Iscriviti al FAI a -10€
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
SANTUARIO DI SANTA MARIA SUCCURRENTE A VALLIANO

SANTUARIO DI SANTA MARIA SUCCURRENTE A VALLIANO

MONTESCUDO, RIMINI

24,508°

POSTO

4

VOTI 2020
Condividi
SANTUARIO DI SANTA MARIA SUCCURRENTE A VALLIANO
La Chiesa di S. Maria Succurrente di Valliano risale alla seconda metà del XV secolo. Contemporaneo è il campanile, in ottimo stato di conservazione, che è uno dei più antichi presenti nella provincia di Rimini. Le prime testimonianze del culto a Valliano risalgono però al V secolo d.c., epoca cui appartengono i lacerti di muri conservati al di sotto del pavimento in cotto del '400 e parzialmente visibili e la mesa dell'altare, Un monolito di calcare locale di forma rettangolare, che oggi poggia su 4 semi colonne, due delle quali di epoca romana. il santuario venne costruito su dedicazione della basilica lateranense (1465), come attesta una lapida ancora visibile sopra il portone di ingresso ed era gestito da monaci domenicani. agli stessi monaci, è ascrivibile la ricca decorazione ad affresco delle pareti dell'abside, riscoperta nel 1993-94 a seguito dei lavori di restauro promossi da don mario molari e sostenuti dal comitato locale. Protagonista assoluta degli affreschi è la Madonna, oltre a San Vincenzo Ferrer e ai padri della chiesa. San Domenico e Santa Caterina da Siena erano raffigurati sulla parete di fondo dell'abside, che tuttavia ha subito i danni maggiori e oggi si mostra frammentaria. Più antica è la rappresentazione della Madonna con bambino, Sant'Ambrogio e un santo anonimo; superba è la rappresentazione di Sant'Antonio abate in trono col porcellino ai piedi. Riferibile all'opera di allievi di Raffaello è una lunetta del braccio destro dell'abside, raffigurante il matrimonio mistico di Santa Caterina d'alessandria alla presenza di San Sebastiano. La statua della madonna venerata a Valliano risale al XVIII secolo: è una "madonna impagliata" (cioè una sorta di bambola di pezza con solo alcune parti in legno dipinto), sistemata all'interno di un baldacchino di legno dipinto in blu ed oro. il santuario ha subito gravi danni durante la seconda guerra mondiale, poiché si trovava sulla linea gotica: il tetto è stato ricostruito in seguito ai bombardamenti e le pareti rialzate di circa 1,20 m , intervento questo che si nota facilmente dall'esterno. La vecchia canonica è stata restaurata nei primi anni duemila ed oggi ospita il museo etnografico che racconta la vita della civiltà contadina, che ancora vive nelle campagne riminesi! Molte le feste e i pellegrinaggi che hanno luogo a Valliano: fra tutte, la più importante è la festa della madonna che si svolge il 14 e 15 agosto di ogni anno e a cui partecipano migliaia di persone. Il santuario è gestito dal comitato locale di volontari, che si occupa della manutenzione e dell'organizzazione delle varie feste e attività.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

Materiali di raccolta voti

Aiuta il tuo luogo del cuore a scalare la classifica: invita i tuoi amici e conoscenti a votarlo e raccogli tu stesso i voti. Il tuo gesto può fare la differenza. Scarica i materiali personalizzati, attiva i tuoi contatti e coinvolgi il tuo territorio: più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. Comincia ora!
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2018

10,422° Posto

8 Voti
Censimento 2016

21,264° Posto

2 Voti
Censimento 2004

748° Posto

2 Voti

Vota altri luoghi vicini

24,094°
4 voti

Area naturale

RISERVA NATURALE ORIENTATA DI ONFERNO

GEMMANO, RIMINI

Vota altri luoghi simili

31,856 voti

Ferrovia storica, ferrovia

CUNEO-VENTIMIGLIA-NIZZA: LA FERROVIA DELLE MERAVIGLIE

VENTIMIGLIA, CUNEO

31,432 voti

Palazzo storico, dimora storica

CASTELLO E PARCO DI SAMMEZZANO

REGGELLO, FIRENZE

19,654 voti

Ponte

PONTE DELL'ACQUEDOTTO

GRAVINA IN PUGLIA, BARI

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

SANTUARIO DI SANTA MARIA SUCCURRENTE A VALLIANO

MONTESCUDO, RIMINI

Condividi
SANTUARIO DI SANTA MARIA SUCCURRENTE A VALLIANO
La Chiesa di S. Maria Succurrente di Valliano risale alla seconda metà del XV secolo. Contemporaneo è il campanile, in ottimo stato di conservazione, che è uno dei più antichi presenti nella provincia di Rimini. Le prime testimonianze del culto a Valliano risalgono però al V secolo d.c., epoca cui appartengono i lacerti di muri conservati al di sotto del pavimento in cotto del '400 e parzialmente visibili e la mesa dell'altare, Un monolito di calcare locale di forma rettangolare, che oggi poggia su 4 semi colonne, due delle quali di epoca romana. il santuario venne costruito su dedicazione della basilica lateranense (1465), come attesta una lapida ancora visibile sopra il portone di ingresso ed era gestito da monaci domenicani. agli stessi monaci, è ascrivibile la ricca decorazione ad affresco delle pareti dell'abside, riscoperta nel 1993-94 a seguito dei lavori di restauro promossi da don mario molari e sostenuti dal comitato locale. Protagonista assoluta degli affreschi è la Madonna, oltre a San Vincenzo Ferrer e ai padri della chiesa. San Domenico e Santa Caterina da Siena erano raffigurati sulla parete di fondo dell'abside, che tuttavia ha subito i danni maggiori e oggi si mostra frammentaria. Più antica è la rappresentazione della Madonna con bambino, Sant'Ambrogio e un santo anonimo; superba è la rappresentazione di Sant'Antonio abate in trono col porcellino ai piedi. Riferibile all'opera di allievi di Raffaello è una lunetta del braccio destro dell'abside, raffigurante il matrimonio mistico di Santa Caterina d'alessandria alla presenza di San Sebastiano. La statua della madonna venerata a Valliano risale al XVIII secolo: è una "madonna impagliata" (cioè una sorta di bambola di pezza con solo alcune parti in legno dipinto), sistemata all'interno di un baldacchino di legno dipinto in blu ed oro. il santuario ha subito gravi danni durante la seconda guerra mondiale, poiché si trovava sulla linea gotica: il tetto è stato ricostruito in seguito ai bombardamenti e le pareti rialzate di circa 1,20 m , intervento questo che si nota facilmente dall'esterno. La vecchia canonica è stata restaurata nei primi anni duemila ed oggi ospita il museo etnografico che racconta la vita della civiltà contadina, che ancora vive nelle campagne riminesi! Molte le feste e i pellegrinaggi che hanno luogo a Valliano: fra tutte, la più importante è la festa della madonna che si svolge il 14 e 15 agosto di ogni anno e a cui partecipano migliaia di persone. Il santuario è gestito dal comitato locale di volontari, che si occupa della manutenzione e dell'organizzazione delle varie feste e attività.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
I Luoghi del Cuore
2004, 2016, 2018
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te