Iscriviti al FAI
Giornate FAI d'Autunno
Sabato 12 e domenica 13 ottobre
La "Giudecca" di Conversano

La "Giudecca" di Conversano

CONVERSANO, BARI

Condividi
La "Giudecca" di Conversano

Apertura a cura di

Gruppo FAI di Monopoli

Orario

Sabato: 09:30 - 12:30 / 16:00 - 18:00

Domenica: 16:00 - 18:30

Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell'orario di chiusura indicato

Note per la visita

La visita non prevede l'apertura di luoghi particolari ma la visita al quartiere ebraico insieme alla guida del dott. Antonio Fanizzi e degli Apprendisti Ciceroni.

Contributo suggerito a partire da: € 3,00

Percorreremo le stradine del piccolo quartiere dell'antica Giudecca ricostruendone la storia attraverso la documentazione storica di atti notali del notaio Jacopo de Sire Goffredo che attestano la presenza in Conversano di una comunità di Ebrei sino alla prima metà del XVI sec. Nel Regno di Napoli fino ai primi del ‘500 gli Ebrei furono tollerati, ma nel 1503 il re Ferdinando il Cattolico li obbligò a portare un segno rosso sul loro abito e l’anno successivo li espulse. In Conversano il ricordo della “Giudecca” rimase a lungo, tanto che se ne fa menzione nel Catasto provvisorio murattiano sino al 1815: dagli atti in esso riportati si può ragionevolmente ritenere che la “Giudecca” di Conversano si trovasse in una zona in quartiere aggregato alla città dalla fine del Cinquecento rinchiusa tra via Stefano Martino, ad angolo con via Signorella, via San Gaetano e Rampavilla (Vicciarolo).

Visite a cura di

Apprendisti Ciceroni Liceo Simone Morea e Liceo San Benedetto

FAI PONTE TRA CULTURE

L'arte e la cultura in tutte le lingue del mondo con i mediatori culturali artistici.

Il progetto intende ripercorrere la presenza del popolo ebraico nel territorio di Conversano e e come sia a lungo convissuto con la comunità locale

Iniziative speciali

A conclusione della serata del Sabato 12 Ottobre, saranno eseguite delle danze della tradizione ebraica a cura della prof.ssa Pia Murro dai ragazzi dei licei partecipanti al progetto.

Gallery

Altri luoghi presenti in questo itinerario

Chiesa di Santa Caterina

CONVERSANO, BARI

Aperture vicine

Chiesa di Santa Caterina

CONVERSANO, BARI

Passeggiata tra le vie di Turi sotto la dominazione spagnola

TURI, BARI

Antica Chiesa di S. Antonio Abate

PUTIGNANO, BARI

L'ipogeo a Monopoli: luogo di preghiera e di lavoro

MONOPOLI, BARI

Caserma "Chiaffredo Bergia"

BARI

Casale Cagnazzi

ALTAMURA, BARI

L'Oriente incontra l'Occidente: alla scoperta della cripta basiliana di Santa Maria della Nova

OSTUNI, BRINDISI

Centro di Geodesia Spaziale “Giuseppe Colombo” di Matera - 50 anni dalla Terra alla Luna (1969 - 2019)

MATERA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

LA “GIUDECCA” DI CONVERSANO

CONVERSANO, BARI

LA “GIUDECCA” DI CONVERSANO
A Conversano visse una comunità ebraica nel piccolo quartiere della Giudecca. Il 3 marzo 1498 su ricorso della Giudecca la Regia Camera della Sommaria ordinò al percettore provinciale di non esigere contributi fiscali indebiti da quelle famiglie rispetto a quelli dovuti da tutti gli altri cittadini. Nel 1507 la comunità scomparve. Nel Regno di Napoli fino ai primi del '500 furono tollerati; nel 1503 re Ferdinando il Cattolico impose loro un segno rosso sull’abito, l’anno dopo li espulse. Rimasero duecento famiglie ricostituitesi in comunità cui Carlo V nel novembre 1520 concesse privilegi. Gli ecclesiastici pretesero la loro conversione o sarebbero diventati schiavi con i beni confiscati. Il 5 gennaio 1533 furono allontanati. Dopo due anni di suppliche, Carlo V si accordò; il 10 novembre 1539 lo scandalo della loro presenza tra i Cristiani, li costrinse a portare un distintivo e di abitare in luoghi separati.
Campagne in corso in questo luogo
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te