Iscriviti al FAI
Accedi

Al Bosco di San Francesco l'orto sinergico cresce

Condividi
Al Bosco di San Francesco l'orto sinergico cresce
Attualità

19 giugno 2015

Un orto autogestito, che fa da sé: questo è il principio olistico alla base del progetto sviluppato dal FAI al Bosco di San Francesco ad Assisi (PG), secondo il quale la terra è in grado di auto-nutrisi e generare in autonomia i suoi frutti. Una sinergia perfetta tra terreno e pianta che attraverso la penetrazione delle radici, l'attività di microrganismi, lombrichi, insetti e piccoli animali rende quasi superfluo l'intervento dell'uomo e l'impiego di dannosi concimi chimici e diserbanti.

Domenica 21 giugno, in occasione dell'incontro L'orto sinergico, sarà possibile 'toccare con mano' questo speciale esempio di agricoltura ideato da David Pollini.

E proprio dalla parole di David Pollini possiamo intuire alcune delle principali caratteristiche e particolarità di questo progetto che segue i dettami dell'agricoltura sinergica, un metodo di coltivazione elaborato dall'agricoltrice spagnola Emilia Hazelip adattando al clima mediterraneo i principi dell'agricoltura naturale dell'agronomo giapponese Masanobu Fukuoka.

Fukuoka sosteneva che “non far niente" è il miglior metodo agricolo”, il presupposto di base del suo 'credo' è che le piante siano in grado di fertilizzare il suolo in autonomia attraverso i propri essudati liberi, i residui organici che rilasciano e la loro attività chimica, in sinergia con l'opera di microrganismi, batteri, funghi e lombrichi. Attraverso questo metodo di coltivazione, alla terra verrebbe restituito in termini energetici più di quanto ne sia stato sottratto, promuovendo i meccanismi di autofertilità del suolo.

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Scarica l'app del FAI
Una guida alla bellezza da portare sempre con te per conoscere luoghi, sconti ed eventi unici
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te