Iscriviti al FAI
Giornate FAI d'Autunno
Sabato 12 e domenica 13 ottobre
I fari della Sardegna: il semaforo marittimo di Guardia Vecchia

I fari della Sardegna: il semaforo marittimo di Guardia Vecchia

LA MADDALENA, SASSARI

Condividi
I fari della Sardegna: il semaforo marittimo di Guardia Vecchia

Attenzione!

POSTI ESAURITI

Apertura a cura di

Delegazione FAI di Sassari

Orario

Sabato: 10:00 - 13:00 / 15:00 - 17:00

Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell'orario di chiusura indicato

Note per la visita

Le visite saranno su prenotazione online e si svolgeranno in quattro turni: ore 10:00, ore 12:00, ore 15:00 e ore 16:00. Saranno consentiti un numero di 10 visitatori per volta per un massimo di 160 nell'arco dell'intera giornata.

Contattaci per prenotare:Email: sassari@delegazionefai.fondoambiente.it

www.faiprenotazioni.it

Contributo suggerito a partire da: € 5,00

Il semaforo di Guardia Vecchia accoglie oggi un moderno strumento di gestione del traffico marittimo, il VTS, che guida e controlla le navi in transito nelle Bocche di Bonifacio, pericolose per la loro scarsa ampiezza e per la presenza di isole e scogli. La torretta del semaforo, dalla quale si scorgono tutti i passaggi fra le isole dell’arcipelago, la costa gallurese e la Corsica, è stata costruita alla fine dell’Ottocento su un vecchio forte ottagonale il cui perimetro è ancora visibile e in buono stato di conservazione. Il forte, voluto dall’ammiraglio G. A. Desgeneys nel 1808 e chiamato San Vittorio in onore del re di Sardegna Vittorio Emanuele I, era munito di cannoni su tutti i lati perché doveva difendere l’isola e i suoi abitanti dall'invasione della Francia napoleonica. Ebbe anche il ruolo di base per la comunicazione con i velieri che entravano nella rada interna, attraverso un grande “albero dei segnali”. Acquisì in seguito la funzione di stazione meteorologica.

Visite a cura di

studenti dell'Istituto d'Istruzione Superiore "G. Garibaldi" di La Maddalena

Gallery

Il semaforo di Guardia Vecchia, SEMAFORO MARITTIMO DI GUARDIA VECCHIA, LA MADDALENA, SASSARI
Il semaforo marittimo di Guardia Vecchia - La Maddalena, SEMAFORO MARITTIMO DI GUARDIA VECCHIA, LA MADDALENA, SASSARI
Vista panoramica del promontorio dove sorge il semaforo marittimo di Guardia Vecchia - La Maddalena, SEMAFORO MARITTIMO DI GUARDIA VECCHIA, LA MADDALENA, SASSARI
Vista panoramica del promontorio dove sorge il semaforo marittimo di Guardia Vecchia - La Maddalena, SEMAFORO MARITTIMO DI GUARDIA VECCHIA, LA MADDALENA, SASSARI

Aperture vicine

Batteria Militare Talmone

PALAU, SASSARI

I fari della Sardegna: il faro di Capo Testa

SANTA TERESA GALLURA, SASSARI

Parco di Tepilora e Borgo di Posada: dove mare e montagna si incontrano

POSADA, NUORO

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

SEMAFORO MARITTIMO DI GUARDIA VECCHIA

LA MADDALENA, SASSARI

SEMAFORO MARITTIMO DI GUARDIA VECCHIA
Il semaforo di Guardia Vecchia accoglie oggi un moderno strumento di gestione del traffico marittimo, il VTS, che guida e controlla le navi in transito nelle Bocche di Bonifacio, pericolose per la loro scarsa ampiezza e per la presenza di isole e scogli. La torretta del semaforo, dalla quale si scorgono tutti i passaggi fra le isole dell’arcipelago, la costa gallurese e la Corsica, è stata costruita alla fine dell’Ottocento su un vecchio forte ottagonale il cui perimetro è ancora visibile e in buono stato di conservazione. Il forte, voluto dall’ammiraglio G. A. Desgeneys nel 1808 e chiamato San Vittorio in onore del re di Sardegna Vittorio Emanuele I, era munito di cannoni su tutti i lati perché doveva difendere l’isola e i suoi abitanti dall'invasione della Francia napoleonica. Ebbe anche il ruolo di base per la comunicazione con i velieri che entravano nella nella rada interna, attraverso un grande “albero dei segnali”. Acquisì in seguito la funzione di stazione meteorologica.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
Giornata FAI d'Autunno
2019
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te