Iscriviti al FAI
Abbazia di San Michele Arcangelo a Lamoli di Borgo Pace (PU): iniziano i restauri

Abbazia di San Michele Arcangelo a Lamoli di Borgo Pace (PU): iniziano i restauri

Condividi
Abbazia di San Michele Arcangelo a Lamoli di Borgo Pace (PU): iniziano i restauri
Dal territorio

20 luglio 2020

Al via i lavori di restauro del tetto, fondamentali per evitare infiltrazioni d’acqua, a tutela delle opere d’arte e degli arredi sacri dell’Abbazia di San Michele Arcangelo a Lamoli di Borgo Pace (PU), abbazia benedettina, che il FAI ed Intesa Sanpaolo sostengono col contributo di 30.000 euro, assegnato nell’ambito de “I Luoghi del Cuore”, il progetto per i luoghi italiani da non dimenticare.

Un risultato straordinario alla IX edizione del Censimento I Luoghi del Cuore

Grazie all’impegno del Comitato per La Valorizzazione dell’Abbazia Benedettina di San Michele Arcangelo di Lamoli, capofila nella promozione dell’Abbazia di Lamoli come Luogo del Cuore già nei censimenti 2014 e 2016, nel 2018 ben 24.742 persone hanno votato questo luogo di straordinaria bellezza ottenendo l’ottavo posto nella classifica nazionale del censimento de “I Luoghi del Cuore”, risultando anche primo luogo classificato nella regione Marche. Questa straordinaria partecipazione ha permesso alla Parrocchia di San Michele Arcangelo di Lamoli e Sompiano di partecipare al bando che il FAI lancia dopo ogni edizione del censimento, presentando un progetto di restauro della copertura, cofinanziato dalla Diocesi, valutato poi idoneo e finanziato con un contributo di 30.000 euro messo a disposizione da FAI e Intesa Sanpaolo.

Come spesso accade con I Luoghi del Cuore, è inoltre nato un effetto virtuoso: verrà realizzato un nuovo sistema d’illuminazione, con piccoli apparecchi che si integreranno in modo ottimale nel contesto architettonico, rispettandone ed esaltandone lo spirito.

Un Luogo del Cuore ricco di storia e custode di tesori

L'Abbazia di San Michele Arcangelo si trova in un Comune che conta solo 600 abitanti (90 se si considera la sola frazione di Lamoli) ed era stata già votata da oltre 8.000 persone in occasione della precedente edizione del censimento. L’Abbazia si trova alle pendici dell’Appennino umbro-marchigiano, presso il crinale di confine tra Marche, Umbria e Toscana, in un’area selvaggia e incontaminata.

I monaci benedettini la fecero costruire tra il IX e il X secolo, anche se oggi l’edificio appare nella più recente veste duecentesca. Di imponenti dimensioni, il complesso comprende il monastero, la foresteria e la chiesa, che conserva un ciclo di affreschi databile al XV secolo, oltre a una piccola raccolta di arte sacra e manoscritti esposta nella cripta. L’Abbazia risulta accessibile e nel complesso ben conservata, ma un’abbondante nevicata nel 2012 ne ha indebolito la copertura e il Comitato attivo al Censimento è nato proprio dall’urgenza di provvedere al rifacimento del tetto dell’edificio.

Loading

Grazie all’impegno straordinario di alcuni residenti, l’invito al voto ha raggiunto tutti coloro che hanno conosciuto e apprezzato l’Abbazia di Lamoli, compresi molti italiani ormai da anni emigrati all’estero, i molti turisti affezionati e numerosi studenti degli istituti scolatici della Provincia di Pesaro Urbino, ma non solo: per raggiungere questo straordinario risultato è stato prezioso il sostegno dell’Amministrazione Comunale di Borgo Pace, della Proloco Trabaria di Lamoli e di quella di Meta-Auro di Borgo Pace, del Gruppo Archeologico della Massa Trabaria, della Cooperativa i Colori dell’Appennino e di altre associazioni attive anche per tutte le iniziative volte a far conoscere ed apprezzare l’Abbazia.

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te