZZANO, NAPOLI
Chiesa di Santa Maria delle Grazie a Calvizzano, CHIESA SANTA MARIA DELLE GRAZIE - PARROCCHIA DI SAN GIACOMO APOSTOLO, CALVIZZANO, NAPOLI
Chiesa di Santa Maria delle Grazie a Calvizzano, CHIESA SANTA MARIA DELLE GRAZIE - PARROCCHIA DI SAN GIACOMO APOSTOLO, CALVIZZANO, NAPOLI
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
I Luoghi del Cuore
2016, 2018

News

Attualità

Concluso il restauro della tela "La Madonna delle Grazie" a Calvizzano (NA)

2019-03-29

L'intervento al dipinto custodito nella chiesa di Santa Maria delle Grazie a Calvizzano (NA) è stato restaurato grazie al contributo "I Luog...

I Luoghi del Cuore: al via i lavori nella chiesa di S. Maria delle Grazie a Calvizzano (NA)

2018-06-29

Sarà restaurata il dipinto "La Madonna delle Grazie" di Nicola Vaccaro. La tela potrà essere recuperata grazie al contributo di 11.000 euro ...

8 Luoghi del Cuore ti dicono Grazie

2017-12-12

Scopri gli 8 Luoghi del Cuore nel Sud Italia che sono stati selezionati per un intervento...

Attualità

24 Luoghi del Cuore vi dicono "Grazie"

2017-11-21

Il FAI annuncia 24 progetti di recupero per altrettanti Luoghi del Cuore votati durante il censimento 2016...
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Scarica l'app del FAI
Una guida alla bellezza da portare sempre con te per conoscere luoghi, sconti ed eventi unici

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te