Iscriviti al FAI a -10€
Giornate FAI d'Autunno
17 - 18 ottobre e 24 - 25 ottobre
RIONE TERRAVECCHIA E DIRUPO

RIONE TERRAVECCHIA E DIRUPO

PISTICCI, MATERA

Condividi
RIONE TERRAVECCHIA E DIRUPO

Apertura a cura di

Delegazione Fai della Costa Jonica

Orario

Sabato: 15:00 - 17:30

Domenica: 09:30 - 17:30

Note per la visita

le visite avverranno oggi ora previa prenotazione e per 15 persone alla volta.

Il Rione Terravecchia costituisce la parte più alta e più antica dell'abitato da cui nel 1688 franò l'attuale rione Dirupo. In esso sono ubicati il castello, l'antica porta del paese, la Chiesa Madre, la Chiesetta dell'Annunziata e i ruderi della chiesa della Madonna della Stella e diversi palazzi gentilizi. Vi è situato il torrione dell'acquedotto dell'Agri, di epoca fascista. Il Rione Dirupo, anticamente chiamato Casalnuovo, ha successivamente preso il nome dalla rovinosa frana del 1688, sulle rovine della quale fu costruito. Anticamente gli artigiani, piccoli massari e contadini, ebbero la forza e l'orgoglio di ricostruire le loro case sulle rovine di quelle precedenti. Caratterista del rione sono le lammie, tipiche casette bianche allineate, esempi di architettura semplice e spontanea e la chiesetta dell'Immacolata Concezione.

Visite a cura di

Volontari della Delegazione Fai della Costa Jonica

Aperture vicine

Bosco Bufalara

BERNALDA, MATERA

MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DELLA SIRITIDE

POLICORO, MATERA

CHIESA MADRE

SAN MAURO FORTE, MATERA

Casa Noha

MATERA

CONVENTO DELLE SANTE LUCIA E AGATA ALLA CIVITA

MATERA

Arsenale Militare Marittimo di Taranto e Mostra storica

TARANTO

Chiesa rupestre di Sant' Antuono

OPPIDO LUCANO, POTENZA

Convento di " S. Maria del Gesù" , detto di S. Antonio

OPPIDO LUCANO, POTENZA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

RIONE TERRAVECCHIA E DIRUPO

PISTICCI, MATERA

Condividi
RIONE TERRAVECCHIA E DIRUPO
Il Rione Terravecchia costituisce la parte più alta e più antica dell'abitato da cui nel 1688 franò l'attuale rione Dirupo. In esso sono ubicati il castello, l'antica porta del paese, la Chiesa Madre, la Chiesetta dell'Annunziata e i ruderi della chiesa della Madonna della Stella e diversi palazzi gentilizi. Vi è situato il torrione dell'acquedotto dell'Agri, di epoca fascista. Il Rione Dirupo, anticamente chiamato Casalnuovo, ha successivamente preso il nome dalla rovinosa frana del 1688, sulle rovine della quale fu costruito. Anticamente gli artigiani, piccoli massari e contadini, ebbero la forza e l'orgoglio di ricostruire le loro case sulle rovine di quelle precedenti. Caratterista del rione sono le lammie, tipiche casette bianche allineate, esempi di architettura semplice e spontanea e la chiesetta dell'Immacolata Concezione.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
Giornate FAI di Primavera
2019
Giornata FAI d'Autunno
2019, 2020
I Luoghi del Cuore
2016, 2018
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te