ISCRIVITI AL FAI
Accedi
Giornate FAI di Primavera
23 e 24 marzo 2019
Villa Aldrovandi Mazzacorati e Teatro Settecentesco

Villa Aldrovandi Mazzacorati e Teatro Settecentesco

BOLOGNA

Condividi
Villa Aldrovandi Mazzacorati e Teatro Settecentesco

Apertura a cura di

Delegazione FAI di Bologna

Orario

Sabato: 14:00 - 17:30 (ultimo ingresso 17:00)

Domenica: 09:30 - 17:30 (ultimo ingresso 17:00)

Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell'orario di chiusura indicato

Contributo suggerito a partire da: € 3,00

Nel 1760 il Conte Gianfrancesco Aldrovandi ereditò “il Palazzo a Camaldoli” posto nella campagna bolognese, dove gli Aldrovandi trascorrevano i mesi estivi. Ristrutturò il palazzo per farne una dimora più confortevole, affidando i lavori all’architetto Francesco Tadolini che tra il 1770 e il 1772 portò a compimento la facciata con il solenne pronao esastilo per sottolineare l’importanza dell’entrata principale. Il Conte realizzò nell’ala sinistra della Villa un Teatro stabile inaugurato il 24 settembre 1763, oggi considerato il più pregevole e ben conservato esempio di teatro privato in villa settecentesca in regione. Dopo gli Aldrovandi la villa passò ai Mazzacorati, a fine ‘800 venne acquistata dalla famiglia Sarti e nel 1928 passò ai Fasci di combattimento che la adibirono a soggiorno estivo per bambini gracili, poi trasformata in ospedale tisiatrico. Oggi di proprietà della Regione Emilia-Romagna è utilizzata dal Servizio Sanitario Regionale come Poliambulatorio.

Visite a cura di

Apprendisti Ciceroni Liceo "Fermi",Liceo "Malpighi", Istituto Tecnico "Salvemini", Istituto Tecnico "Majorana"

Visite in lingua straniera

Alle ore 12 di domenica 24 visite guidate in russo (progetto FAI "Ponte tra culture").

Gallery

Villa Aldrovandi Mazzacorati - Bologna, VILLA ALDROVANDI MAZZACORATI, BOLOGNA (BO )
Villa Aldrovandi Mazzacorati, VILLA ALDROVANDI MAZZACORATI, BOLOGNA (BO )
Villa Aldrovandi Mazzacorati, VILLA ALDROVANDI MAZZACORATI, BOLOGNA (BO )
Villa Aldrovandi Mazzacorati, VILLA ALDROVANDI MAZZACORATI, BOLOGNA (BO )
Villa Aldrovandi Mazzacorati, VILLA ALDROVANDI MAZZACORATI, BOLOGNA (BO )
Villa Aldrovandi Marescalchi Mazzacorati, VILLA ALDROVANDI MAZZACORATI, BOLOGNA
Villa Aldrovandi Marescalchi Mazzacorati, VILLA ALDROVANDI MAZZACORATI, BOLOGNA (BO )
Villa Aldrovandi Marescalchi Mazzacorati, VILLA ALDROVANDI MAZZACORATI, BOLOGNA (BO )
Villa Aldrovandi Mazzacorati, VILLA ALDROVANDI MAZZACORATI, BOLOGNA (BO )

Aperture vicine

Complesso di San Martino

BOLOGNA

Palazzo Fava da San Domenico

BOLOGNA

Palazzo Marescotti Brazzetti

BOLOGNA

Cassero di Castel San Pietro: da baluardo difensivo a teatro

CASTEL SAN PIETRO TERME, BOLOGNA

Santuario del SS.Crocifisso:55 campane per un carillon unico

CASTEL SAN PIETRO TERME, BOLOGNA

Complesso Sante Zennaro

IMOLA, BOLOGNA

“Archivio Carducci” – Archivio storico scolastico IC2

IMOLA, BOLOGNA

Rocca sforzesca

IMOLA, BOLOGNA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Scarica l'app del FAI
Una guida alla bellezza da portare sempre con te per conoscere luoghi, sconti ed eventi unici

VILLA ALDROVANDI MAZZACORATI

BOLOGNA

Condividi
VILLA ALDROVANDI MAZZACORATI
Nel 1760 il Conte Gianfrancesco Aldrovandi ereditò “il Palazzo a Camaldoli” posto nella campagna bolognese, dove gli Aldrovandi trascorrevano i mesi estivi. Ristrutturò il palazzo per farne una dimora più confortevole, affidando i lavori all’architetto Francesco Tadolini che tra il 1770 e il 1772 portò a compimento la facciata con il solenne pronao esastilo per sottolineare l’importanza dell’entrata principale. Il Conte realizzò nell’ala sinistra della Villa un Teatro stabile inaugurato il 24 settembre 1763, oggi considerato il più pregevole e ben conservato esempio di teatro privato in villa settecentesca in regione. Dopo gli Aldrovandi la villa passò ai Mazzacorati, a fine ‘800 venne acquistata dalla famiglia Sarti e nel 1928 passò ai Fasci di combattimento che la adibirono a soggiorno estivo per bambini gracili, poi trasformata in ospedale tisiatrico. Oggi di proprietà della Regione Emilia-Romagna è utilizzata dal Servizio Sanitario Regionale come Poliambulatorio. a cura di M. Frati
Campagne in corso in questo luogo
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Scarica l'app del FAI
Una guida alla bellezza da portare sempre con te per conoscere luoghi, sconti ed eventi unici

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te