Iscriviti al FAI
Accedi
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
PONTE LEPROSO

PONTE LEPROSO

BENEVENTO

1,243°

POSTO

17

VOTI 2018
PONTE LEPROSO
Il Ponte Leproso rappresentava il tratto di accesso in città attraverso la via Appia che conduceva a Brindisi e quindi all'imbarco per l'Oriente. Importante monumento di tipica struttura romana fu restaurato da Appio Claudio, da Settimio Severo, da Caracalla e da Marco Aurelio Antonino. Distrutto una prima volta dai Goti di Totila nel VI secolo, il Ponte fu cruciale nella famosa battaglia di Benevento del 1266: infatti, nelle immediate vicinanze del Ponte, morì Manfredi di Svevia, ferito a morte dai soldati di Carlo d'Angiò. Il nome Leproso gli è stato probabilmente attribuito in epoca medievale, al posto di quello ben più prestigioso di Ponte Marmoreo, per indicare che nelle vicinanze sorgeva un lebbrosario. NellOttocento fu chiamato anche Ponte di San Cosimo, dal nome di una chiesetta attigua. Lattuale struttura a quattro arcate (un tempo cinque), risale alla ricostruzione effettuata dopo il terremoto del 1702, su progetto di Giovan Battista Nauclerio. Sotto il Ponte scorre il fiume Sabato, che ricorda le antiche leggende "Sabbatiche" delle Streghe di Benevento, che ballavano folli sarabande sulle rive e nei pressi del mitico noce. Poco lontano dal Ponte sorge l'antico cimitero della città, intitolato a Santa Clementina.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

Materiali di raccolta voti

Aiuta il tuo luogo del cuore a scalare la classifica: invita i tuoi amici e conoscenti a votarlo e raccogli tu stesso i voti. Il tuo gesto può fare la differenza. Scarica i materiali personalizzati, attiva i tuoi contatti e coinvolgi il tuo territorio: più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. Comincia ora!
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2016

1,922° Posto

32 Voti
Censimento 2014

1,896° Posto

17 Voti
Censimento 2004

533° Posto

3 Voti
Censimento 2003

1,697° Posto

1 Voti

Vota altri luoghi vicini

983°
22 voti

Area archeologica

MURA LONGOBARDE DI BENEVENTO

BENEVENTO

8674°
2 voti

Monumento, statua, elemento architettonico

PONT'ARSO

BENEVENTO

Vota altri luoghi simili

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Scarica l'app del FAI
Una guida alla bellezza da portare sempre con te per conoscere luoghi, sconti ed eventi unici

PONTE LEPROSO

BENEVENTO

Condividi
PONTE LEPROSO
Il Ponte Leproso rappresentava il tratto di accesso in città attraverso la via Appia che conduceva a Brindisi e quindi all'imbarco per l'Oriente. Importante monumento di tipica struttura romana fu restaurato da Appio Claudio, da Settimio Severo, da Caracalla e da Marco Aurelio Antonino. Distrutto una prima volta dai Goti di Totila nel VI secolo, il Ponte fu cruciale nella famosa battaglia di Benevento del 1266: infatti, nelle immediate vicinanze del Ponte, morì Manfredi di Svevia, ferito a morte dai soldati di Carlo d'Angiò. Il nome Leproso gli è stato probabilmente attribuito in epoca medievale, al posto di quello ben più prestigioso di Ponte Marmoreo, per indicare che nelle vicinanze sorgeva un lebbrosario. NellOttocento fu chiamato anche Ponte di San Cosimo, dal nome di una chiesetta attigua. Lattuale struttura a quattro arcate (un tempo cinque), risale alla ricostruzione effettuata dopo il terremoto del 1702, su progetto di Giovan Battista Nauclerio. Sotto il Ponte scorre il fiume Sabato, che ricorda le antiche leggende "Sabbatiche" delle Streghe di Benevento, che ballavano folli sarabande sulle rive e nei pressi del mitico noce. Poco lontano dal Ponte sorge l'antico cimitero della città, intitolato a Santa Clementina.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
Giornata FAI d'Autunno
2015
I Luoghi del Cuore
2003, 2004, 2014, 2016
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Scarica l'app del FAI
Una guida alla bellezza da portare sempre con te per conoscere luoghi, sconti ed eventi unici

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te