Iscriviti al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
prada

SANTUARIO MADONNA DI PRADA

MAPELLO, BERGAMO

99°

POSTO

1,092

VOTI 2020
SANTUARIO MADONNA DI PRADA

Il Santuario della Madonna di Prada, ad oggi unico e vero luogo identitario di tutta la comunità di Mapello, (ma anche allargando lo sguardo, tra i più significativi di tutto il territorio dell'isola bergamasca) è situato all'esterno degli insediamenti abitativi in un luogo di rara bellezza, e si presenta come porta di collegamento tra paese, pianura e collina.

Gallery

prada
prada
prada
prada
prada
prada
prada
prada
prada
prada
prada

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

Materiali di raccolta voti

Aiuta il tuo luogo del cuore a scalare la classifica: invita i tuoi amici e conoscenti a votarlo e raccogli tu stesso i voti. Il tuo gesto può fare la differenza. Scarica i materiali personalizzati, attiva i tuoi contatti e coinvolgi il tuo territorio: più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. Comincia ora!
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2018

893° Posto

108 Voti

Vota altri luoghi vicini

1,655°
54 voti

Santuario

SANTUARIO BEATA VERGINE DEL CASTELLO

AMBIVERE, BERGAMO

671°
163 voti

Abbazia

ABBAZIA DI FONTANELLA AL MONTE FRAZIONE DI SOTTO IL MONTE

SOTTO IL MONTE GIOVANNI XXIII, BERGAMO

8,942°
9 voti

Area protetta

PARCO DEL CAMANDELLINO

TERNO D ISOLA, BERGAMO

3,303°
26 voti

Santuario

SANTUARIO GHIAIE DI BONATE

BONATE SOPRA, BERGAMO

Vota altri luoghi simili

14,975 voti

Palazzo storico, dimora storica

CASTELLO E PARCO DI SAMMEZZANO

REGGELLO, FIRENZE

10,713 voti

Ponte

PONTE DELL'ACQUEDOTTO

GRAVINA IN PUGLIA, BARI

7,947 voti

Area naturale

CIRCUMARPICCOLO, STORIA DI UNA STRADA DIMENTICATA

TARANTO

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

SANTUARIO MADONNA DI PRADA

MAPELLO, BERGAMO

SANTUARIO MADONNA DI PRADA
Il Santuario della Madonna di Prada, ad oggi unico e vero luogo identitario di tutta la comunità di Mapello (ma anche allargando lo sguardo, tra i più significativi di tutto il territorio dell'Isola bergamasca) è situato all'esterno degli insediamenti abitativi in un luogo di rara bellezza e si presenta come porta di collegamento tra paese, pianura e collina. La zona di Mapello era frequentata sin da epoca molto antica. Nel campo detto il 'ceresale' nel XVII secolo vennero rinvenuti sepolcri con all'interno urne quasi certamente di cinque-sei secoli a.C. Nell'esterno del muro del presbiterio della chiesa di Prada, è inserito un blocco di marmo di epoca romana con l'iscrizione "INAGR P XXXV" che fa riferimento alla presenza di un'ara a distanza di trentacinque passi. La chiesa di Prada potrebbe essere sorta in prossimità di un luogo di culto pagano, come spesso avveniva nei tempi antichi. La troviamo citata la prima volta nel 1431, ma sicuramente è più antica. Al suo interno, si trova un affresco raffigurante la "Madonna con Bambino, San Pietro da Verona e un offerente", posto a sinistra entrando dalla porticina laterale nord, datato alla fine del XV o inizio XVI secolo. Don Alborghetti, nel 1670 circa, riporta la tradizione che tempo addietro dalle pupille della Madonna affrescata uscissero lacrime, le quali, raccolte in un vaso di pietra, si rilevarono miracolose per mali ed infermità. Un uomo lavò con esse il suo cane malato e il prodigio cessò. Il 9 gennaio 1919 il barone Giovanni Maria Scotti e il cavalier Antonio Taramelli donarono il terreno per la realizzazione del viale di Prada. Gelpi Gioacchino, fattore dei baroni Scotti, ne fu l’ideatore. I mapellesi prestarono la propria opera nel piantumare i tigli come ringraziamento per il ritorno dei nostri soldati dalla Grande Guerra. Il viale venne inaugurato l’8 settembre 1919, tutto illuminato da lumini. A ricordo dell’evento, venne posta sul campanile del Santuario una lapide commemorativa. Oggi il viale di Prada, lungo ben 500 metri, è il secondo viale per lunghezza della provincia di Bergamo dopo quello del Santuario di Caravaggio.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
I Luoghi del Cuore
2018
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te