Bellissimi vola su una mongolfiera

Share
Bellissimi vola su una mongolfiera

“U paise di balui”, il paese dei palloni: così, nel dialetto ligure locale, è conosciuta la frazione di Bellissimi. Immerso nel verde degli ulivi e nei riti religiosi e contadini di un tempo, il borgo è infatti noto per la sua antica tradizione delle mongolfiere di carta, che vengono lanciate la prima domenica di settembre in occasione della festa della Madonna della Misericordia. Legati al tema delle mongolfiere sono anche i grandi murales che colorano le case del borgo, immerso in uno splendido contesto ambientale, ricco di verde e di uliveti che degradano dolcemente lungo le colline.

Per salvare questo luogo e la sua tradizione, i cittadini hanno partecipato nel 2014 al censimento “I Luoghi del Cuore", raccogliendo 2.840 voti. Questo risultato – raggiunto grazie all'impegno e alla passione dell'Associazione Amici di Bellissimi e al supporto della Delegazione FAI di Imperia - ha permesso a Bellissimi di accedere alle “Linee Guida per la selezione degli Interventi”, lanciate dal FAI e Intesa Sanpaolo nell'ambito del progetto “I Luoghi del Cuore” in collaborazione con il MiBACT. A seguito della richiesta di intervento presentata dal Comune di Dolcedo, il borgo ha potuto beneficiare del contributo di 2.700 euro assegnato da FAI e Intesa Sanpaolo che è andato ad aggiungersi alla somma di 4.000 euro raccolta tramite le attività di crowdfunding intraprese dall'Associazione Amici di Bellissimi e dal gruppo Pro Bellissimi. Bellissimi è stata inoltre tappa dell'edizione 2015 di FAIMarathon.

I lavori di promozione del borgo si sono conclusi lo scorso aprile e una grande festa è stata organizzata domenica 18 giugno per presentarli al pubblico. Si partirà da Valloria, il paese delle porte dipinte, per una passeggiata nel verde tra aneddoti raccontati da un rappresentante dell'associazione Amici di Bellissimi e assaggi di tisane realizzate con erbe autoctone, presentate da esperti botanici. Una volta arrivati a Bellissimi, inizierà la festa vera e propria: sarà possibile visitare il rinnovato laboratorio di mongolfiere di carta, seguire la mappa dei murales lungo il borgo e ammirare il volo della mongolfiera. Saranno organizzati una dimostrazione pratica di costruzione di una mongolfiera e un laboratorio per i più piccini, per imparare a costruire piccole mongolfiere di carta.

I lavori promossi grazie a “Luoghi del Cuore”

Il progetto di promozione del borgo di Bellissimi e della sua tipica tradizione delle mongolfiere di carta è stato focalizzato sul tema “Creare un percorso unitario con immagine coordinata sul tema delle mongolfiere di carta”: sono stati realizzati un circuito culturale tra Bellissimi e Valloria – il paese delle porte dipinte, un laboratorio dedicato alla storia e alla costruzione delle mongolfiere di carta e un percorso espositivo dei murales sullo stesso tema.

Punto di forza di tutto il progetto è stata la realizzazione di un itinerario culturale tra Bellissimi e Valloria, il paese delle porte dipinte, attraverso il posizionamento di segnaletiche lungo un percorso escursionistico di quasi sei chilometri nell'Alta Val Prino tra uliveti e macchia mediterranea.

Il laboratorio è ospitato in uno spazio riqualificato e messo a disposizione dall'ACLI provinciale di Imperia: al suo interno la tradizione delle mongolfiere di carta rivive sia nell'officina, sia attraverso un percorso espositivo bilingue che ripercorre la storia dei palloni di carta, dalle loro origini alle tecniche di costruzione più attuali.

I murales cittadini, realizzati grazie all'impegno artistico di abitanti della zona e di ospiti provenienti da altre regioni e da altri Paesi europei, sono stati valorizzati grazie a una grande mappa, posta nel centro del borgo, che attraverso l'immagine coordinata del brand Balui in Arte. indica le localizzazioni dei murales. Queste opere, inserite pittoricamente nel contesto naturale circostante, creano una sorta di galleria d'arte a cielo aperto.

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te