Iscriviti al FAI

I Luoghi del Cuore, un monitoraggio costante

Condividi
I Luoghi del Cuore, un monitoraggio costante
Campagne

27 maggio 2013

Prosegue a pieno ritmo l'attività de I Luoghi del Cuore, il Censimento dei luoghi italiani da non dimenticare promosso dal FAI in collaborazione con Intesa Sanpaolo. Al lavoro di monitoraggio dei luoghi più segnalati nel 2012 si affiancano i positivi sviluppi degli interventi a favore dei luoghi votati alla V edizione dell'iniziativa, nel 2010.

Sono sempre più frequenti gli esempi che testimoniano come il Censimento sia in grado di innescare circuiti virtuosi in grado di catalizzare le forze presenti sul territorio verso un obiettivo condiviso, il recupero dei luoghi amati dai cittadini.

I Luoghi del Cuore, il Censimento promosso dal FAI in collaborazione con Intesa Sanpaolo, continua la sua intensa attività. Dopo il milione di segnalazioni raccolto nell'ultima edizione dell'iniziativa, procedono i lavori nell'anno di non Censimento, attraverso un costante monitoraggio degli interventi in corso e dei luoghi che hanno ricevuto più di 1.000 segnalazioni per approfondirne la conoscenza e lo stato dell'arte in vista della definizione degli interventi e per favorire la collaborazione e il dialogo con le istituzioni locali con l'intento di innescare sul territorio circuiti virtuosi volti al recupero dei luoghi amati dai cittadini. Proprio con questo obiettivo il FAI invierà entro metà giugno una comunicazione ufficiale ai Comuni in cui si trovano i luoghi segnalati al Censimento 2012, affinché riconoscano il vivo interesse dei cittadini nei confronti delle bellezze del Paese e mettano a disposizione le forze necessarie per salvaguardarle.

Nel frattempo si moltiplicano i positivi aggiornamenti relativi ai luoghi segnalati nelle passate edizioni:

  • il successo più recente del Censimento riguarda la Chiesa di San Filippo Neri a Fermo, segnalata nel 2010: il Comune ha annunciato l'imminente avvio del restauro del portale maggiore dell'edificio, reso possibile grazie al contributo stanziato da I Luoghi del Cuore, “punto di partenza – come specificato dall'amministrazione comunale - per il recupero completo della Chiesa (…), così da restituire alla città un gioiello del barocco marchigiano”.
  • a Viterbo si sono conclusi i lavori di stamponamento della Cappella dei Santi Giacomo e Cristoforo, nella Cattedrale di San Lorenzo, luogo del cuore segnalato nel 2010, e il prossimo 24 giugno prenderanno il via i lavori di restauro pittorico e architettonico della Cappella, resi possibili grazie ai fondi stanziati dal Censimento e alla fattiva collaborazione con il Comune di Viterbo, la Fondazione CARIVIT e il Sodalizio Facchini di Santa Rosa.
  • al via a Bari il restauro di un altro luogo del cuore votato alla V edizione del Censimento, il busto bronzeo di Giuseppe Massari, protagonista del risorgimento barese. I lavori, resi possibili dal contributo stanziato da I Luoghi del Cuore, dureranno un paio di mesi e coinvolgeranno il giardino di Piazza IV Novembre, dove si trova la statua, che sarà interamente recuperato e riqualificato grazie all'intervento del Comune di Bari.
  • sono terminati i lavori di restauro dell'edicola marmorea del Genio di Palermo ad opera del Comune, che si è prontamente attivato a seguito del risultato raggiunto dal bene nel Censimento 2010. La Delegazione FAI di Palermo, in sinergia con l'amministrazione comunale, sta lavorando alla realizzazione del progetto di riqualificazione di Piazza del Garaffo, in cui l'edicola è collocata, e della pedonalizzazione dell'area.
  • grazie all'attività di sensibilizzazione svolta dal Censimento prenderanno a breve il via i lavori di restauro della Chiesa del Carmine, a Bagnara Calabra, in provincia di Reggio Calabria, segnalata nelle edizioni del 2010 e del 2012, che necessita di interventi strutturali e di recupero sia interni che esterni.
  • in Sicilia si festeggia la liberazione della splendida Scala dei Turchi ad Agrigento, segnalata al FAI nel 2008: sono, infatti, finalmente iniziati i lavori di demolizione della costruzione in cemento armato che ormai da vent'anni deturpava questo meraviglioso tratto di costa.
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te