Iscriviti al FAI
Giornate FAI d'Autunno
16 - 17 ottobre
LA SAN BENEDETTO DEI CUNICOLI

LA SAN BENEDETTO DEI CUNICOLI

SAN BENEDETTO DEL TRONTO, ASCOLI PICENO

Condividi
LA SAN BENEDETTO DEI CUNICOLI

Apertura a cura di

Gruppo FAI di San Benedetto del Tronto

Orario

Sabato: 10:00 - 17:30

Domenica: 10:00 - 17:30

Note per la visita

Si accede dal paese alto di San Benedetto del Tronto.

A CURA DI Gruppo FAI di San Benedetto del Tronto

Nel sottosuolo del quartiere Castello , nella zona compresa tra via Marinuccia a nord e via dei Bastioni ad est, via Fileni a sud e Case nuove ad ovest, a seguito di indagine topografica e geotecnica, è stata rilevata la presenza di grotte e cavità artificiali. Oggi non tutte le grotte e i cunicoli sono percorribili a causa di riempimenti o crolli ma è molto probabile che essi fossero , almeno in gran parte, tra loro collegati. Il più importante è quello che si estende sotto la villa Bice Piacentini che risale ai primi anni del I secolo d.c., gli altri presentano caratteristiche diverse , in tema di rivestimenti, dimensioni, percorribilità; alcuni sono in pendenza, altri pianeggianti, altri terminano a croce o presentano nicchie laterali.

L'origine di San Benedetto è connessa con il fiume Tronto, conosciuto prima di Cristo e di cui parlano storiografi e geografi greci e latini. La morfologia costiera era differente da quella odierna: non era presente la cimosa sabbiosa che attualmente costituisce la spiaggia; la costa presentava diversi ricoveri marittimi e dopo il passaggio dei Viburni, successivamente in un anno imprecisato ma vari secoli prima di Cristo, compaiono i Piceni, staccatisi probabilmente dai Sabini , che , guidati da un picchio, dice la leggenda, giunsero alla foce del fiume Tronto. I Piceni erano un popolo prevalentemente guerriero e le considerazioni sul loro carattere bellicoso,se collegate alla presenza di una città fortificata, Castrum Truentinum riferibile secondo alcuni storici a San Benedetto, potrebbe portare ad ipotizzare già l'esistenza di un primo rudimentale sistema difensivo con cavità e cunicoli sotterranei scavati nel terreno sabbioso nella zona dell'attuale Paese Alto.

La leggenda narra anche che in questi cunicoli, fu scavato il vano che accolse le spoglie del Santo Benedetto Martire in un cunicolo che potrebbe aver nome di catacomba che permetteva di raggiungere le spoglie del santo e che avrebbe avuto inizio nella parte meno elevata del villaggio, forse nella parte iniziale dell'attuale Via Fileni, per terminare sotto la piccola pieve, in corrispondenza della porta laterale che immette all'interno della Chiesa.

COSA SCOPRIRETE DURANTE LE GIORNATE FAI?

.

Testo scritto da Gruppo FAI di San Benedetto del Tronto

Visite a cura di

Volontari FAI

Gallery

Aperture vicine

VILLA MARITTIMA ROMANA

SAN BENEDETTO DEL TRONTO, ASCOLI PICENO

ORATORIO DI SANTA MONICA

FERMO

PALAZZO BERNETTI EVANGELISTA

FERMO

CHIESA SS. FILIPPO E GIACOMO

MONTEGRANARO, FERMO

CRIPTA DI S. UGO

MONTEGRANARO, FERMO

SAN GIOVANNI AD INSULAM

ISOLA DEL GRAN SASSO D'ITALIA, TERAMO

PALAZZETTO ‘500

ISOLA DEL GRAN SASSO D'ITALIA, TERAMO

PALAZZO HENRICI – DE ANGELIS

ISOLA DEL GRAN SASSO D'ITALIA, TERAMO

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

SAN BENEDETTO SOTTERRANEA

SAN BENEDETTO DEL TRONTO, ASCOLI PICENO

SAN BENEDETTO SOTTERRANEA
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te