Iscriviti al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
GROPPINO E IL SUO CUORE SACRO

GROPPINO E IL SUO CUORE SACRO

PIARIO, BERGAMO

159°

POSTO

493

VOTI 2020
GROPPINO E IL SUO CUORE SACRO
Dicesi che Groppino è un Duomo di Milano, nel senso comunemente ripetuto, ma, non meno a proposito, che non è mai finito… La storia. 1906 Terme di Valseriana 1918 Trasformazione graduale degli Alberghi termali in Sanatorio a cura delle Opere Antitubercolari Bergamasche 1928 Inaugurazione del Sanatorio Nuovo e inizio di sistemazione. Si realizza la costruzione di nuovi padiglioni dai nomi suggestivi (Villa Sorgente, Villa Ciclamino, Villa M.Bambina, Villa Frassino ecc.) e dai 235 posti letto del 1929, si arriverà a 450 nel 1963. 1983 Il Sanatorio inizierà la sua trasformazione a causa della diminuzione dei casi di TBC , in seguito alla scoperta di farmaci vaccinazione che hanno ridotti i tempi di permanenza nei Sanatori . Tutti quei padiglioni verranno quindi destinati a servizi e reparti ospedalieri. 2008 Trasferimento dei reparti dell’Ospedale S.Biagio di Clusone nell’Ospedale M.O.Locatelli di Piario. Il luogo. Passeggiando nell’immenso parco dove ogni edificio conserva memoria della sua storia centenaria, ci si imbatte in una chiesetta. La chiesa del Sanatorio, alquanto nascosta all’ombra di tigli e frassini, iniziò la sua vita silenziosa nel 1921, quando fu consacrata e dedicata al SACRO CUORE DI GESU’. Il successivo aumento dei ricoverati e lo sviluppo del sanatorio resero necessario il suo ampliamento dopo 14 anni e fu in grado di contenere più di 300 persone. Si tratta di un piccolo gioiello artistico che conserva affreschi del pittore bergamasco Piccinini, come ben evidenziato dalle fotografie degli anni ‘30 recuperate dall’archivio Cesare Cristilli, storico fotografo clusonese. Il tempio, negli ultimi 30 anni, è rimasto inutilizzato. E’ in corso un lento deterioramento sia della struttura che degli affreschi contenuti all’interno. Il cuore. La chiesa rappresenta un segno tangibile di come all’inizio del 1900, di fronte a una malattia inspiegabile come la TBC, la cui unica incerta cura era una lunga permanenza in sanatorio, la preghiera serviva da conforto. Conforto per la mancanza di famigliari e amici, tenuti ben a distanza per paura del contagio; speranza di superare le difficoltà economiche, perché un malato di tisi, sebbene guarito era considerato fragile e cagionevole; sostegno della fede di fronte alla paura di non sopravvivere alla devastazione della morte del proprio compagno di camerata. Quante similitudini tra epidemia di TBC 1918 e la pandemia Covid 19 2020… Ecco un ineludibile motivo perché, quando restaurata, questa chiesetta diventi un luogo per ricordare le battaglie che l’uomo dovrà sempre sostenere per mantenere uno stato di benessere fisico psichico, sociale e spirituale. Un luogo del cuore da non tradire mai.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

Materiali di raccolta voti

Aiuta il tuo luogo del cuore a scalare la classifica: invita i tuoi amici e conoscenti a votarlo e raccogli tu stesso i voti. Il tuo gesto può fare la differenza. Scarica i materiali personalizzati, attiva i tuoi contatti e coinvolgi il tuo territorio: più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. Comincia ora!

Vota altri luoghi vicini

1,958°
37 voti

Altro

LA CASA DELL'ORFANO - CLUSONE

PONTE DELLA SELVA, BERGAMO

2,560°
28 voti

Chiesa

COMPLESSO DELLA BASILICA DI CLUSONE

CLUSONE, BERGAMO

587°
150 voti

Area urbana, piazza

PIAZZA DI OGNA

VILLA D'OGNA, BERGAMO

1,356°
56 voti

Affresco, dipinto

AFFRESCO SU PARETE ESTERNA DELL'ORATORIO DEI DISCIPLINI - DANZA MACABRA/TRIONFO DELLA MORTE

CLUSONE, BERGAMO

Vota altri luoghi simili

12,911 voti

Palazzo storico, dimora storica

CASTELLO E PARCO DI SAMMEZZANO

REGGELLO, FIRENZE

9,649 voti

Ponte

PONTE DELL'ACQUEDOTTO

GRAVINA IN PUGLIA, BARI

6,309 voti

Ferrovia storica, ferrovia

CUNEO-VENTIMIGLIA-NIZZA: LA FERROVIA DELLE MERAVIGLIE

CUNEO

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

GROPPINO E IL SUO CUORE SACRO

PIARIO, BERGAMO

GROPPINO E IL SUO CUORE SACRO
Dicesi che Groppino è un Duomo di Milano, nel senso comunemente ripetuto, ma, non meno a proposito, che non è mai finito… La storia. 1906 Terme di Valseriana 1918 Trasformazione graduale degli Alberghi termali in Sanatorio a cura delle Opere Antitubercolari Bergamasche 1928 Inaugurazione del Sanatorio Nuovo e inizio di sistemazione. Si realizza la costruzione di nuovi padiglioni dai nomi suggestivi (Villa Sorgente, Villa Ciclamino, Villa M.Bambina, Villa Frassino ecc.) e dai 235 posti letto del 1929, si arriverà a 450 nel 1963. 1983 Il Sanatorio inizierà la sua trasformazione a causa della diminuzione dei casi di TBC , in seguito alla scoperta di farmaci vaccinazione che hanno ridotti i tempi di permanenza nei Sanatori . Tutti quei padiglioni verranno quindi destinati a servizi e reparti ospedalieri. 2008 Trasferimento dei reparti dell’Ospedale S.Biagio di Clusone nell’Ospedale M.O.Locatelli di Piario. Il luogo. Passeggiando nell’immenso parco dove ogni edificio conserva memoria della sua storia centenaria, ci si imbatte in una chiesetta. La chiesa del Sanatorio, alquanto nascosta all’ombra di tigli e frassini, iniziò la sua vita silenziosa nel 1921, quando fu consacrata e dedicata al SACRO CUORE DI GESU’. Il successivo aumento dei ricoverati e lo sviluppo del sanatorio resero necessario il suo ampliamento dopo 14 anni e fu in grado di contenere più di 300 persone. Si tratta di un piccolo gioiello artistico che conserva affreschi del pittore bergamasco Piccinini, come ben evidenziato dalle fotografie degli anni ‘30 recuperate dall’archivio Cesare Cristilli, storico fotografo clusonese. Il tempio, negli ultimi 30 anni, è rimasto inutilizzato. E’ in corso un lento deterioramento sia della struttura che degli affreschi contenuti all’interno. Il cuore. La chiesa rappresenta un segno tangibile di come all’inizio del 1900, di fronte a una malattia inspiegabile come la TBC, la cui unica incerta cura era una lunga permanenza in sanatorio, la preghiera serviva da conforto. Conforto per la mancanza di famigliari e amici, tenuti ben a distanza per paura del contagio; speranza di superare le difficoltà economiche, perché un malato di tisi, sebbene guarito era considerato fragile e cagionevole; sostegno della fede di fronte alla paura di non sopravvivere alla devastazione della morte del proprio compagno di camerata. Quante similitudini tra epidemia di TBC 1918 e la pandemia Covid 19 2020… Ecco un ineludibile motivo perché, quando restaurata, questa chiesetta diventi un luogo per ricordare le battaglie che l’uomo dovrà sempre sostenere per mantenere uno stato di benessere fisico psichico, sociale e spirituale. Un luogo del cuore da non tradire mai.
Campagne in corso in questo luogo
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te