Iscriviti al FAI

PALAZZO DEI PIO

NOVI DI MODENA, MODENA

Condividi
PALAZZO DEI PIO
Il palazzo Pio, in Rovereto di Novi di Modena, era una delle residenze di campagna possedute dalla famiglia Pio ancora nell'800. In origine l'edificio consisteva in un fortilizio rettangolare con cortile interno protetto da quattro torri angolari e si può datare alla metà del '400 circa. Nel 1525 quando i Pio perdettero l'investitura del Principato carpigiano, il palazzo rimase di loro proprietà libero da vincoli feudali ed essi ne fecero il centro delle attività derivanti dall'agricoltura e dai commerci di quelle zone. Galasso IV, verso la fine del '600, lo trasformò da presidio fortificato in palazzo a figura di corte. Ne fu architetto e disegnatore il figlio Andrea Pio. Questo palazzo diventò residenza abituale dei Pio del ramo Carpigiano e rappresentò il centro amministrativo per la gestione dei vasti possedimenti fondiari ubicati nel territorio. Alla fine del '700, il palazzo venne trasformato in villa con l'aggiunta del grande corpo frontale, ad est, terminante in due bassi torrioni che ne definirono le ali secondarie. Ancora oggi il Palazzo dei Pio, più precisamente situato nel territorio di S.Antonio in Mercadello, pare collocarsi sullo sfondo di un dipinto. Sapientemente costruito e conservato, nella compattezza delle sue trame e atmosfere, nella ricchezza dei suoi effetti e dei suoi contenuti quanto mai funzionali, conserva un'impronta documentaristica, quasi un resoconto narrativo leggibilissimo, soffuso di un lirismo malinconico che gli deriva dalla sua ritirata solitudine.
Storico campagne in questo luogo
I Luoghi del Cuore
2012, 2016, 2018
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te