ISCRIVITI AL FAI
Accedi
Giornate FAI di Primavera
23 e 24 marzo 2019
Il Frantoio storico de Miccolis e la Cantina Malvezzi

Il Frantoio storico de Miccolis e la Cantina Malvezzi

MATERA

Condividi
Il Frantoio storico de Miccolis e la Cantina Malvezzi

Apertura a cura di

Delegazione FAI di Matera

Orario

Sabato: 09:30 - 13:30 / 15:00 - 18:30

Domenica: 09:30 - 13:30 / 15:00 - 18:30 (ultimo ingresso 18:00)

Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell'orario di chiusura indicato

Contributo suggerito a partire da: € 3,00

L’ingresso originario con il suo portale seicentesco al civico 3 di via San Bartolomeo, mostra ancora la struttura di casa a corte con scala esterna che saliva al piano padronale, mentre al piano terra si collocavano il trappeto, le stalle, la cantina e i depositi. L’ampliamento ottocentesco oltre alla parte residenziale interessa anche quella produttiva con il trappeto al civico 46. Sulle superfici dei locali ipogei si leggono ancora i segni di travi e pilastri in legname e delle lucerne a olio per l’illuminazione di ambienti quasi privi di luce naturale. Profonde scalinate portano alle aree di invecchiamento del vino, conservazione dell’olio e stagionatura dei prodotti. Nella parte centrale vi è la molazza, macchina a trazione animale con tre ruote in pietra, restaurata; sul retro la stalla e una caditoia per far scorrere i sacchi delle olive. L’area della spremitura presenta ancora ìncavi di travi e pilastri per i torchi. Il complesso è di proprietà della Famiglia Motta.

Itinerario

19 APERTURE STRAORDINARIE PER MATERA ECOC 2019

Visite a cura di

Apprendisti Ciceroni I.I.S. "G. B.Pentasuglia"

Visite in lingua straniera

Inglese

Inziative speciali

Percorso narrativo: Dal vino dei Malvezzi all'olio dei Miccolis

Altri luoghi presenti in questo itinerario

Casino Padula e Open Design School

MATERA

Castello Tramontano

MATERA

Centro di Geodesia Spaziale - ASI

MATERA

Convento delle Sante Lucia e Agata alla Civita

MATERA

Il Campus dell'Università degli Studi della Basilicata

MATERA

Il Community Center di Matera2019

MATERA

Il Mulino Alvino

MATERA

Il progetto di A. Olivetti e L. Quaroni per La Martella

MATERA

Ipogei di Piazza San Francesco

MATERA

L' "Ipogeo Materasum" e la città scavata

MATERA

Le Palazziate e il Forno di vicinato della Fondazione Sassi

MATERA

La Collina del Castello

MATERA

La Fabbrica del Carro Trionfale della Festa della Bruna

MATERA

Grancia fortificata di Parco dei Monaci

MATERA

Laboratorio di Restauro del MiBAC

MATERA

Aperture vicine

Castello di Bernalda

BERNALDA, MATERA

Chiesa di San Bernardino da Siena

BERNALDA, MATERA

Lago Salinella - Riserva naturale Stornara - Metaponto

BERNALDA, MATERA

Masseria Sansone della Famiglia Lacava

BERNALDA, MATERA

Parco Archeologico di area urbana Metaponto

BERNALDA, MATERA

Cappella scavata

CIRIGLIANO, MATERA

Chiesa Madre di Santa Maria della Croce

FERRANDINA, MATERA

Piazza del Plebiscito

FERRANDINA, MATERA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Scarica l'app del FAI
Una guida alla bellezza da portare sempre con te per conoscere luoghi, sconti ed eventi unici

IL FRANTOIO STORICO DE MICCOLIS E LA CANTINA MALVEZZI

MATERA

Condividi
IL FRANTOIO STORICO DE MICCOLIS E LA CANTINA MALVEZZI
L’ingresso originario con il suo portale seicentesco al civico 3 di via San Bartolomeo mostra ancora la struttura di casa a corte con scala esterna che saliva al piano padronale mentre al piano terra vi erano il trappeto, le stalle, la cantina e i depositi. L’ampliamento ottocentesco oltre alla parte residenziale interessa anche quella produttiva con il trappeto al civico 46 di via San Bartolomeo. Sulle superfici dei locali ipogei si leggono i segni di travi e pilastri in legname e delle lucerne a olio atte all’ illuminazione di ambienti quasi privi di luce naturale. Profonde scalinate portano alle zone di invecchiamento del vino, conservazione dell’olio e stagionatura di prodotti. Nella parte centrale vi è la molazza, macchina a trazione animale con tre ruote in pietra, restaurata; sul retro la stalla e una caditoia per far scorrere i sacchi delle olive. L’area della spremitura presenta ancora ìncavi di travi e pilastri per i torchi. Il complesso è di proprietà della Famiglia Motta.
Campagne in corso in questo luogo
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Scarica l'app del FAI
Una guida alla bellezza da portare sempre con te per conoscere luoghi, sconti ed eventi unici

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te