Iscriviti al FAI
I Luoghi del Cuore
Il censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
CHIESA DELLA MADONNA DELLE GRAZIE | ph. FAI | © © Giacomo Sinibaldi

CHIESA DELLA MADONNA DELLE GRAZIE

POPOLI, PESCARA

5,616°

POSTO

16

VOTI 2020
Condividi
CHIESA DELLA MADONNA DELLE GRAZIE
Nata come chiesa rurale, come si evince dalla struttura e dalla posizione ai margini del borgo, venne costruita nel 1576 grazie alle offerte dei contadini che, devoti alla Vergine, scelsero la "Madre della Grazia" a protezione dei loro campi. L'edificio, restaurato nel 1802 e nel 1915, presenta una raffinata facciata in pietra in stile rinascimentale con portale timpanato e oculo centrale decorato da una cornice ad ovuli. All’interno spicca l'altare maggiore, ricco di intarsi, eccezionale esempio di scultura lignea del XVII secolo. Due coppie di colonne, una tortile e l'altra scanalata, sormontate da eleganti capitelli in stile corinzio, sorreggono un archivolto spezzato dominato da un timpano modanato. La cimasa racchiude la tela dell'Eterno Padre (XVIII secolo), opera di ottima fattura, sorprendente per le affinità con movenze tipicamente michelangiolesche, evidenti nella scelta dei colori, nel volto e nei gesti. Le pareti dell'unica navata presentano dipinti del XVII attribuiti a maestranze abruzzesi, raffiguranti il martirio di San Bartolomeo, Sant' Emidio protettore dai terremoti, San Bonifacio, San Francesco di Paola taumaturgo, Sant'Anna e San Raffaele. Dopo il terremoto del 2009, è recentemente tornata ad essere agibile.

Scheda completa al 88%
Arricchisci o modifica questa scheda

Esiste già una scheda per questo luogo?
Segnalaci se questa scheda è un duplicato.

I contenuti di questa scheda sono generati dagli utenti e non riflettono un giudizio del FAI sul luogo.
Il FAI non è responsabile dell’eventuale violazione di copyright delle immagini pubblicate.
Contenuti impropri e utilizzi non corretti delle immagini possono essere segnalati a: iluoghidelcuore@fondoambiente.it.

Materiali di raccolta voti

Aiuta il tuo luogo del cuore a scalare la classifica: invita i tuoi amici e conoscenti a votarlo e raccogli tu stesso i voti. Il tuo gesto può fare la differenza. Scarica i materiali personalizzati, attiva i tuoi contatti e coinvolgi il tuo territorio: più numerosi saranno i voti, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. Comincia ora!
Questo luogo è stato votato anche nel:
Censimento 2018

9,264° Posto

9 Voti
Censimento 2016

21,264° Posto

2 Voti

Vota altri luoghi vicini

4,207°
22 voti

Area naturale

CENTRO VISITA DEL LUPO - RISERVA DI MONTE ROTONDO

POPOLI, PESCARA

6,478°
14 voti

Biblioteca

BIBLIOMEDIATECA COMUNALE

POPOLI, PESCARA

11,717°
7 voti

Edificio civile

MONUMENTO AL DONATORE PRESSO IL COMUNE DI POPOLI

POPOLI, PESCARA

Vota altri luoghi simili

16,915 voti

Palazzo storico, dimora storica

CASTELLO E PARCO DI SAMMEZZANO

REGGELLO, FIRENZE

12,305 voti

Ferrovia storica, ferrovia

CUNEO-VENTIMIGLIA-NIZZA: LA FERROVIA DELLE MERAVIGLIE

VENTIMIGLIA, CUNEO

12,160 voti

Ponte

PONTE DELL'ACQUEDOTTO

GRAVINA IN PUGLIA, BARI

Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati
CHIESA DELLA MADONNA DELLE GRAZIE

CHIESA DELLA MADONNA DELLE GRAZIE

POPOLI, PESCARA

Condividi
CHIESA DELLA MADONNA DELLE GRAZIE
Nata come chiesa rurale, come si evince dalla struttura e dalla posizione ai margini del borgo, venne costruita nel 1576 grazie alle offerte dei contadini che, devoti alla Vergine, scelsero la "Madre della Grazia" a protezione dei loro campi. L'edificio, restaurato nel 1802 e nel 1915, presenta una raffinata facciata in pietra in stile rinascimentale con portale timpanato e oculo centrale decorato da una cornice ad ovuli. All’interno spicca l'altare maggiore, ricco di intarsi, eccezionale esempio di scultura lignea del XVII secolo. Due coppie di colonne, una tortile e l'altra scanalata, sormontate da eleganti capitelli in stile corinzio, sorreggono un archivolto spezzato dominato da un timpano modanato. La cimasa racchiude la tela dell'Eterno Padre (XVIII secolo), opera di ottima fattura, sorprendente per le affinità con movenze tipicamente michelangiolesche, evidenti nella scelta dei colori, nel volto e nei gesti. Le pareti dell'unica navata presentano dipinti del XVII attribuiti a maestranze abruzzesi, raffiguranti il martirio di San Bartolomeo, Sant' Emidio protettore dai terremoti, San Bonifacio, San Francesco di Paola taumaturgo, Sant'Anna e San Raffaele. Dopo il terremoto del 2009, è recentemente tornata ad essere agibile.
Campagne in corso in questo luogo
Storico campagne in questo luogo
Giornate FAI di Primavera
2016
I Luoghi del Cuore
2016, 2018
Registrati alla newsletter
Accedi alle informazioni per te più interessanti, a quelle inerenti i luoghi più vicini e gli eventi organizzati

Regalati 365 giorni di arte e cultura nell'Italia più bella, risparmiando.

Scopri tutte le convenzioni riservate agli iscritti

Tutto questo non sarebbe possibile senza di te
Tutto questo non sarebbe possibile senza di te