Iscriviti al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
CISTERNE ROMANE SOTTERRANEE

CISTERNE ROMANE SOTTERRANEE

ISERNIA

848°

POSTO

19

VOTI 2020
Condividi
CISTERNE ROMANE SOTTERRANEE
Sotto diversi palazzi del centro storico di Isernia si conservano ancora le cisterne coeve della Colonia Latina e alcune di queste sono accessibili. Esse presumibilmente facevano parte di un complesso e articolato sistema sotterraneo di adduzione e di circolazione delle acque nel centro storico della città. E’ facile pensare che siamo in presenza di un fitto reticolato di cisterne a più gallerie comunicanti e destinate a usi diversi a seconda delle epoche. Oltre che per la distribuzione delle acque, sono stati ipotizzati anche utilizzi diversi: luoghi di rifugio, vie di fuga. La grandezza degli ambienti, secondo alcuni, era tale da consentire alla Città Fortezza di Isernia di resistere a lungo agli assalti dei nemici. Le cisterne in questione sono quelle del palazzo Milano-Veneziale al numero civico 27 di vico Sanfelice e quelle di vico d’Afflitto al numero civico 37. Le cisterne a doppia galleria divise da un muro sotto vico d’Afflitto, risultano perfettamente allineate in direzione Nord-Sud per complessivi m. 30 circa. Architettura e arte Risalire all’impianto originario del sistema di gallerie è quasi impossibile, in quanto nel tempo sotto ogni casa sono state effettuate opere di privatizzazione. Le cisterne attualmente visitabili sono di grandi dimensioni e presentano caratteristiche strutturali simili: le murature sono realizzate con ciottoli fluviali, di media e piccola pezzatura, appaiono inoltre, laterizi fratti per lo più tegole. Gli ambienti sono comunicanti attraverso delle aperture realizzate con tegole intere disposte radialmente. Le coperture sono a volte a botte (m.2,30), realizzate mediante centina lignea. Il rivestimento impermeabilizzante, ancora visibile, è caratterizzato da un impasto di malta e sabbia e conserva ancora i segni dei livelli dell’acqua.

Gallery

, CISTERNE ROMANE SOTTERRANEE, ISERNIA

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

Materiali di raccolta voti

Aiuta il tuo luogo del cuore a scalare la classifica: invita i tuoi amici e conoscenti a votarlo e raccogli tu stesso i voti. Il tuo gesto può fare la differenza. Scarica i materiali personalizzati, attiva i tuoi contatti e coinvolgi il tuo territorio: più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. Comincia ora!
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2020

848° Posto

19 Voti
Censimento 2018

11,804° Posto

7 Voti
Censimento 2016

203° Posto

1,300 Voti

Scopri altri luoghi vicini

859°
8 voti

Palazzo storico, dimora storica

PALAZZO CIMORELLI

ISERNIA

858°
9 voti

Palazzo storico, dimora storica

PALAZZO JADOPI

ISERNIA

859°
8 voti

Palazzo storico, dimora storica

PALAZZO MANCINI BELFIORE

ISERNIA

859°
8 voti

Palazzo storico, dimora storica

PALAZZO D'AVALOS-LAURELLI

ISERNIA

Scopri altri luoghi simili

75,586 voti

Ferrovia storica, ferrovia

CUNEO-VENTIMIGLIA-NIZZA: LA FERROVIA DELLE MERAVIGLIE

VENTIMIGLIA, CUNEO

62,690 voti

Palazzo storico, dimora storica

CASTELLO E PARCO DI SAMMEZZANO

REGGELLO, FIRENZE

43,469 voti

Castello, rocca

CASTELLO DI BRESCIA

BRESCIA

40,521 voti

Chiesa

LA VIA DELLE COLLEGIATE

MODICA, RAGUSA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
CISTERNE ROMANE SOTTERRANEE

CISTERNE ROMANE SOTTERRANEE

ISERNIA

Condividi
CISTERNE ROMANE SOTTERRANEE
Sotto diversi palazzi del centro storico di Isernia si conservano ancora le cisterne coeve della Colonia Latina e alcune di queste sono accessibili. Esse presumibilmente facevano parte di un complesso e articolato sistema sotterraneo di adduzione e di circolazione delle acque nel centro storico della città. E’ facile pensare che siamo in presenza di un fitto reticolato di cisterne a più gallerie comunicanti e destinate a usi diversi a seconda delle epoche. Oltre che per la distribuzione delle acque, sono stati ipotizzati anche utilizzi diversi: luoghi di rifugio, vie di fuga. La grandezza degli ambienti, secondo alcuni, era tale da consentire alla Città Fortezza di Isernia di resistere a lungo agli assalti dei nemici. Le cisterne in questione sono quelle del palazzo Milano-Veneziale al numero civico 27 di vico Sanfelice e quelle di vico d’Afflitto al numero civico 37. Le cisterne a doppia galleria divise da un muro sotto vico d’Afflitto, risultano perfettamente allineate in direzione Nord-Sud per complessivi m. 30 circa. Architettura e arte Risalire all’impianto originario del sistema di gallerie è quasi impossibile, in quanto nel tempo sotto ogni casa sono state effettuate opere di privatizzazione. Le cisterne attualmente visitabili sono di grandi dimensioni e presentano caratteristiche strutturali simili: le murature sono realizzate con ciottoli fluviali, di media e piccola pezzatura, appaiono inoltre, laterizi fratti per lo più tegole. Gli ambienti sono comunicanti attraverso delle aperture realizzate con tegole intere disposte radialmente. Le coperture sono a volte a botte (m.2,30), realizzate mediante centina lignea. Il rivestimento impermeabilizzante, ancora visibile, è caratterizzato da un impasto di malta e sabbia e conserva ancora i segni dei livelli dell’acqua.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
Giornate FAI di Primavera
2015
I Luoghi del Cuore
2016, 2018
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te