Abbazia di San Fruttuoso

Un angolo di paradiso sul mare di Portofino

Share
Abbazia di San Fruttuoso

tipologia

Bene aperto al pubblico

contatti

0185 772703
fai.sanfruttuoso@fondoambiente.it
  • Panoramica
  • Visita
  • Eventi
  • Eventi Privati
  • Grazie a

Monastero benedettino dell’anno mille, ma nel tempo anche covo di pirati e quindi borgo di pescatori: una vera oasi in uno scenario già di per sé unico, tra la terra e i boschi del monte di Portofino e il mare azzurro della Liguria di Levante.

Donata al FAI da Frank e Orietta Pogson Doria Pamphilj, nel 1983

Costeggiando il Parco Naturale che da Camogli conduce a Portofino, appare come un miracolo, incastonata in una piccola insenatura protetta da una torre cinquecentesca, un’architettura così felicemente integrata con il suo contesto naturale. Eppure proprio l’inaccessibilità del luogo e la presenza di una sorgente d’acqua dolce ne fecero, nell’VIII secolo d.C., un sito ideale per la fondazione di una chiesa. Secondo la tradizione, fu lo stesso martire Fruttuoso a scegliere la baia, indicandola in sogno a Prospero, vescovo di Tarragona in fuga dalla Spagna invasa dagli Arabi e alla ricerca di un luogo dove portare in salvo le reliquie del Santo. Ricostruita nel X secolo come monastero benedettino, dal Duecento l’Abbazia intrecciò le sue sorti con quelle della famiglia Doria che ne modificò l’assetto, costruendo ad esempio il loggiato a due ordini di trifore e trasferendo qui il sepolcreto familiare, fino a quando, nel 1983, decise di donare l’intero complesso al FAI. Da allora è in corso la rinascita di questo complesso articolato su corpi con caratteristiche molto diverse fra loro e tanto bisognoso di cure costanti e che nell’aprile del 2017 ha visto concludersi gli ultimi restauri che hanno liberato e valorizzato la fonte sorgiva su cui venne costruita la torre nolare. Il monastero, con il suo chiostro e le tombe Doria, la chiesa primitiva e la parrocchiale, i reperti archeologici e il piccolo borgo, vale una visita per scoprire l’anima autentica di questo luogo lambito da uno mare cristallino spettacolare, che offre al visitatore anche l’inedita possibilità di soggiornare nella foresteria del Bene, ideale per chi cerca un’insolita fuga dal mondo.

Loading

Da non perdere

Abbazia di Sa Fruttuoso, ABBAZIA DI SAN FRUTTUOSO, CAMOGLI (GE )
La sorpresa dell'arrivo

L’emozionante apparizione dell’Abbazia arrivando dal mare oppure da terra, percorrendo i sentieri del Parco di Portofino.

San Fruttuoso, ABBAZIA DI SAN FRUTTUOSO, CAMOGLI (GE )
La scoperta del borgo

Una giornata intera da trascorrere nel borgo, tra un bagno nel mare cristallino che custodisce la statua del Cristo degli Abissi, una degustazione di...

Leggi tutto
Foresteria, ABBAZIA DI SAN FRUTTUOSO, CAMOGLI (GE )
La foresteria

Un soggiorno nella foresteria ricavata da una tipica casa di pescatori all’interno del borgo, per vivere la romantica esperienza di una piccola fuga dal...

Leggi tutto
Veduta notturna, ABBAZIA DI SAN FRUTTUOSO, CAMOGLI (GE )
La vigilia di Natale

La magia della notte di Natale vissuta sul mare assistendo alla messa che il 24 dicembre di ogni anno si celebra nella chiesa dell’Abbazia, con il suggestivo...

Leggi tutto
Il Palazzo Reale di Genova, ABBAZIA DI SAN FRUTTUOSO, CAMOGLI (GE )
I vicini siti UNESCO

L’itinerario dedicato alla scoperta dei siti Patrimonio dell’Umanità UNESCO, che da San Fruttuoso conduce alle “Strade nuove e al sistema dei Palazzi...

Leggi tutto
Questo luogo è uno dei Beni che il FAI ha restaurato con cura e aperto al pubblico, perché tutti possano scoprirlo e amarlo.

Per mantenerlo intatto e curarlo in modo adeguato, questo luogo - come tutti gli altri salvati dal FAI - necessita di un’attenta manutenzione sia ordinaria sia straordinaria e periodici interventi di restauro. Inoltre, i costi di gestione che permettono l’apertura al pubblico sono significativi. Per questo abbiamo bisogno di un aiuto concreto da parte di chi come noi vuole mantenere vivi per sempre luoghi unici e speciali.

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te