ISCRIVITI AL FAI
Accedi
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
CONVENTO DEGLI AGOSTINIANI

CONVENTO DEGLI AGOSTINIANI

MELPIGNANO, LECCE

295°

POSTO

435

VOTI 2018
Condividi
CONVENTO DEGLI AGOSTINIANI
L’ex Convento degli Agostiniani è il luogo dei cuori. Di tutti coloro che in una magica notte d’estate risvegliano la “taranta”, in un tripudio di voci, balli e suoni. Il complesso conventuale infatti diventa, nel penultimo sabato di agosto, la suggestiva scenografia della “Notte della Taranta”, il più grande festival di musica popolare d’Europa, che accoglie centinaia di migliaia di persone provenienti da ogni angolo del mondo. L’ex Convento nasce intorno al 1573, quando l'ordine degli Agostiniani riceve in affidamento la Chiesa del Carmine in risposta alle esigenze della Chiesa di Roma, intenta a confermare la supremazia del rito latino su quello greco-bizantino, diffuso nel Salento già da diversi secoli. Melpignano, così come gli altri 12 Paesi, fa parte della Grecìa salentina, un’oasi ellenofona in cui ancora oggi si parla il griko, una lingua neo-greca. L’intero complesso è considerato uno dei più belli esempi del barocco in provincia di Lecce: il grande chiostro con la splendida balconata a nove archi e la vera del pozzo con l’aquila a due teste, simbolo della famiglia Castriota Scanderberg, fanno da sfondo ad importanti eventi culturali. Le incisioni latine, poste sulle architravi delle porte invitano chiunque varchi quella soglia a non sentirsi straniero: “Ostium meum viatori patuit” [Giobbe 31:31] recita un’iscrizione. La Chiesa, dedicata alla Madonna del Carmine reca le firma del più illustre architetto seicentesco Giuseppe Zimbalo e del capo mastro Francesco Manuli. La sua facciata è un trionfo di putti, animali, fiori e merletti, che posti sul fregio dei due ordini della facciata, incorniciano il nome del mecenate, Monsignor Raffaele Monosi. Il portale è caratterizzato da due coppie di colonne finemente decorate che sorreggono una trabeazione sormontata dalla statua della Madonna. L’interno, a navata unica, è ricco di altari barocchi. A seguito delle soppressioni napoleoniche, l’intero complesso subisce un inesorabile declino, fino al 1981, anno in cui l’Amministrazione comunale acquista il bene e avvia i lavori di restauro, permettendo così la fruizione del pian terreno. Oggi il complesso necessita di lavori di manutenzione straordinaria con il restauro delle facciate e dei lastricati solari, oltre che il restauro dell’interno della Chiesa compromessa a causa di alcune infiltrazioni. L’ex Convento degli Agostiniani oggi è uno dei gioielli architettonici più belli e rappresentativi della piccola comunità salentina, in grado di coniugare storia, cultura, tradizione e folclore.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2016

32,216° Posto

1 Voti
Censimento 2014

7,864° Posto

2 Voti
Censimento 2004

1,332° Posto

1 Voti

Scopri altri luoghi vicini

12,831°
7 voti

Edificio civile

MASSERIA SANTA ALOIA

MELPIGNANO, LECCE

7,601°
12 voti

Borgo

MELPIGNANO

MELPIGNANO, LECCE

21,117°
4 voti

Area naturale

PARCO REUCCIO

CASTRIGNANO DE GRECI, LECCE

14,324°
6 voti

Giardino, parco urbano

PARCO POZZELLE

CASTRIGNANO DE GRECI, LECCE

Scopri altri luoghi simili

19°
9,096 voti

Convento

CONVENTO DI SAN VITO

MARIGLIANO, NAPOLI

228°
706 voti

Convento

CONVENTO DI SAN PASQUALE BAYLON

TARANTO

238°
643 voti

Convento

CONVENTO DI SANTA MARIA DI GESU' DEI PADRI RIFORMATI

PETRALIA SOPRANA, PALERMO

315°
391 voti

Convento

CONVENTO SANT'ANTONIO

POLLA, SALERNO

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Scarica l'app del FAI
Una guida alla bellezza da portare sempre con te per conoscere luoghi, sconti ed eventi unici

CONVENTO DEGLI AGOSTINIANI

MELPIGNANO, LECCE

Condividi
CONVENTO DEGLI AGOSTINIANI
L’ex Convento degli Agostiniani è il luogo dei cuori. Di tutti coloro che in una magica notte d’estate risvegliano la “taranta”, in un tripudio di voci, balli e suoni. Il complesso conventuale infatti diventa, nel penultimo sabato di agosto, la suggestiva scenografia della “Notte della Taranta”, il più grande festival di musica popolare d’Europa, che accoglie centinaia di migliaia di persone provenienti da ogni angolo del mondo. L’ex Convento nasce intorno al 1573, quando l'ordine degli Agostiniani riceve in affidamento la Chiesa del Carmine in risposta alle esigenze della Chiesa di Roma, intenta a confermare la supremazia del rito latino su quello greco-bizantino, diffuso nel Salento già da diversi secoli. Melpignano, così come gli altri 12 Paesi, fa parte della Grecìa salentina, un’oasi ellenofona in cui ancora oggi si parla il griko, una lingua neo-greca. L’intero complesso è considerato uno dei più belli esempi del barocco in provincia di Lecce: il grande chiostro con la splendida balconata a nove archi e la vera del pozzo con l’aquila a due teste, simbolo della famiglia Castriota Scanderberg, fanno da sfondo ad importanti eventi culturali. Le incisioni latine, poste sulle architravi delle porte invitano chiunque varchi quella soglia a non sentirsi straniero: “Ostium meum viatori patuit” [Giobbe 31:31] recita un’iscrizione. La Chiesa, dedicata alla Madonna del Carmine reca le firma del più illustre architetto seicentesco Giuseppe Zimbalo e del capo mastro Francesco Manuli. La sua facciata è un trionfo di putti, animali, fiori e merletti, che posti sul fregio dei due ordini della facciata, incorniciano il nome del mecenate, Monsignor Raffaele Monosi. Il portale è caratterizzato da due coppie di colonne finemente decorate che sorreggono una trabeazione sormontata dalla statua della Madonna. L’interno, a navata unica, è ricco di altari barocchi. A seguito delle soppressioni napoleoniche, l’intero complesso subisce un inesorabile declino, fino al 1981, anno in cui l’Amministrazione comunale acquista il bene e avvia i lavori di restauro, permettendo così la fruizione del pian terreno. Oggi il complesso necessita di lavori di manutenzione straordinaria con il restauro delle facciate e dei lastricati solari, oltre che il restauro dell’interno della Chiesa compromessa a causa di alcune infiltrazioni. L’ex Convento degli Agostiniani oggi è uno dei gioielli architettonici più belli e rappresentativi della piccola comunità salentina, in grado di coniugare storia, cultura, tradizione e folclore.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
I Luoghi del Cuore
2004, 2014, 2016
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Scarica l'app del FAI
Una guida alla bellezza da portare sempre con te per conoscere luoghi, sconti ed eventi unici

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te