Iscriviti al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
PARCO DELLA BIODIVERSITA' MEDITERRANEA

PARCO DELLA BIODIVERSITA' MEDITERRANEA

CATANZARO

588°

POSTO

237

VOTI 2020
Condividi
PARCO DELLA BIODIVERSITA' MEDITERRANEA
Il Parco della Biodiversità Mediterranea è un’area verde che si estende per 60 ettari nel cuore della città di Catanzaro. Nasce dalla riqualificazione ambientale della vecchia azienda della Scuola Agraria, con un massiccio intervento di ingegneria naturalistica. Il paesaggio è stato rimodellato nello spirito del rispetto e della valorizzazione della biodiversità. Oggi il Parco è un ecosistema in cui convivono grandi varietà di fiori e di animali e ospita alcune struture finalzzate ad attività culturali, sportive e ludiche. Al suo interno infatti il Parco ospita le sedi del CRAS (Centro Recupero Animali Selvatici), del MUSMI (Museo Storico Militare “Brigata Catanzaro”) e del Corpo di Polizia Provinciale. Nell’area del Parco della Biodiversità sono ospitate anche numerose importanti installazioni artistiche con opere di Dennis Oppenheim (Electric Kisses), Tony Cragg (Cast glance), Jan Fabre (De man de wolken meet/L’uomo che misura le nuvole), Mimmo Paladino (Testimoni), Wim Delvoye (Betoniera), Marc Quinn (Totem), sette sculture in ferro del ciclo Time Horizon di Antony Gormley, un dittico in bronzo dipinto di Stephan Balkenhol.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

Materiali di raccolta voti

Aiuta il tuo luogo del cuore a scalare la classifica: invita i tuoi amici e conoscenti a votarlo e raccogli tu stesso i voti. Il tuo gesto può fare la differenza. Scarica i materiali personalizzati, attiva i tuoi contatti e coinvolgi il tuo territorio: più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. Comincia ora!
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2018

13,701° Posto

6 Voti
Censimento 2016

6,867° Posto

9 Voti
Censimento 2014

3,876° Posto

6 Voti
Censimento 2006

2,725° Posto

1 Voti

Vota altri luoghi vicini

11,692°
7 voti

Biblioteca

ARCHIVIO STORICO DELLA CAMERA DI COMMERCIO

CATANZARO

3,986°
24 voti

Palazzo storico, dimora storica

CASA DELLA MEMORIA MIMMO ROTELLA

CATANZARO

Vota altri luoghi simili

17,257 voti

Palazzo storico, dimora storica

CASTELLO E PARCO DI SAMMEZZANO

REGGELLO, FIRENZE

12,847 voti

Ferrovia storica, ferrovia

CUNEO-VENTIMIGLIA-NIZZA: LA FERROVIA DELLE MERAVIGLIE

VENTIMIGLIA, CUNEO

12,280 voti

Ponte

PONTE DELL'ACQUEDOTTO

GRAVINA IN PUGLIA, BARI

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

PARCO DELLA BIODIVERSITA' MEDITERRANEA

CATANZARO

Condividi
PARCO DELLA BIODIVERSITA' MEDITERRANEA
Il Parco della Biodiversità Mediterranea è un’area verde che si estende per 60 ettari nel cuore della città di Catanzaro. Nasce dalla riqualificazione ambientale della vecchia azienda della Scuola Agraria, con un massiccio intervento di ingegneria naturalistica. Il paesaggio è stato rimodellato nello spirito del rispetto e della valorizzazione della biodiversità. Oggi il Parco è un ecosistema in cui convivono grandi varietà di fiori e di animali e ospita alcune struture finalzzate ad attività culturali, sportive e ludiche. Al suo interno infatti il Parco ospita le sedi del CRAS (Centro Recupero Animali Selvatici), del MUSMI (Museo Storico Militare “Brigata Catanzaro”) e del Corpo di Polizia Provinciale. Nell’area del Parco della Biodiversità sono ospitate anche numerose importanti installazioni artistiche con opere di Dennis Oppenheim (Electric Kisses), Tony Cragg (Cast glance), Jan Fabre (De man de wolken meet/L’uomo che misura le nuvole), Mimmo Paladino (Testimoni), Wim Delvoye (Betoniera), Marc Quinn (Totem), sette sculture in ferro del ciclo Time Horizon di Antony Gormley, un dittico in bronzo dipinto di Stephan Balkenhol.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
I Luoghi del Cuore
2006, 2014, 2016, 2018
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te