Iscriviti al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
CASA MASSERANO

CASA MASSERANO

BIELLA

8,307°

POSTO

5

VOTI 2020
CASA MASSERANO
Dimora signorile di genesi tardogotica, Casa Masserano custodisce preziosi tesori pittorici a partire dalla facciata dove si trova un affresco risalente all'inizio del Cinquecento ed attribuibile alla bottega novarese dei figli di Daniele de Bosis. Raffigura una Madonna con Bambino accompagnata dai Santi Sebastiano e Rocco. Sempre sulla faccia rimane la sinopia del dipinto, più tardo, dell'uomo selvatico delle montagne Biellesi. Ma Casa Masserano è interessante anche per il repertorio esornativo dei fregi in plastica fittile che ornano le finestre e fungono da marcapiano; di richiamo rinascimentale sebbene di impianto ancora dichiaratamente gotico nel disegno, questi fregi sono di struttura complessa accostando alla semplice formella e torciglione altre caratterizzate da moduli floreali e geometrici. In uno dei tondi in cotto che abbelliscono la facciata si trova dipinto un Cristo patiens, di mano anonima seppure affine alla maniera di Gaspare da Ponderano, un pittore locale attivo a cavallo dei secoli XV - XVI. Entrati nel portico, in controfacciata, è possibile ammirare la raffigurazione del monogramma di San Bernardino da Siena e, sulla lunetta del portale di ingresso alla dimora, si ha affrescata una bella Annunciazione della bottega de Bosis. La dimora vernatese è composta di due piani. Alcuni ambienti del piano superiore recano nella porzione alta delle pareti ricche fasce, tra cui una grottesca policroma e un'altra a girali di acanto con le armi della famiglia Masserano, antica proprietaria. Anche sulla cappa del camino conservatosi sul lato del salone che, sempre al piano superiore, da sulla strada si vede dipinto uno stemma di tale famiglia, entro ghirlanda e presentato da due punti alati.

Gallery

Scheda completa al 100%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

Materiali di raccolta voti

Aiuta il tuo luogo del cuore a scalare la classifica: invita i tuoi amici e conoscenti a votarlo e raccogli tu stesso i voti. Il tuo gesto può fare la differenza. Scarica i materiali personalizzati, attiva i tuoi contatti e coinvolgi il tuo territorio: più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. Comincia ora!
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2018

138° Posto

3,467 Voti

Vota altri luoghi vicini

NC
0 voti

Palazzo storico, dimora storica

PALAZZO GROMO LOSA

BIELLA , BIELLA

Vota altri luoghi simili

7,290 voti

Ponte

IL PONTE DELL'ACQUEDOTTO

GRAVINA IN PUGLIA, BARI

4,778 voti

Ferrovia storica, ferrovia

CUNEO-VENTIMIGLIA-NIZZA: LA FERROVIA DELLE MERAVIGLIE

VENTIMIGLIA, CUNEO

4,180 voti

Eremo

EREMO DI SANT'ONOFRIO AL MORRONE

SULMONA, L'AQUILA

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

CASA MASSERANO

BIELLA

CASA MASSERANO
L'antico cuore di Biella. Dimora signorile di genesi tardogotica, Casa Masserano custodisce preziosi tesori pittorici a partire dalla facciata dove si trova un affresco risalente all'inizio del Cinquecento ed attribuibile alla bottega novarese dei figli di Daniele de Bosis. Raffigura una Madonna con Bambino accompagnata dai Santi Sebastiano e Rocco. Sempre sulla faccia rimane la sinopia del dipinto, più tardo, dell'uomo selvatico delle montagne Biellesi. Ma Casa Masserano è interessante anche per il repertorio esornativo dei fregi in plastica fittile che ornano le finestre e fungono da marcapiano; di richiamo rinascimentale sebbene di impianto ancora dichiaratamente gotico nel disegno, questi fregi sono di struttura complessa accostando alla semplice formella e torciglione altre caratterizzate da moduli floreali e geometrici. In uno dei tondi in cotto che abbelliscono la facciata si trova dipinto un Cristo patiens, di mano anonima seppure affine alla maniera di Gaspare da Ponderano, un pittore locale attivo a cavallo dei secoli XV - XVI. Entrati nel portico, in controfacciata, è possibile ammirare la raffigurazione del monogramma di San Bernardino da Siena e, sulla lunetta del portale di ingresso alla dimora, si ha affrescata una bella Annunciazione della bottega de Bosis. La dimora vernatese è composta di due piani. Alcuni ambienti del piano superiore recano nella porzione alta delle pareti ricche fasce, tra cui una grottesca policroma e un'altra a girali di acanto con le armi della famiglia Masserano, antica proprietaria. Anche sulla cappa del camino conservatosi sul lato del salone che, sempre al piano superiore, da sulla strada si vede dipinto uno stemma di tale famiglia, entro ghirlanda e presentato da due putti alati.
Campagne in corso in questo luogo
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te