Iscriviti al FAI
TORRE DI CALAFURIA

TORRE DI CALAFURIA

LIVORNO

Condividi
TORRE DI CALAFURIA
La Torre di Calafuria monumento ornitologico. Nel 2000 è stata accertata l’esistenza di una colonia di Rondone pallido (Apus pallidus) nelle arcate che sorreggono il ballatoio della Torre di Calafuria, in quel momento fu anche accertata l’unicità di quella colonia, nella quale i nidi non erano appoggiati e costruiti su un piano solido, ma letteralmente incollati alla parete. Fino ad ora non è stata scoperta una colonia con una tipologia di nidificazione simile. Il Rondone pallido è una specie affine al rondone comune ma assai più raro e localizzato, meno legato alla presenza umana e la cui biologia resta ancora in gran parte da esplorare. Nell’inverno dello stesso anno fu registrato anche lo svernamento di un piccolo gruppo di rondoni pallidi, fu il primo caso registrato in Europa, e negli anni successivi lo svernamento si è ripetuto sporadicamente. Il “caso” della Torre di Calafuria ha trovato ampio rilevo durante il terzo International Swift Conference di Cambridge 2014 e, soprattutto, durante il quarto International Swift Conference di Szczecin 2016. Su di essa e sulla colonia che ospita sono stati scritti numerosi articoli scientifici e divulgativi. La Torre di Calafuria in stato di abbandono La situazione attuale di abbandono delle Torre di Calafuria desta notevoli preoccupazioni. Il tetto mostra segni di cedimento e la caduta di materiale da esso ha determinato la transennatura del perimetro della torre. Dopo questo primo intervento, però, non ne sono seguiti altri. Nel mentre la torre, precedentemente utilizzata dal pittore Alberto Fremura, è stata definitivamente chiusa e mai più frequentata (se non da vandali). La mancata manutenzione del tetto sta sicuramente provocando infiltrazioni di acqua con effetti che, a medio termine, possono compromettere la stabilità stessa del monumento. Inoltre la perdita di impermeabilizzazione delle camminamento del ballatoio finirà inevitabilmente per minarne la stabilità e per provocarne il crollo anche solo parziale, questo determinerebbe l’abbandono e la perdita definitiva della colonia di Rondone pallido che, vale la pena di ricordare, è unica al mondo per caratteristiche, tipologia e localizzazione. Riteniamo pertanto necessario e urgente un intervento perlomeno di manutenzione straordinaria del tetto e della impermeabilizzazione del camminamento, oltre che una verifica di eventuali problematiche insorte in questi anni di effettivo abbandono. La Torre di Calafuria potrebbe essere un punto di attrazione storico, artistico, naturalistico e paesaggistico, potendo ospitare (come avvenuto in passato) artisti, ricercatori e naturalisti. Vista la facilità di accesso sarebbe facilmente visitabile dal pubblico e al suo interno potrebbero essere posizionati pannelli informativi sulla colonia di Rondone pallido o anche schermi collegati tramite videocamera alle cavità di nidificazione permettendo di seguire “in diretta” la vita della colonia stessa. Ma se non si interviene rapidamente tutto sarà perso; l’esistente e le possibilità future.

Gallery

, TORRE DI CALAFURIA, LIVORNO
, TORRE DI CALAFURIA, LIVORNO
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
Giornate FAI di Primavera
2016
I Luoghi del Cuore
2016, 2018
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te